Catania, richiede asilo ma polizia scopre che è 'ricercato' - Live Sicilia

Catania, richiede asilo ma polizia scopre che è ‘ricercato’

Una storia da film.
IMMIGRAZIONE
di
0 Commenti Condividi

CATANIA – L’Ufficio Immigrazione della Questura di Catania ha proceduto all’arresto del cittadino nigeriano Happy Aigbe di 31 anni, per il quale il suo legale aveva chiesto un appuntamento per formalizzare una nuova richiesta di asilo dopo un precedente rigetto (cosiddetta “reiterata”). Lo stesso era stato quindi convocato e sottoposto alla procedura di fotosegnalamento, che ha fornito la reale identità dell’uomo, il quale in diverse occasioni aveva fornito generalità sempre diverse e risultava destinatario di diversi provvedimenti di rintraccio, anche in ambito internazionale.

In particolare emergeva un Mandato di Arresto Europeo emesso dalle Autorità austriache per reati connessi al traffico illecito di sostanze stupefacenti per il quale il medesimo era stato condannato con due sentenze definitive ad espiare una pena detentiva rispettivamente di anni 3 e mesi 6, e di mesi 21 e giorni 23 come previsto dal codice penale austriaco.

Non appena comprendeva di essere stato scoperto, lo stesso tentava di fuggire anche con maniere aggressive nei confronti degli agenti operanti. L’arrestato è stato collocato presso la Casa Circondariale di Piazza Armerina, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

Nel corso dell’udienza di convalida davanti al G.I.P. si è confermata la permanenza presso la predetta struttura carceraria per l’espiazione delle predette pene detentive in attesa dell’estradizione, la cui procedura è cominciata in data odierna.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.