Tram, 20 mila passeggeri al giorno| Amat annuncia 500 parcometri - Live Sicilia

Tram, 20 mila passeggeri al giorno| Amat annuncia 500 parcometri

L'azienda sta sostituendo le macchinette danneggiate e acquisterà 500 parcometri che funzioneranno con bancomat e carta di credito. Nel frattempo, ecco una possibile soluzione per quelle che non danno resto.

Palermo
di
49 Commenti Condividi

PALERMO – Una media di 20 mila passeggeri al giorno, per un totale di oltre 300 mila dal debutto del 30 dicembre scorso: il tram piace ai palermitani e piace sempre di più. Puntuale, comodo, veloce, collega alcune zone periferiche al centro fornendo una valida alternativa agli autobus e ai mezzi privati che devono fare i conti tutti i giorni con il traffico.

La risposta dell’utenza è più che positiva, come dimostrano anche i dati forniti dall’Amat che è molto attiva sul fronte dei controlli: “I verificatori controllano una media di 8 mila tagliandini al giorno e le multe sono state poche”, spiega il consigliere di amministrazione Diego Bellia. In questi primi 15 giorni si contano 30 corse per treno e solo un paio di incidenti lievi.

Non mancano però i problemi, come quello delle macchinette divelte e scassinate per pochi euro. “Ne sono state danneggiate una ventina, che sono state riconsegnate alla ditta – dice Bellia – stiamo studiando un sistema per renderle più sicure. A volte il danno arrecato è ben maggiore del valore della refurtiva. In tutte le fermate però ci sono le telecamere e consegniamo le immagini alle autorità per le indagini”.

Il problema più sentito, comunque, è il fatto che 48 macchinette su 53 non siano predisposte per l’erogazione del resto. “Queste macchinette sono state acquistate 5 anni fa, le abbiamo trovate e quindi utilizzate – aggiunge Bellia – stiamo però avviando le procedure per l’acquisto di 500 parcometri che saranno posizionati in modo capillare e funzioneranno sia per le strisce blu che per i biglietti di autobus e tram: daranno il resto e saranno predisposti per bancomat e carta di credito”. E nel frattempo? La direzione di esercizio ha messo a punto una possibile soluzione: buona parte delle macchinette ad oggi non erogano il resto, ma rilasciano un tagliando che “certifica” il credito residuo che può essere portato a un punto Amat per essere monetizzato. Se il credito arriva a 1,40 euro, però, potrebbe essere sufficiente obliterare i tagliandi rilasciati che cumulativamente varranno come un biglietto.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

49 Commenti Condividi

Commenti

    Cmq con queste medie il tram si ripaga da solo…..

    20 mila passeggeri al giorno ad 1,4 euro . Passeggero ( anche se tra abbonamenti e riuso del biglietto) significa significa 840.000 € al mese.

    Significa 10.080.000 euro l’anno

    Se fossero vere…

    Appena i signorotti che controllano i posteggiatori abusivi fiutano l’affare ci ritroveremo gli ex posteggiatori a vendere i biglietti per il tram……………non e’ meraviglioso?????

    20.000 ….. ma mi faccia il piacere…!

    Ma quelli che “il tram è un’opera inutile e non lo prenderà nessuno” che fine hanno fatto?

    Sembra che debbano per forza convincerci della bonta’del treni
    no elettrico che va in giro per una parte della citta’.Ai cittadini se
    sono 10,20.30.000,i passeggeri che ne usufruiscono non gliene
    interessa tanto.La cosa che da fastidio e’dover pagarne le spese
    anche senza servirsene,con la famigerata ZTL,la piu’ grande in assoluto fra tutte le citta’europee di uguali dimensioni.Ma lo sap
    piamo le cose le facciamo in grande.Anzi non dati questi numeri
    di usufruitori,perche’ cosi si copriranno le spese,e allora vedremo,tolta la tassa dei 100 euro. No.

    Non capisco perché dare uno stipendio al controllore e non sostituire il controllore con un bigliettaio come ai vecchi tempi .Non ci sarebbe nessuno che non faccia il biglietto, la possibilità di poterlo fare sul tram e ricevere anche il resto.Ad Amsterdam per esempio era così ed era veramente comodo. Si eviterebbero anche i costi delle macchinette e i danneggiamenti delle stesse.

    Si potrebbero usare le chiavette caricate con soldi tipo le macchinette delle bibite..???

    MA chi lo dice che sono 20.000? Ah l’Amat! Allora!

    sono aumentati i passeggeri o questi 20.000 li ha persi il servizio autobus??? 2 + 2 fa quattro ma a Palermo, i dati del comune, sanno come farli appattare!!!

    io il tram lo prendo tutti i giorni e mi trovo benissimo, risparmio soldi ( di benzina) tempo
    prima in auto per arrivare al lavoro impiegavo quasi un ora , adesso solo 15 minuti,
    alla faccia di chi gufa. ma scommetto che i gufi lo usano pure il tram ma non avendo nulla da fare criticano tutto.
    per quanto riguarda i biglietti io consiglierei delle carte prepagate a minuti da obliterare a bordo sia quando si sale che quando si scende, cosi da non perdere minuti.

    Roba da matti sei bravissimo in matematica e contabilita, dato che sei cosi bravo togli dal totale le spese di gestione stipendio degli autisti e ci fai saper quanto guadagna l’amat

    Mi convinco sempre di più, leggendo alcuni post, che si parla senza alcun riscontro reale. Io sono uno dei 20.000 e come il sottoscritto tanti altri che, con l’attivazione della tramvia, hanno deciso di abbondanare le auto nei parcheggi ed utilizzare i mezzi pubblici. Se poi si deve fare sempre polemica sterile si accomodi pure. Io personalmente faccio un grande plauso a molti miei concittadini che hanno fatto tale scelta ed invece condanno i tanti panormosauri che invadono le strade senza il minimo rispetto dei divieti e norme che regolano la circolazione in tutte le città del mondo. Adesso faccia lei la somma aritmetica

    il problema delle macchinette, del resto, dei biglietti, del vandalismo è facilissimo da risolvere, basta dare al conducente il compito di erogare il biglietto con resto è tutto , come fanno in tutti gli altri paesi civili ! Se si ha paura delle rapine basta ad ogni capolinea svuotare la cassa e fare salire e scendere il passeggero dalla bussola davanti accanto all’autista

    Ma veramente vogliono farci credere a tutte la cavolate che dicono,compresi i giornalisti? Ma siete consapevoli di ciò che si dice? Ma se fossero reali questi numeri,Palermo non avrebbe più nessun problema di cassa,potremmo vivere solo con e per i tram!!! Ma siamo seri,e le persone invece di “ammuccare”,aprino gli occhi!!!!!!!!

    Ma perchè secondo voi è un’opera utile?

    Brava Francesca, condivido! Sali da poppa ma scendi da prua! E poi chi controlla il controllore?

    Alla faccia dei gufi e chianciananna che abbondano in questa città.
    Fateci un regalo: fatevi venire un bel travaso di bile… Continuate così non cambiate mai…

    Lasciateli parlare, pur di non ammettere le perdite sarebbero capaci di dire qualunque sciocchezza!

    se fosse vero si ripagherebbero persino i costi di gestione di una metropolitana cittadina. allora a che pro quella ZTL dichiaratamente sproporzionata per ripianare i debiti previsti per la gestione del tram? qualcuno sta barando.

    Si sono ritrovate queste macchinette e le hanno messe !tanto il cittadino è cosi stupido che se ne fa del resto e come si dice il resto mancia….al comune.

    Leo,
    secondo me SI!!

    Secondo i 300.000 passeggeri sì

    Salvo, “aprino” è una forma verbale alquanto fantozziana. Tutt’al più si scrive “aprano”. Ad ogni modo, che il tram vada benissimo è sotto gli occhi di tutti. Sempre più gente ne è entusiasta.

    Nel nuovo piano regolatore “Palermo 2025”, olltre alla metropolitana automatica leggera, sono previste altre tre linee tranviarie, che stavolta percorreranno il centro storico e saranno ad induzione magnetica, dunque senza pali elettrificati.

    Certamente i dati smentiscono coloro che asserivano che la tramvia era una opera inutile. Molto probabilmente coloro che lo criticavano e continuano a criticarlo sono fautori del ritorno ai mezzi a trazione animale per spostarsi in città. L’utilità della tramvia, insieme all’intero sistema di trasporto pubblico di massa una volta terminato darà una soluzione valida all’abbattimento all’inquinamento atmosferico in città e non credo, invece, che l’introduzione delle ZTL così pensate, possano dare un contributo all’abbattimento dell’inquinamento bensì darà un forte contributo al bilancio comunale

    non ci arrivi con la testa a capire che il tram è in perdita? costa 30 milioni di euro all’anno e l’amat non ci guadagna nemmeno 1 euro, quindi fallirà

    Se i nuovi distributori di biglietti AMAT funzionassero solo con pagamento elettronico (carte di debito o di credito) avremo i vantaggi:
    Non si necessita di resto;
    Si rende poco interessante il vandalismo a fini di furto del contenuto del distributore;
    Si velocizza l’operazione di acquisto biglietto.

    Mi aspetto l’osservazione: “e chi non ha bancomat?”. Vada a comprare i biglietti al punto vendita con operatore: edicola, tabaccaio.

    Salve sono d’accordo con chi dice che il tram ha risolto i problemi di chi va a lavoro e risparmia tempo e denaro non inquina non ha il problema sel parcheggio etc..etc…
    tutto perfetto quando il tram ti passa davanti o vicino casa……io vorrei sapere da Santa Maria di Gesù per andare in centro a lavorare quale soluzione hanno trovato gli scenziati che hanno progettato i percorsi attuali,in atto per arrivare alla stazione centrale con i mezzi pubblici è un vero supplizio con le modifiche cha hanno apportato,per non parlare eventualmente se uno volesse raggiungere via Oreto nuova utilizzando i sottopassaggi di viale regione……era così complicato collegare il tram da corso Calatafimi a via Oreto consentendo ad un enorme bacino di utenti, (Bonagia Falsomiele Chiavelli Santa Maria di Gesù) a non rimanere tagliati fuori da questo servizio???????????

    ahahaahahahah. Ma quanti rosiconi ci sono in giro?
    Non ci dormono la notte che le fissarie che sparavano prima si siano dimostrate tali.
    Continuate a scrivere che c’è da rotolarsi a terra dalle risate a leggere chi continua imperterrito a cercare scuse per dare addosso al tram. LOL

    @ anna
    Quoto! Le perdite le pagheremo noi cittadini!

    Tra le nuove linee in progetto ce n’è una che da Bonagia scende verso la stazione centrale.
    Ci vuole tempo e ci vogliono soldi. Ma lo scopo delle tranvie è proprio quello di offrire (finalmente) collegamenti decenti tra le periferie e il centro.
    Purtroppo non è possibile accontentare tutti e subito. S’è iniziato con Borgonuovo, CEP, Brancaccio/Sperone e viale Regione. Piano piano si penserà anche agli altri.

    E’ chiaro che sono numeri falsi ai fini propagandistici.

    Ma che gufi ahhah questi sono dati molto gonfiati,te lo dice uno favorevole al tram anche se questo copre solo la periferia.(In parte)

    Purtroppo tutti continuano a non avere le idee chiare su cosa voglia dire trasporto pubblico INTEGRATO. Il tram è solo una componente che assomiglia nella funzione al metrò: assicura cioè un collegamento a grande scala. Ciò significa ad esempio che non serve ad assicurare da solo lo spostamento casa-lavoro, a meno che non si sia così fortunati da avere le fermate nei pressi di casa e lavoro. Per il resto bisogna che un servizio pubblico più capillare, come quello degli autobus assicuri i collegamenti di piccola scala, cioè di quartiere, per capirci. Per essere ancora più chiari: se sei un cuoco di un ristorante di Piazza Marina e abiti in corso dei mille zona Forum prendi il tram e arrivi alla stazione centrale; qui devi trovare chi ti porta per via Roma ovvero un autobus. C’è il 101 è vero, ma se non è frequente, rapido e puntuale – e questo mi sembra avvenga raramente – tu arrivi in ritardo e il ristoratore la prima volta ti fa il predicozzo e se non esci da casa mezz’ora prima o vieni col mezzo privato ti licenzia.
    Risultato: E’ inutile pensare a fantomatici tram a levitazione per il centro storico che costano l’ira di dio, scompensano il tessuto storico e non risolvono nulla, quando basterebbe ottimizzare le linee di autobus rendendole più efficienti. Da quello che leggo in giro però sembra che l’AMAT abbia approfittato del tram solo per tagliare linee e corse tradizionali (dunque costi ed investimenti) piuttosto che integrarle in un sistema ottimizzato, intendendo il tram solo come un sostituto dell’autolinea. Non c’è niente di più trasportisticamente sbagliato! I modi di trasporto funzionano come un orchestra: il violino fa gli acuti e il contrabbasso fa… lo dice la parola stessa. Quale direttore d’orchestra darebbe al contrabbasso la partitura del violino?

    Beddamatri ma la punteggiatura la studiasti a Lo’nhdon????

    Il tram è un mezzo utilissimo, in generale, per gestire servizi collettivi, bisogna avere la capacità e la preparazione necessaria per poter farli funzionare,tuttavia il tram è per me una buona cosa. ho una domanda da porre,vivo a milano e passo molte ore del mio tempo tra tram e metro,non ho mai visto macchinette che erogano biglietti posizionate in strada.forse per evitare che venissero scassinate? vai in tabaccheria,al bar,dentro le stazioni,in edicola e ti compri il biglietto,come può Palermo permettersi di mettere distributori all’esterno. La smania di rendere La città più moderna ed europea sfocia nella schizofrenia.

    Anna, il tram costa circa 15 milioni di euro. Tutti i sistemi di trasporto pubblico sono in perdita. Gli enti pubblici finanziano i gestori per garantire il servizio ai cittadini. ATM Milano percepisce dal comune di Milano 750 milioni di euro ogni anno da contratto di servizio per garantire bus, tram, metropolitane, filobus, bike sharing e car sharing ai milanesi. La regione Lombardia ne sgancia 400 milioni a Trenord per il servizio ferroviario regionale. Non esiste sistema di trasporto pubblico locale che non percepisca risorse pubbliche e il tram di Palermo non farà certo eccezione.

    Il 101 con il nuovo piano dei bus, che per intenderci io non apprezzo in maniera particolare, avrà una corsa ogni 4 minuti. In ogni caso dice una cosa errata. I bus non bastano, sull’asse centrale Stazione Centrale – Stadio servirebbe una linea metropolitana, perché il numero di passeggeri stimati per ora è di 10.500 pax/h con picchi di 19.800 pax/h nelle ore di punta. Ci sono degli studi del comune e dell’università a dirlo. Un bus o un tram su questo asse garantirebbe un’offerta di trasporto pubblico assolutamente sottodimensionata, in quanto deve considerare che il sistema di bus più efficiente può garantire al massimo 2.000 – 3.000 pax/h, mentre un sistema tranviario al massimo può garantire un’offerta di trasporto pubblico intorno ai 5.000 – 6.000 pax/h, non di più! Il tram è perfetto per i percorsi delle attuali 3 linee e si possono fare altri percorsi dove la domanda lo giustifica. Sull’asse centrale però ne tram ne tanto meno i bus come proposto da lei, potrebbero garantire un’adeguata offerta di trasporto pubblico.

    In realtà la linea per Bonagia per quanto ne so partirà da Piazza indipendenza e non dalla stazione centrale, in ogni caso spero che ci stiano lavorando.

    * anna vorrei che si rendesse conto quanto le informazioni sbagliate su cui basa le sue idee sul tram, la portino a pensare e scrivere cose altrettanto sbagliate. Le vorrei dare un consiglio: legga, legga di più. Secondo me Lei non è stupida, anche se scrive cose stupide. E’ solo male informata.

    Perché i soli ricavi dei biglietti e degli abbonamenti non sono sufficienti.

    Capisco che è difficile farsi capire specialmente in una città che non ha mai avuto alcun mezzo di trasporto pubblico alternativo al bus. Ribadisco: io non sono contro il tram così come non sono contrario a nessun altro mezzo di trasporto pubblico. Anzi! Solo che il tram non serve per sostituire un altro mezzo, ma per funzionarie insieme ad altri “mezzi” (si dice meglio “modi”) come il bus, mentre a volte può anche essere alternativo alla metropolitana perchè dedicato a spostamenti alla stessa scala, ma non sempre, specie quando i numeri sono grossi. Del resto ci era arrivato lei sig. Calò quando dice che il tram su certe tratte non basta. E rispetto al suo pensiero dico: il lavoro che fa per ora il 101 è quello di sostituire impropriamente un metrò che non c’è. Per questo non servirebbe nemmeno il tram a “levitazione universale”:-D in quella tratta e men che meno in Via Roma o nel centro storico. Dunque la domanda corretta è: quale problema risolve ogni “modo” di trasporto? La risposta è ognuno fa il suo lavoro a partire dal grande spostamento (metrò), per passare nelle tratte medie (tram), e nei “piccoli” spostamenti ma più capillari (bus). E’ come un albero che parte tal tronco e si dirama. Come può capire da solo il sistema di trasporto pubblico a Palermo oggi potrebbe essere solo un pò meglio di ieri, ma resta molto scompensato perchè i bus mentre da una parte dovrebbero completare il lavoro del tram con tratte brevi e capillari, dall’altra fanno ancora il lavoro del metrò su tratte lunghe o lunghissime (se li ricorda i vari nn. 2 o 4 di una volta?). Spero per lei sia più giovane di me e non averne memoria.

    Gli Orlandiani potranno essere battuti di nuovo con Berlusconi in campo come già avvenne nel 2007 ma lasceranno molte macerie.

    Si vede che lei non ha mai usufruito del servizio…. Il resto se lo ammucca il passeggero successivo che fa il biglietto dopo colui il quale ha immesso più di 1,40 per fare il suo di biglietto.

    Cavolate facilmente dimostrabile vedete il bilancio rosso che ci sarà tra un anno

    Per Elena : Scrivo da Ginevra, dove da ben 50anni c’é il tram. I nostri conducenti non sono abilitati ad emettere biglietti. Inoltre, é una perdita di tempo per il conducente.
    Si immagini la fila di 5 e piu persone tra chi non ha gli spiccioli, tra chi vuole pagare in Euro e non in Franchi (le ricordo che siamo una città di frontiera e le nostre macchinette sono abilitate a dare il resto sia in Franchi che in euro ed accetano tutti i tipi di carte di credito). Il conducente che perde tempo a fare ogni biglietto e si accumulano i ritardi. E poi, come al solito, i passeggeri se la prendono con il conducente. Le pare giusto ???
    E siamo in Svizzera. E secondo Lei, questo é un paese incivile ???

    Complimenti a Palermo per il tram; non vedo l’ora di provarlo.
    PS : i veicoli sono tra l’altro della stessa dita della nostra società dei trasporti, TPG

    era un pomeriggio di qualche giorno fa , sono residente in zona P13 (con annesso pass residenti) decido di posteggiare la macchina di fronte il cinema Jolly (per intenderci di fronte la stazione Notarbartolo)per prendere il tram ed arrivare in corso calatafimi. Dopo aver posteggiato arriva il posteggiatore più anziano e grosso con un orecchino all’orecchio sinistro (credo) il quale mi dice: quanto devo stare, faccio presente che sono residente….e LUI : SI MA MI L’HA DIRI QUANTU HA STARI PICCHì SE NO IO UN VEGNù CHIù A TRAVAGGHIARI POMERIGGIO; RISPONDO : guardi se vuole cambio residenza …. al che la situazione inizia a prendere toni poco pacati , lo registro con il cellulare , ma demordo dal chiamare le forze dell’ordine in quanto avrei perso solo tempo io e fatto perdere tempo a loro distogliendoli da reati magari più importanti. decido quindi di andare in corso calatafimi in macchina. aimè non ho potuto ancora usufruire del tram

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *