Via libera al ddl anticorruzione - Live Sicilia

Via libera al ddl anticorruzione

Oggi la Camera ha approvato il nuovo decreto in materia di anti corruzione. Inasprite le pene, previsto il nuovo reato di “traffico di influenze”, incentivi e garanzie ai dipendenti pubblici che denunciano illeciti. Soddisfatto il ministro Severino che assicura una norma sull'incandidabilità dei condannati per corruzione prima delle prossime elezioni.

480 SI, 19 NO E 25 ASTENUTI
di
0 Commenti Condividi
Paola Severino

Paola Severino

ROMA – La Camera ha definitivamente approvato, oggi, il ddl anticorruzione, dopo aver votato ieri la fiducia al Governo. Il decreto è passato con 480 sì, 19 no e 25 astenuti. Hanno votato a favore tutti i partiti che sostengono il governo e la Lega, nonostante il voto contrario di ieri. Contrari l’Idv (Di Pietro auspica che Napolitano lo rinvii alle Camere) e D’Alessandro, astenuti i Radicali.

Il decreto prevede: l’istituzione di una nuova Autorità nazionale anticorruzione, responsabile per la lotta contro la corruzione in tutti gli enti pubblici, enti locali inclusi. Le norme impongono una maggiore chiarezza e trasparenza dell’attività delle amministrazioni pubbliche, in particolare per gli appalti e gli incarichi in società a controllo pubblico.
Inasprisce le pene per i reati coinvolti, ridefinisce il reato di concussione e introduce il reato di “traffico delle influenze”, l’intermediazione tra il funzionario pubblico e chi vuole ottenere favori, previsto dalla normativa europea. Il decreto prevede introduce inoltre incentivi e garanzie per i dipendenti pubblici che denunciano episodi di corruzione.

Il ddl contiene anche la delega al governo per una nuova legge  sull’impossibilità di candidarsi  a cariche pubbliche per i condannati per reati connessi alla corruzione.La guardasigilli Severino, soddisfatta per la grande condivisione del progetto, si è impegnata affinché la norma sulla incandidabilità sia approvata entro le prossime elezioni.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *