Assemblea del Pd a Milano | "Circoli siciliani penalizzati" - Live Sicilia

Assemblea del Pd a Milano | “Circoli siciliani penalizzati”

L'iniziativa è partita da alcuni circoli palermitani su iniziativa di Antonio Ferrante.

LA LETTERA
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – Sono oltre cinquanta i circoli Pd che, in seguito alla lettera inviata da Antonio Ferrante, componente dell’Assemblea Nazionale del PD, chiedono al segretario nazionale del Pd, Matteo Renzi, “di non tenere a Milano l’Assemblea Nazionale prevista per il prossimo 30 giugno”. “L’iniziativa, partita da alcuni circoli palermitani che ne hanno poi coinvolto numerosi altri, tende a sensibilizzare la segreteria nazionale sulle difficoltà, per chi vive in Sicilia, di raggiungere Milano ma anche per rivendicare un ruolo centrale per la Sicilia in vista delle prossime scadenze elettorali”, si legge in una nota.

“L’iniziativa è nata dai circoli oltre ogni area e corrente – ha affermato Ferrante – ho inviato nuovamente la mia lettera al segretario nazionale perché credo che la Sicilia non possa essere ancora penalizzata da ragioni logistiche, visto l’alto costo della trasferta, che diventano politiche se si pensa che in un momento così importante servirebbe la vicinanza del partito nazionale e non certamente l’informazione che l’assemblea nazionale dei circoli, che per noi rappresentano il cuore del nostro partito, si tiene quanto più possibile lontano dalla Sicilia”.

“Confido in un intervento di Renzi – ha concluso Ferrante – che possa rassicurare quanti, per ragioni economiche, vorrebbero essere parte di un momento di condivisione importante e invece rischiano di restarne fuori e porterò la questione nella prossima direzione regionale del 19 perché tutto il Pd siciliano ne venga investito”.

Sottoscrivono i seguenti circoli territoriali e d’ambiente.

Palermo città: Federica Tarantino 7* Pallavicino- Zen, Antonio Scordi Amat e trasporti integrati, Giovanni Accardi 1* Centro storico, Antonio Spallino 2* Brancaccio, Marcello Di Martino 3* Oreto, Marcello Rosano 4* Cuba Calatafimi, Filippo Carnesi 5* Noce Borgo nuovo, Rosa Cordaro 6* San Lorenzo Cep, Enrico Napoli 8* Libertà Politeama.

Palermo Provincia: Salvatore Roccalumera Capaci, Silvio Piombino Isola Delle Femmine, Angelo Gargano Collesano, Daniele Tumminello Cefalù, Tania Licciardi Ustica, Maria De Vincenzi Roccapalumba

Trapani: Maria Concetta Serse Trapani, Giuseppe Vultaggio Salemi, Messina Antonino Custonaci, Antonella Milazzo Marsala, Vincenzo Accardo Campobello, Giulia Calvaruso Alcamo, Salvatore Tammaro Favignana, Gerardo Savarino Partanna, Leo Bica Calatafimi, Francesco Giaquindo Castellammare, Francesco De Blasi Mazara, Monica Di Bella Castelvetrano, Giovanni Simonte Erice, Matteo Fontana Gibellina, Elena Vultaggio Buseto, Giuseppe La Francesca Pantelleria.

Agrigento: Silvia Licata Agrigento, Alfonso Galluzzo Aragona, Stefano Tese’ Realmonte, Giuseppe Palmeri Lampedusa e Linosa, Annalisa Bavetta Montevago, Gaetano Bosciglio Cianciana, Filippo Plano Raffadali, Calogero Cala’ Campobello di Licata.

Siracusa: Flora Incontro Villasmundo, Angelo Greco Akradina-Grottasanta, Angelo Bonanno Floridia, Salvo Sbona Melilli, Seby Bennardo Buccheri.

Catania: Piera Di Stefano San Gregorio, Antonio Caruso, Motta Sant’Anastasia, Adele Palazzo Catania Centro Storico.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
3 Commenti Condividi

Commenti

    Ma se uno sceglie di militare in un partito centralista, nordista, antimeridionale e predatore della Sicilia poi ha poco da lamentarsi.

    “state sereni” ci pensa Renzi.

    Esiste ancora il PD in Sicilia ? A Palermo é scomparso , infatti alle amministrative ha perso pure il simbolo , lo stanno ancora cercando , se lo trovano forse , ma non
    sono sicuri lo presenteranno per le regionali . Poi che non possono raggiungere
    Milano per ragioni economiche , sembra una notizia strappalacrime , ma poi ,
    esistono le videoconferenze , ecco perché poi perdono le elezioni , non si modernizza
    no , comunque il tempo per fare una colletta c’é .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.