Aggredito e derubato dell'iPhone| Deputato fa arrestare il rapinatore - Live Sicilia

Aggredito e derubato dell’iPhone| Deputato fa arrestare il rapinatore

Cosimo Verduci

Il parlamentare regionale Giorgio Ciaccio ha riconosciuto Cosimo Verduci, 22 anni, dopo un altro arresto: la sua foto era sul giornale. Con un altro giovane lo aveva rapinato nella zona della Kalsa.

Palermo
di
5 Commenti Condividi
PALERMO – Ha riconosciuto il suo aggressore tra le foto degli arrestati apparsi sul giornale. Era un componente della banda dell’iPhone che aveva preso di mira anche lui, il deputato regionale del Movimento 5 Stelle Giorgio Ciaccio, rapinato nella zona della Kalsa il 20 dicembre del 2013.
E’ finito così nuovamente in trappola Cosimo Verduci, 22 anni, sottoposto agli arresti domiciliari. Ciaccio aveva denunciato tutto subito dopo il colpo: due giovani lo avevano fermato e con la scusa di chiedergli l’ora lo avevano colpito e derubato del suo iPhone 4. La Digos aveva avviato le indagini per risalire ai responsabili, immortalati tra l’altro dalle telecamere che si trovano nella zona, ma la svolta è arrivata quando la vittima ha riconosciuto Verduci in fotografia.
Quest’ultimo è infatti già stato arrestato per una rapina messa a segno con le stesse modalità in via Monteleone, sempre nel centro storico. In quel caso, insieme a tre minorenni, aveva scaraventato la vittima sul cofano dell’auto per rubargli il telefono. Impugnando una bottiglia rotta era riuscito anche a farsi consegnare venticinque euro. Le indagini della polizia proseguono per individuare il giovane con cui il malvivente è entrato in azione alla Kalsa.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Bravo parlamentare!!

    Piccoli delinquenti senza onore e rispetto per gli altri esseri umani spero che qualche anno di galera li aiuti a pensare che la vita si deve vivere in maniera onesta e rispettando gli altri uomini.

    Cercate di cambiare adesso siete la vergogna della citta`!!!

    solo arresti domiciliari……mha

    getatte via le chiavi o mandatelo 2 anni in Siberia

    ED INFATTI DOPO IL PRIMO ARRESTO ERA GIA FUORI DOPO POCHE ORE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.