"Salva imprese da rivedere" - Live Sicilia

“Salva imprese da rivedere”

Il deputato Pdl Marco Falcone

Conferenza stampa a Palazzo dei Normanni con i deputati Marco Falcone, Salvo Pogliese e Santi Formica, tutti e tre aderenti a Forza Italia.

La critica
di
2 Commenti Condividi

PALERMO – “Il maxi-mutuo da 953 milioni per il pagamento dei debiti alle imprese potrebbe essere evitato da misure alternative, ma di certo non può essere ‘pagato’ attraverso il mantenimento dell’aumento dell’addizionale Irpef e Irap. In ogni caso il mutuo a nostro parere dovrà essere a tasso fisso al 3,70% attraverso la Cassa depositi e prestiti, e non a tasso variabile che parte dal 4,3% come è scritto nella proposta del governo”. Lo ha detto il parlamentare regionale Marco Falcone nel corso di una conferenza stampa a Palazzo dei Normanni con i deputati Salvo Pogliese e Santi Formica (tutti e tre aderenti a Forza Italia), a proposito del ddl “salva imprese” relativo al pagamento dei debiti alle imprese ed attualmente all’esame della commissione Bilancio dell’Ars.

Il muto trentennale da 953 milioni servirebbe a pagare 606 milioni di debiti che riguardano il servizio sanitario e 347 per Enti locali e Regione nei confronti dei fornitori. “Serve un elenco trasparente dei destinatari dei fondi – ha detto Pogliese – vogliamo capire chi sono i beneficiari. Anche perché se il pagamento è rivolto a imprese siciliane avremmo il ‘mantenimento’ dell’Iva nell’isola, non vorremmo invece che tutto questo si rivelasse un grande favore alle imprese del Nord”. Per Formica si tratta di “un provvedimento-truffa”. “Il governo – ha aggiunto Formica – sbandiera in tutte le occasioni di aver sanato il debito della Sanità, che nel 2007 portò all’aumento della pressione fiscale in Sicilia: si tratta di un aumento che porta all’incasso di circa 190 milioni l’anno, ma invece di azzerare questa pressione aggiuntiva per i siciliano il governo ci propina un ulteriore mega-mutuo mantenendo la tassazione aggiuntiva per la Sanità”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    DALLA DICHIARAZIONE DELL’ON. FALCONE, MI ACCONTENTO DEL FATTO, CHE SIA L’ASSESSORE CHE IL GOVERNATORE SONO DEGLI INCOMPETENTI, PERCHE’ DIVERSAMENTE DOVREI PENSARE CHE DIETRO ALL’INTERA OPERAZIONE SI CELANO SITUAZIONI NON CHIARE E POCO TRASPARENTI.
    L’ASSESSORE BIANCHI DOVREBBE SPIEGARE IN CONFERENZA STAMPA, DA TECNICO (PERCHE’ LO PAGHIAMO DA TECNICO) IL MOTIVO DI OPTARE PER UN MUTUO A TASSO VARIABILE AL 4,30% (TASSO SOSTANZIALMENTE CHE PUO’ AUMENTARE E NON DIMINUIRE, VISTO I TASSI DI RIFERIMENTO AL MINIMO STORICO) ANZICHE’ UN TASSO FISSO AL 3,70%.
    SEMPRE NELLA STESSA CONFERENZA, DEVE SPIEGARE COME MAI I 347 MILIONI DI EURO DESTINATI A ENTI LOCALI E REGIONE, SERVIRANNO PER PAGARE UN DEBITO DELLA REGIONE NEI CONFRONTI DEL GRUPPO ENI PER 100 MILIONI E 240 PER LA RISCOSSIONE SICILIA SPA.
    NELLA SOSTANZA NE PARTE DEI 347 MILIONI SONO DESTINATI AGLI ENTI LOCALI, MA ALLA REGIONE, E NON VENGONO UTILIZZATE PER I DEBITI NEI CONFRONTI DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE, MA PER PAGARE UNA HOLDING L'”ENI” E UNA SOCIETA’ PARTECIPATA DELLA REGIONE LA “RISCOSSIONI SICILIA SPA”.
    CON LO STESSO CRITERIO NON CRITERIO, NON VORREMMO, CHE DIETRO I DEBITI CON IL SERVIZIO SANITARIO PER 606 MILIONI DI EURO, SI CELINO IL SALDO DI FATTURE DI PROFESSIONISTI E CONSULENTI VARI?
    RICORDO CHE PER QUESTA OPERAZIONE L’ASSESSORE BIANCHI AVEVA PENSATO DI AUMENTARE ULTERIORMENTE L’ADDIZIONALE IRAP E IRPEF, GIA’ OGGI AL MASSIMO RISPETTO ALLE ALTRE REGIONI ITALIANE, OVVIAMENTE A CARICO DI DIPENDENTI E IMPRESE.
    SE CIO’ NON E’ AVVENUTO, PERCHE’ IL MINISTERO GLI HA CONCESSO UNA DEROGA AD UTILIZZARE ALTRI FONDI DISPONIBILI IN BILANCIO, MA L’ASSESSORE BIANCHI CI AVEVA PROVATO.
    MA COSA BISOGNA FARE PER AVERE UN ASSESSORE AL BILANCIO CAPACE E COMPETENTE, MA SOPRATUTTO CHE SIA SICILIANO?

    Ho capito bene ???!!! Fare un mutuo x pagare dei debiti ??? Cioè contrarre un debito che pagheremo noi cittadini x pagare un debito della regione. E magari tra qualche anno faremo un altro mutuo x pagare gli interessi del mutuo fatto x pagare un debito ….. ma questi sono proprio dei veri scienziati e li paghiamo pure x stare li a prenderci x il c …..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.