Catania, rubano decine di catalizzatori: denunciati - Live Sicilia

Scoperti con decine di catalizzatori in auto: denunciati

I due pregiudicati sono stati fermati per un controllo dai Carabinieri, che hanno perquisito la loro auto, sequestrate le marmitte
CATANIA
di
1 Commenti Condividi

CATANIA – Avevano rubato decine di marmitte catalitiche: un 36enne di San Giovanni La Punta e un 26enne catanese, entrambi pregiudicati, sono stati denunciati dai Carabinieri della Stazione di Sant’Agata Li Battiati per ricettazione.

Al riguardo la scorsa mattina, nel corso di un servizio di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione dei reati predatori, i Carabinieri hanno intercettato i due giovani a bordo di una Fiat 500, mentre percorrevano a forte velocità il tratto di tangenziale in prossimità dell’uscita di San Gregorio di Catania.

Controllato il veicolo, i militari hanno subito notato che sui sedili posteriori erano accatastate diverse seghe dentate da fabbro. Insospettiti da tale circostanza, si è quindi proceduto a perquisire più approfonditamente l’automobile, nel cui bagagliaio erano stati nascosti 21 catalizzatori di provenienza illecita.

La coppia è stata quindi deferita in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria, mentre i catalizzatori sono stati sequestrati per risalire ai proprietari dei veicoli dai quali sono stati smontati.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Oltre a cogliere questi signori in flagranza di reato, evento piuttosto raro e talvolta fortuito bisognerebbe indagare per capire chi ricetta questi materiali ed è in grado di poterne estrarre le preziose materie prime per farne commercio, veri responsabili del dilagare di questo tipo di furti certamente più onerosi per chi li subisce che non remunerativi per chi li commette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *