Una bimba e l'inferno degli abusi | Pena esemplare: anziano in carcere - Live Sicilia

Una bimba e l’inferno degli abusi | Pena esemplare: anziano in carcere

Foto d'archivio

Vittima una bambina di 9 anni, figlia della convivente dell'imputato.

0 Commenti Condividi

PALERMO – La condanna è definitiva. Per l’imputato si aprono le porte del carcere. Ci resterà per 14 anni. La Cassazione chiude la vicenda giudiziaria di un settantenne che abusò sessualmente della figlia della convivente.

Fu la bambina, che all’epoca dei fatti aveva 9 anni, a raccontare il suo inferno fatto di violenze e orrori. I fatti sono del 2009. L’anziano obbligava la piccola, a casa e in macchina, a ripetere, da sfortunata protagonista, le scene dei film pornografici. Le diceva che era un gioco. Un gioco da tenere nascosto, soprattutto alla mamma. E il silenzio aveva retto per due anni lunghi anni.

Finalmente, nel 2011, la bambina divenuta ragazzina trovò la forza di raccontare tutto alla madre e poi alla psicologa delegata dal pubblico ministero Alessia Sinatra che invocò e ottenne, al termine del processo di primo grado, una pena esemplare.

La condanna a 14 anni fu confermata in appello, compresa la provvisionale per il risarcimento danni alla vittima e ai familiari, assistiti dagli avvocati Massimo Motisi e Cinzia Calafiore. L’imputato dovrà sborsare 140 mila euro, ma il danno definitivo deve ancora essere quantificato in sede civile.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *