Carini, revocato lo stato di agitazione dei dipendenti Sirti - Live Sicilia

Carini, revocato lo stato di agitazione dei dipendenti Sirti

Intesa tra azienda e sindacati sul minor ricorso ai subappalti
PROVINCIA DI PALERMO
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Stato di agitazione revocato alla Sirti. Dopo l’annuncio delle azioni di protesta, l’impresa nazionale specializzata nella realizzazione e manutenzioni di grandi reti di telecomunicazione ha convocato ieri un incontro con i coordinatori nazionali e con le segreterie provinciali di Fiom e Uilm ed è stata raggiunta un’intesa che prevede che l’azienda diminuirà i subappalti e quindi si ridurrà il ricorso ai contratti di solidarietà per i lavoratori Sirti di Carini.

Inoltre, come da accordo nazionale, il 4 luglio cesseranno del tutto gli ammortizzatori sociali. E anche i 145 lavoratori del sito industriale di Carini torneranno finalmente a percepire l’intera retribuzione, senza più le decurtazioni. “L’incontro è stato positivo, non solo era presente la direzione di Carini della Sirti ma anche i vertici nazionale. Saranno fatte delle verifiche con le Rsu sullo stato dei contratti di solidarietà – dicono la coordinatrice nazionale Rosita Galdiero, Fiom Sirti, il segretario generale Fiom Cgil Palermo Francesco Foti e Giuseppe Serio, Rsu Fiom alla Sirti di Carini -. L’azienda si è resa disponibile a ridurre le giornate previste di cds, optando per la contrazione dei subappalti a ditte terze, evitando così la pratica di affidare lavorazioni affidate all’esterno che potrebbero essere fatte invece dagli stessi lavoratori. La disponibilità dell’azienda sulle reinternalizzazioni lo consideriamo un buon risultato. I sindacati pertanto hanno deciso di revocare lo stato di agitazione, proclamato il 4 aprile scorso, e di sospendere le altre iniziative di sciopero già annunciate”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *