Il Gigante sa anche soffrire | Neapolis ko, il sogno continua - Live Sicilia

Il Gigante sa anche soffrire | Neapolis ko, il sogno continua

Catania e Chiavaro consegnano i tre punti all'Akragas al termine di una gara complicata. I biancazzurri concludono in dieci per l'espulsione dello stesso capitano. Tre punti fondamentali in chiave promozione.

4 Commenti Condividi

AGRIGENTO – Alla fine di una partita al cardiopalma condita da sei minuti di recupero di sofferenza, l’Akragas riesce a portare a casa tre punti pesantissimi contro la Neapolis che gioca un buon secondo tempo, dopo aver subito i padroni di casa nel primo. Quelli di oggi sono tre punti importanti per la squadra di Feola, che diventano ancora più importanti in concomitanza con il pareggio del Torrecuso a Montalto. La partita comincia già subito bene per l’Akragas che si porta in vantaggio con Catania che con un diagonale su cross dalla destra. Il vantaggio arriva dopo 5 limpide occasioni per i biancazzurri di casa, fermate dall’ottimo portiere Liccardo, autore di una buona partita.

Nel primo tempo l’Akragas ha altre occasioni importanti con Meloni ma il doppio vantaggio arriva grazie al colpo di testa di Chiavaro che insacca sugli sviluppi di un calcio di punizione al minuto 44. Col doppio vantaggio in tasca l’Akragas scende in campo più tranquilla nel secondo tempo, concedendo troppe occasioni agli ospiti, che nel primo tempo avevano tirato in porta solo una volta (ottima risposta di D’Alessandro su Moxedano).

In seguito ad alcune occasioni, la Neapolis colpisce con Prisco che batte D’Alessndro sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Negli ultimi minuti l’Akragas perde Chiavaro per doppia ammonizione e subisce le incursioni di Moxedano e compagni che non riescono però a pareggiare. Alla fine dei sei minuti di recupero, è festa grande all’Esseneto per i tifosi di casa che esultano doppiamente per il pareggio del Torrecuso. L’Akragas di un grande Baiocco e di uno strepitoso D’Alessandro si porta a più 7 in classifica, inseguita da Agropoli e Torrecuso.

TABELLINO

AKRAGAS-NEAPOLIS 2-1 (29′ Catania, 44′ Chiavaro, 65′ Prisco) 

AKRAGAS: D’Alessandro, De Rossi, Dentice, Baiocco, Vindigni, Chiavaro, Tiscione (79′ Bonaffini), Trofo, Meloni (87′ Terminiello), Savanarola (92′ Tresor), Catania. A disposizione: Lo Monaco, Pellegrino, Longoni, Risolo, Arena, Perrone. All.: Feola.

NEAPOLIS: Liccardo, Accardo, Perna (42′ Della Guardia), Sekkoum, Nocerino, Allocca, Manzo (46′ Pisani), Liccardo C., Prisco, Moxedano, D’Auria (74′ Solitro). A disposizione: Castigliola, De Biase, Murolo, Landi, Bisogno. All.: Mandragora.

ARBITRO: Davide Miele di Torino (Cino-Bellini)

NOTE – Ammoniti: Chiavaro (A), Moxedano (N), Liccardo C. (N), Nocerino (N) – Espulsi: Chiavaro (A) all’85’


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    sono praticamente il lega pro!!!!!!!! il prossimo anno akragas atania e saremo tutti li

    non ci ferma piu’ nessuno la lega pro e’ COSA NOSTRA

    siiiiiiiiiiiiiiiiii godiamo in lega pro silvio alessi sindaco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *