Assenteismo a Castelbuono| Due dipendenti tornano al lavoro - Live Sicilia

Assenteismo a Castelbuono| Due dipendenti tornano al lavoro

La telecamera dei carabinieri davanti alla biblioteca di Castelbuono

Annullata la misura cautelare della sospensione per otto mesi.

TRIBUNALE DELLA LIBERTà
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Misura cautelare annullata. Santi Sottile e Antonietta Signorello possono tornare al lavoro. Sono due dei dipendenti indagati per assenteismo nei comuni di Collesano e Castelbuono. La Procura di Termini Imerese gli contestava rispettivamente sette e ventidue ore di assenza ingiustificata.

Non si conoscono ancora le motivazioni con cui il Tribunale della libertà ha accolto il ricorso degli avvocati Roberto Tricoli e Santi Geraci, annullando la sospensione di otto mesi dal servizio che gli era stata inflitta lo scorso aprile. I legali hanno sostenuto che Sottile sia un dipendente diligente che si è allontanato dal posto di lavoro solo ed esclusivamente per ragioni di servizio. In particolare per controllare l’andamento di alcuni cantieri comunali. Hanno allegato alcuni documenti da cui è emerso che Sottile ha prestato più ore di lavoro rispetto a quelle previste dal contratto e a volte proseguiva la sua attività anche a casa pur d rispettare gli impegni.

Nel caso di Signorello, l’avvocato Vincenzo Lo Re ha dimostrato che è vero la dipendente andava in chiesa, non pregare però visto che era addetta all’archivio parrocchiale in base ad un’apposita convenzione.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *