Smog, traffico, ambulanze bloccate| "Corso Alberto Amedeo una bolgia" - Live Sicilia

Smog, traffico, ambulanze bloccate| “Corso Alberto Amedeo una bolgia”

Il traffico in corso Alberto Amedeo

I consiglieri della prima circoscrizione: "Necessario cambio di rotta per la salute dei cittadini".

PALERMO
di
12 Commenti Condividi

PALERMO – Aria irrespirabile, smog in aumento, mezzi di soccorso bloccati nel traffico e code infinite per gli automobilisti. A puntare il dito contro l’attuale situazione di corso Alberto Amedeo, in cui è in vigore il doppio senso di marcia, sono i residenti e i commercianti della zona, di cui si fanno portavoce i consiglieri di circoscrizione Francesco Virga, Giuseppe Randazzo e Marco Marceca:

“Il traffico sempre più massiccio è ormai insostenibile a qualunque ora del giorno e della notte, con ripercussioni sulla salute dei cittadini. E’ inaccettabile che dopo l’istituzione della famosa Ztl, nessuno si sia posto il problema dell’incremento veicolare nelle vie perimetrali. Basta guardare le foto di chi è costretto a convivere con questa situazione ogni giorno per rendersi conto di quanto la strada si sia trasformata in una bolgia. I cittadini delle vie perimetrali alla Ztl – aggiungono – sono per caso cittadino di serie b?”

“Chiediamo di valutare l’ipotesi di ripristinare il senso di marcia precedente o di creare delle soluzioni alternative. Ci siamo già rivolti all’assessore al Traffico Giusto Catania, speriamo si trovi un’alternativa. In caso contrario – concludono i consiglieri, provocatoriamente – forse sarebbe meglio chiuderla al traffico”. 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

12 Commenti Condividi

Commenti

    per ridurre l’inquinamento mettere al bando i veicoli a diesel

    Il problema del traffico in corso Alberto Amedeo dipende da piazza Indipendenza.
    Piccoli accorgimenti per rendere più fluido il traffico in piazza Indipendenza:
    1) Evitare che i veicoli provenienti da corso Tukory e diretti in via Basile, debbano passare da piazza Indipendenza, congestionandola ancora di più;
    2) La Polizia Municipale faccia rispettare il divieto di sosta alla fine della curva in salita di Corso Alberto Amedeo, perennemente occupata da auto e cartelli di locali e friggitorie varie, che ostruiscono la carreggiata;
    3) Risegare opportunamente il marciapiede in curva tra la piazza e corso Re Ruggero (vero e proprio collo di bottiglia), per permettere un più agevole imbocco della strada ai veicoli;
    4) Eliminare la fermata degli autobus Amat su corso Re Ruggero, ulteriore causa di rallentamenti, spostandola all’inizio di via Basile, dove la strada si allarga e c’è più spazio.

    Penso sia la strada più inquinata di Palermo, molto più inquinata di prima con l’avvento della ztl, perchè fa parte della bolgia perimetrale, ma il duo Orlando – Catania si guarda bene dall’affrontare tale argomento.

    Ma di via Crispi nessuno si interessa? Dello spaventoso inquinamento di tutto l’anello non-zetaellizzato? Provvedimenti dell’Assessorato mobilità per partito preso e ideologia politica che istituiscono “felici” e non-inquinate zone ztl e pedonalizzazioni sulle spalle di altri abitanti e utenti delle poche strade di libera percorrenza.

    anche l’asse leopardi giuliano piemonte soffre per doppie file croniche davanti noti esercizi commerciali . l’assessore catania pagato da noi però che fa??? la ztl….

    ….. e via Messina Marine ne vogliamo parlare?……. e corso Calatafimi ne vogliamo parlare?……. e corso Dei Mille ne vogliamo parlare? …….. e corso tukory ne vogliamo parlare?…..e via monte pellegrino ne vogliamo parlare?…….e via dei cantieri ne vogliamo parlare?…..e via Imperatore federico ne vogliamo parlare?……e via regione siciliana ne vogliamo parlare??………..CONTINUO, O VA BENE COSI??…..

    Mi sembrano proposte concrete anche se non risolutive. Il problema sta all’origine, e cioè aver imposto la ZTL senza aver creare percorsi alternativi. Per esempio, perché non collegare Via Imera con Piazza Indipendenza?

    Caro Giovanni, se la Polizia Municipale viene impiegata solo per controllare se gli automobilisti che circolano nel centro storico hanno pagato la tassa ZTL, è chiaro che non hanno tempo per altro. Ormai le centinaia di segnalazioni che i cittadini fanno giornalmente al centralino della Polizia Municipale, rimangono lettera morta. Per cui si può parcheggiare tranquillamente in doppia o tripla fila, si può occupare con i loro lussuosissimi camper luoghi pubblici, come i ROM al Porticciolo di Sant’Erasmo o installare bancarelle abusive agli angoli delle strade restringendo la carreggiata. Tutto è lecito in questa città.

    Un invito all assessore alla mobilità, caro anzi carissimo giusto potresti istituire delle navette gratuite nella zona per invogliare gli automobilisti a non usare le loro auto , le navette già le hai e sono le due navette della linea 86 che ogni anno dal 15 giugno al 15 settembre collegavano Addaura con MONDELLO e invece il 15 giugno 2016 sono misteriosamente scomparse mentre le persone sotto il sole aspettavano inferocite alle fermate , ecco usa magari queste navette per alleviare la mobilità in corso a. Amedeo così le decine di miglia di elettori dell Addaura e di corso a. Amedeo sapranno apprezzare al meglio il tuo indefesso operato in favore della lotta continua dura e senza paura contro l inquinamento da smog

    @Tancredi: hai ragione, prima della ZTL invece i vigili erano liberi dal controllo delle multe e non facevano parcheggiare in doppia e tripla fila, la città era un gioiello… Ma perché bisogna dare la colpa di tutto alla ZTL?

    Riguardo invece alla tua proposta di collegare via Imera a piazza Indipendenza, è già previsto dal PRG ed è già stato fatto il bando per la progettazione della strada (che in realtà partirà dalla stazione Notarbartolo ed arriverà al Policlinico seguendo il vecchio tracciato della ferrovia, ormai interrata). I lavori sono stati assegnati nel 2015 e lo studio di progettazione aveva un anno di tempo, ma da allora non se n’è saputo più niente.

    Invito anzi LiveSicilia ad informarsi su questa importantissima strada che potrebbe finalmente migliorare la viabilità di piazza Indipendenza che è veramente una bolgia.

    Altra opera, sempre prevista dal PRG, che aiuterebbe molto la circolazione in zona è la creazione di una grande rotonda in corso Tukory all’intersezione tra corso re Ruggero e via Lodato, facendo sparire quei due benzinai.

    Camminate a piedi e il suv evitate di posteggiarlo davanti la classe della bambina.
    Promuovete anche class action contro tutti i ritardi nei lavori che competono la mobilità (Tram, metro, e compagnia bella). Individuare i responsabili e far pagare loro il risultato di questo disastro quotidiano.

    In corso Alberto Amedeo esiste una corsia preferenziale occupata perennemente da non autorizzati!!! Cosa ci vuole a fare rispettare la norma???

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.