Cancellieri e il caso Fonsai | "Non lascio, sono serena" - Live Sicilia

Cancellieri e il caso Fonsai | “Non lascio, sono serena”

Il ministro, secondo fonti di Palazzo Madama, riferirà martedì alle 16 in Senato sul suo intervento riguardo alle condizioni di salute in carcere di Giulia Ligresti.

bufera sul guardiasigilli
di
16 Commenti Condividi

ROMA – Il ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri riferirà martedì alle 16 in Senato. Lo si apprende da fonti di Palazzo Madama. Sono serenissima e tranquilla, pronta a rispondere a qualunque domanda. Il mio è stato un intervento umanitario, mosso da un detenuto che poteva morire. Se fosse morta cosa sarebbe accaduto?”. Lo ha detto il ministro della giustizia, intervistata dal Tg1, sul suo intervento riguardo alle condizioni di salute in carcere di Giulia Ligresti. Non siamo tutti uguali davanti alla legge? Certo! Non ci sono detenuti di serie A e serie B. Dobbiamo lottare per migliorare il sistema carcerario, ma queste cose non aiutano”.

“Ho sensibilizzato il Dap perché venisse fatto quanto di loro competenza per la tutela della salute dei carcerati”, spiega ai magistrati il ministro, la cui amicizia con la famiglia Ligresti è nota, così come il fatto che il figlio, Piergiorgio Peluso, sia stato dirigente della Fondiaria Sai. Peluso, interrogato nei mesi scorsi dai magistrati torinesi, non è indagato.

“Qualsiasi cosa io possa fare conta su di me, non lo so cosa possa fare però guarda son veramente dispiaciuta”, dice in una telefonata intercettata dalla Guardia di Finanza di Torino, il ministro Cancellieri alla compagna di Salvatore Ligresti, Gabriella Fragni, il 17 luglio scorso a poche ore dal provvedimento che, nell’ambito dell’inchiesta Fonsai, dispose gli arresti domiciliari per l’ingegnere.

“La vicenda legata al passaggio di Giulia Ligresti dall’arresto in carcere, durato un mese, ai domiciliari, induce il MoVimento 5 Stelle a presentare la mozione di sfiducia individuale nei confronti del ministro della Giustizia, Anna Maria Cancellieri”. Lo annuncia, in una nota, il Gruppo M5S alla Camera. Con la mozione di sfiducia “il MoVimento 5 Stelle intende non solo mettere il ministro di fronte alle proprie responsabilità, ma anche ricevere tutte le informazioni del caso”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

16 Commenti Condividi

Commenti

    il ministro cancelleri ha fatto la stessa cosa quando hanno arrestato il ladro di mele? sono sicuro di si. Il ministro è molto attento ai problemi dei detenuti ai problemi della giustizia. Signora ministro mi faccia il piacere….si dimetta torni a fare la pensionata di lusso, non sono comportamenti degni di un ministro. Quando berlusconi ha chiamato la questura di milano per rubi è successo un casino nazionale, adesso è un caso umanitario, non crede signora ministro che sia il caso di smetterla?

    Come diceva il grande Totò “ma mi faccia il piacere….”. Ma dico quando truffavano tutti sani e belli,ora tutti malati? Fatela curare va bene ma in galera!!!!

    Quello che fa più schifo è l’intreccio politico affaristico intrallazzista a tutti i livelli ,questa signora se era sincera doveva prendere le distanze da questi affaristi nell’attimo in cui sono stati arrestati .una 10 1000 100000 intercettazioni se servono a far uscire fuori il marcio

    Il Prefetto, prima mette le mani avanti e orgogliosamente ammette che continuerà a tenere la testa alta, poi, senza neppure guardare in faccia il suo prossimo, con quella sua testa che più alta non può essere, giù una bella stilettata al buonsenso e a tutti quei matti che si sono permessi di far rilevare che quel suo promettere al telefono non è stato proprio in linea né con la sua deontologia di prefetto né con quella di ministro. Non tenendo per niente conto che per meno, molto meno, anzi per fatti puramente inventati ad arte, altri, per il solo fatto di abitare sull’altra sponda della politica, dopo essere stati inchiodati con tutti i chiodi del vilipendio, hanno dovuto lasciare l’incarico, qualsiasi sia stato. Inoltre, la magistratura, abbracciando l’obbligatorietà dell’azione penale, piantando altri chiodi sulla loro onorabilità e la loro buona fede, li ha subito indagati. E tutt’intorno, mentre calici e brindisi si alzavano al cielo, fioriva tanta sinistra gioia. O no?

    L’Italia continua a dare il peggio di sè! Come è possibile che dietro ciascun personaggio politico influente c’è dietro sempre qualcosa di losco? Il figliuolo prende da Ligresti una buona uscita da un milione e quattrocento mila euro come se fossero patatine, poi mi sembra normale che la mammina ministra voglia tutelare i poveri carcerati! Come dice Grillo: VaffaDAY!!!!!!

    Il potere in Italia è sempre stato sporcizia pura ma in quest’ultimi 20 anni hanno superato per nefandezze pure i regnanti della Francia della periodo ante-rivoluzione nel 18° secolo

    napolitano e cancellieri tradiscono lo spirito della repubblica, della democrazia e della costituzione oltre il loro giuramento di fedeltà e di lealtà verso lo stato:
    devono essere allontanati immediatamente dal potere pubblico istituzionale
    http://www.ilcittadinox.com/blog/il-tradimento-e-un-crimine-e-va-punito.html
    Gustavo Gesualdo
    alias
    Maximilien François Marie Isidore de Robespierre detto l’Incorruttibile

    E così si è preoccupata che la li gresti potesse morire in carcere… Che grande ministro … Che sensibilità … Un ministro al di sopra delle parti… Sicuramente potrà dimostrare che lo ha fatto con altri cento detenuti… Che si è preoccupata x tutti… Ma mi faccia il piacere… Si dimetta subito se ha un minimo di pudore… Che schifo i poveracci che rubano tre litri di benzina in galera e la plurimiliardaria ladra scarcerata subito… Che vergogna questa Italia!!!!

    Si dicono tutti ” sereni ” sti bugiardi !
    Lo sa la cancellieri che non bisogna fidarsi di:
    Serenitá d´inverno e nuvole d´estate
    pianto di donna e caritá di frate.

    Aggiungerei: ma ci rendiamo conto che i banchieri e imprenditori disonesti, vedi Parmalat, Montepaschi, hanno derubato i cittadini dei risparmi di una vita. Questi farabutti: uomini e donne hanno scialato nel lusso più sfrenato sulla pelle della brava gente. Cancellieri a casa, altro che dichiarazioni del tipo “sono serena”, guarda caso sempre in prima linea da Monti a Letta/Alfano.
    Per concludere: i nostri figli disperatamente senza futuro, non importa se bravi, onesti, intelligenti. Però il figlio della Cancellieri, come TUTTI i figli della CASTA impostati nei posti migliori. Politica di merda.

    Enzo ,sono 3.500.000,00 euro

    Io che pago come tantissimi altri fessi le tasse, mi sento offeso, umiliato da questa merda di persone che meritano di marcire in prigione. Ancora una volta l’agenzia delle entrate ha bussato alla mia porta facendomi venire un infarto, gli altri due me li ha fatti venire negli scorsi anni ( ho vinto la causa dopo 5 lunghissimi anni) tutto a danno della mia precaria condizione di salute. Ritornano alla carica con altra merdata di 10000 euro come se fossero noccioline, si ripete di nuovo la vecchia situazione ( legale acchiappa soldi) facendomi passare altro Natale di merda. Mi chiedo ma che schifo di stato di merda è questo, ai signori delle slot machine hanno condonato 10 manovre finanziarie cioè 97 miliardi di euro, al sottoscritto chiedono il sangue in un corpo oramai anemico. Con amarezza dico: Governo di Merda mi fate veramente schifo! Spero solo nella rivoluzione sociale.

    siccome il ministro è intervenuta con il dipartimento penitenziario l’unica cosa che poteva ottenere era una attenzione maggiore sullo stato di salute della detenuta, tant’è che il procuratore Caselli, amico di tanti commentatori giustizialisti di Palermo, ha confermato la cosa. io non ci vedo nulla di strano in quello che ha fatto il ministro. ha semplicemente applicato la carta dei diritti dei detenuti. quello che ad esempio fanno i garanti per i diritti dei detenuti, che intervengono su istanza dei dei familiari, o dei detenuti stessi, presso il dipartimento o il magistrato di sorveglianza a che gli stessi intervengano secondo le esigenze segnalate. anche in sicilia vi è un garante dei detenuti, solo che dal mese di settembre si aspetta che il presidente della regione cui tocca per legge la nomina si decida sul da farsi, considerato che tra l’altro il ruolo è esercitato a titolo gratuito.

    @Enzo 1 la legge è uguale per tutti? Non bisogna usare due pesi e due misure.
    Se poi intervengono,altre persone a difesa del ministro,se lo ritengono giusto che una persona detenuta,soffre la galera .Cosa devono dire altri carcerati. Se rileggiamo cosa sta facendo,L’avvocato Di Gregorio per il suo assistito,Provenzano ,e sappiamo, e vediamo i filmati, di Provenzano, parlo di lui come persona in quelle condizioni.

    “La legge è uguale per tutti” . Frase ormai utilizzata per giustificare trattamenti carcerari speciali e condanne senza l’acquisizione delle prove. Frase ad effetto che nasconde un comportamento agli antipodi rispetto a quanto enunciato.
    Io mi chiedo che ci faceva una persona anoressica, gravemente sofferente, in carcerazione preventiva da più di tre mesi, per un reato presunto che, patteggiando la pena, prevede meno di tre anni di carcere. Che poi, in questo caso, è chiaro che il soggetto in questione non aveva altra colpa che il cognome. Tenerla in galera sembra essere un ottimo stimolo per fare parlare chi sa. Questa è l’inciviltà giuridica che tanto appassiona le anime pure candide e vendicative, Al posto della Cancellieri avrei fatto la stessa cosa, anzi di più, perché chiederei al gip per quale serio motivo, la prima volta che fu fatta la richiesta di scarcerazione per gravi motivi di salute, egli si oppose e non concesse neanche i domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *