Catania, si pensa al mercato | Tra nomi caldi ed esuberi - Live Sicilia

Catania, si pensa al mercato | Tra nomi caldi ed esuberi

L'amministratore delegato e il ds Argurio stanno valutando i profili giusti per rafforzare la rosa.

calcio - lega pro
di
2 Commenti Condividi

CATANIA – Tra presente e prossimo futuro. Il Catania si interroga, Pietro Lo Monaco pure. Certezze ed equilibrio da trovare ma soprattutto bisogna tornare a fare gol, e a farlo anche con costanza. Alcuni giocatori sembrano più mere comparse che validi aiuti per la rosa di mister Rigoli, e l’ennesimo atto visto in quel di Francavilla Fontana ha consegnato delle indesiderate conferme in merito. Gennaio si avvicina, ci sono dei doni da consegnare al tecnico etneo, che nel frattempo dovrà consolidare la sua panchina nelle ultime gare di 2016 vissuto sulle montagne russe.

Tanto da fare per l’amministratore delegato Lo Monaco e il direttore sportivo Argurio, i quali avranno il compito di scovare colui il quale dovrà fare da “filibustiere” del gol. Calil andrà via, lo stesso discorso si può fare per Russotto, mentre sono da valutare in maniera definitiva Piscitella e il guerriero Paolucci. Due colpi dunque da piazzare per rafforzare il reparto d’attacco: certamente arriverà un esterno offensivo, con il nome di Caccavalo che potrebbe tornare di moda in orbita gennaio. Servirà una punta con tanti gol nel proprio forziere: il nome più in voga sembra essere quello di Perez, bomber in forza all’Ascoli. Un profilo attualmente al vaglio del club, ma ci sono altri due nomi, rigorosamente top secret, valutati dalla dirigenza del Catania.

Capitolo centrocampo. In mediana Scoppa rimarrà di certo, non fosse che per il fatto che Lo Monaco crede in lui. Di contro, c’è un Silva che sembra essere col foglio di via. Per questo motivo, sarà necessario intervenire per rafforzare la zona nevralgica del campo con un altro acquisto. Finale con la questione Marchese: il giocatore potrebbe formare a giorni e sarà un altro ritorno d’eccellenza per i rossazzurri. Dalla firma di Marchese si va verso il possibile addio di uno tra Nava e Bastrini, mentre scalpitano per giocare e si faranno le ossa altrove (per poi tornare al mittente il prossimo anno) i vari Anastasi, De Rossi e Sessa.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

2 Commenti Condividi

Commenti

    Cari liotri, con lo scudetto ad un passo, secondo la vostra immaginazione, perché non sognare Messi e CR7 o Neymar? Quel piccolo salto di qualità che ci vuole, quell’ultimo sforzo che Ninuzzu (il vero filibustiere del gol di cui all’articolo) vi ha promesso per l’ormai certa sfida intercontinentale che dovrete sicuramente sostenere fra qualche mese dopo la fondamentale vittoria col Catanzaro. Un altro ritorno eccellente? Io punterei su Cantarutti anche se ha 53 anni credo che il fiuto del gol non lo ha perso. Detto questo, penso in definitiva che l’unico vero acquisto che vi ci vuole é quello di un avvocato fallimentare che cerchi di dimostrare che i 16 milioni di debiti sono frutto di una congiura orchestrata dall’UEFA che non vuole rivali per la chempionligghi dei prossimi anni per le solite Bayern, Real, Chelsea ecc.ecc. E in ogni caso, per l’ennesimo ricorso al TAR della vostra storia c’è sempre tempo….

    Anche io sto pensando al mercato. Uno di questi giorni vengo a Torre del Grifo e compero i cacuocciula bio cresciuti fra i praticelli del centro. Per non parlare poi dei vruoccola che crescono nel campo del Massimino, sono buonissimi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *