Valeria Grasso aderisce a Idv | "E' qui il mio posto" - Live Sicilia

Valeria Grasso aderisce a Idv | “E’ qui il mio posto”

Era stata scelta da Crocetta come Sovrintendente della Foss. Ma il suo contratto scaduto qualche mese fa non è stato rinnovato. Il segretario nazionale del partito Messina: "Un'adesione che dimostra il nostro impegno contro la criminalità".

L'imprenditrice antimafia
di
11 Commenti Condividi

PALERMO – “Dopo anni di denunce avevo già deciso di portare in giro per l’Italia la mia testimonianza, quella di una persona che ha detto no alla mafia e che ha scelto di vivere una vita non da fantasma ma da donna viva. Ho scelto Italia dei Valori perché credo sia qui il mio posto. E’ il partito che, per anni, ha sempre portato avanti la lotta contro la mafia ed ogni forma di illegalità ed è stato il primo che mi ha dato voce quando ero completamente sola ed abbandonata dalla Istituzioni. Oggi è quindi giusto che il mio posto sia qui”. E’ quanto dichiara Valeria Grasso, testimone di giustizia e imprenditrice siciliana da poco tornata nella sua terra, da localita’ protetta. “E’ cosi’ che lo stato vince, con i testimoni di giustizia che non sentendosi soli, denunciano e non sono costretti a dover fuggire. La legalità è conveniente  – dice Ignazio Messina, segretario nazionale dell’idv durante la conferenza stampa – e la battaglia contro le mafie, è il marchio di Italia dei Valori. L’adesione di oggi di Valeria Grasso che si occuperà del laboratorio nazionale dell’Idv contro le mafie, rappresenta l’ennesima conferma dell’impegno nelle lotta senza quartiere alla criminalità organizzata. Contro la corruzione proponiamo la reintroduzione del falso in bilancio, l’allungamento dei termini di prescrizione e la confisca del patrimonio dei corrotti e corruttori applicando la normativa antimafia. In tema di beni confiscati, portiamo avanti il nostro progetto di legge per la gestione e la vendita dei beni quale opportunità sociale e di sviluppo per il Paese e il messaggio che riusciremo a dare sarà di grande impatto. Pensate ad un imprenditore che ha perso la sua azienda perché la mafia lo ha distrutto e lo Stato gli riconsegna i beni confiscati e gli crea le condizioni per andare avanti, cio’ rappresenterebbe un un risultato straordinario. Questi sono gli obiettivi che la nuova Idv si pone ed insieme a Valeria siamo sicuri di riuscirci”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

11 Commenti Condividi

Commenti

    Come si capisce che Messina non capisce nulla di legislazione antimafia, e non solo antimafia. La vendita dei beni confioscati è una delle cose più pericolose che possa esistere rispetto alla normativa La Torre. Vendere i beni confiscati vuol dire praticamente farli acquistare agli stessi mafiosi ai quali quei beni sono stati conficati. Preciso con ciò non voglio dire che Messina vuole agevolare ciò, assolutamente. Ma fa capire come Messina non capisca nulla della materia. meno male che è stato deputato. A CASA

    Un’altra esperta del Nulla…

    Arricchisce ora nell idv con Messina e mule’

    Non è così …primo non potrebbero ricomprarli se non con prestanomi, ma anche se così fosse i capitali x l acquisto sarebbero controllati circa la provenienza e se i capitali sono legittimi non c e motivo x cui non potrebbero ricomprarli. Il principio della confisca è che i fondi x l acquisto provengono da attività illecite ma se i fondi sono leciti e legittimi chiunque li potrebbe acquistarli….l importante è che da tutte queste confische lo stato e la collettività possano trarne vantaggi e che i vantaggi non vadano solo ai pochi che li amministrano.la ricchezza deve girare solo così si esce dalla crisi.

    Grande acquisto per un grande partito.

    viri chi guadagnò, una pietra miliare , ora risorgeranno come lazzaro

    Che sarebbe ‘st’IdV???

    Bene..Valeria Grasso persona di grande spessore .Auguri da Trapani …

    Avresti solo una briciola del coraggio che ha avuto lei prima di commentare …ma forse parli per conflitto di interesse….fa paura chi sceglie di mettere in discussione la mafia scegliendo di denunciare e continuare a vivere e fare impresa nello stesso territorio….un atto concreto contro la mafia e la cultura mafiosa

    Auguri tenetevela bella stretta. Se questa è antimafia io sono superdotato

    In bocca a lupo x questa nuova esperienza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *