Catanoso conferma: |"Il Pdl sosterrà Stancanelli" - Live Sicilia

Catanoso conferma: |”Il Pdl sosterrà Stancanelli”

Basilio Catanoso scioglie le riserve e risponde agli interrogativi: "Raffaele Stancanelli sarà il candidato sindaco del Popolo delle Libertà".  Mancano gli ultimi accorgimenti per l'ufficialità che saranno definiti oggi nel corso di un incontro. Resta cauto, invece, Giuseppe Castiglione.

 

COMUNALI
di
15 Commenti Condividi

CATANIA – L’alleanza è stretta. Il Popolo delle Libertà si ricompatta e converge verso il nome del sindaco uscente. “Il Pdl sosterrà Raffaele Stancanelli”. La conferma arriva dalla voce di Basilio Catanoso, coordinatore provinciale degli azzurri che a LiveSiciliaCatania spiega: “Domani alle 12 proseguirà l’incontro avviato oggi con i vertici del partito”. I giochi, insomma, sono fatti. Manca solo l’ufficialità che arriverà entro le 24 ore.

Più cauto nelle affermazioni Giuseppe Castiglione, co-coordinatore regionale: “Sono soddisfatto del dialogo che è stato instaurato oggi nel corso della riunione. Stiamo lavorando per realizzare un importante progetto politico che possa vedere riunito tutto il centro destra e tutti i moderati, come continuazione del risultato elettorale delle politiche”: E su questo punto il deputato nazionale del Pdl lancia un appello a tutte le forze che si rivedono in questa area politica “per convergere in un unico programma per le prossime comunali”.

Sull’interrogativo candidato sindaco, Castiglione risponde: “Sicuramente la rottura creata con il sindaco uscente è stata ricucita. A Stancanelli bisogna dare atto del lavoro svolto, soprattutto sul piano del ripianamento dei conti del comune. Prima del nome del candidato è fondamentale costruire un progetto che porti all’unità del centrodestra, e una volta fatto questo – conclude – si potranno mettere le basi per lavorare al sostegno di Raffaele Stancanelli”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

15 Commenti Condividi

Commenti

    ma il pezzo pubblicato da milano finanza sui conti del comune di catania nn lo ha letto nessuno? quale risanamento????

    basta con questo tura e molla..perchè non si decidono? Manca un mese alle elezioni..

    Meglio così perdono!

    Scusate ma Stancanelli non è di Fratelli d’Italia?
    E Fratelli d’Italia non ha votato contro il Pdl e il Governo nazionale con lo stesso Pdl?
    Scusa Catanoso: non ti sembra un leggerissimo controsenso votare un candidato di un paritico contrario?

    Piazza Europa, 2 maggio 2013: si firma ancora un nuovo accordo!

    Lo scandalo di piazza Europa non ha fine e subito dopo l’assoluzione della Corte di Appello per il reato di abuso, la Società Parcheggio Europa della famiglia Virlinzi da un lato e l’Amministrazione Stancanelli dall’all’altro non hanno perso tempo per sottoscrivere ancora un accordo bonario (richiesto da Virlinzi nel 2011 dopo la sentenza di primo grado) che di fatto consegna definitivamente la piazza ai privati.

    La nuova modifica, che stiamo studiando, offre delle chicche sconcertanti: per esempio, il parcheggio sarà dotato di docce e bagni che potranno essere fruiti dalla cittadinanza ma a pagamento (prima c’erano i bagni pubblici ovviamente gratuiti).

    Inoltre, con la scusa della manutenzione del verde in superfice di fatto si conferisce ai privati la gestione di piazza Europa e piazza Sciascia ed addirittura degli spazi pedonali. In parole povere se i catanesi vorranno passeggiare in piazza Europa e Virlinzi dovesse decidere che in quei giorni c’è manutenzione da svolgere, la piazza si chiuderà ai pedoni.

    E’ stato inoltre richiesto ed ottenuto un riequilibrio finanziario per un valore di 325.000,00 di euro annui per 23 anni.

    I catanesi dovranno quindi assistere inermi all’esproprio di piazza Europa, peraltro individuata come area di raccolta in caso di terremoto?

    Siamo in piena campagna elettorale e Stancanelli insiste nel privilegiare i suoi rapporti con alcuni cittadini privilegiati

    La “spirtizza” dell’amministrazione Stancanelli comincia a costare un pò troppo.

    In particolare, la posizione assunta nei confronti di numerosissimi dipendenti, comunali o delle municipalizzate, ai quali non sono stati riconosciuti in maniera temeraria diritti assolutamente certi, sta producendo danni enormi.

    Emblematico il caso del dr. La Magna, già comandante dei vigili urbani, andato in pensione dopo esser entrato in rotta di collisione col sindaco Stancanelli.

    Il comandante La Magna aveva chiesto, come prassi, la liquidazione delle ferie non godute.

    L’amministrazione comunale, che le regole pare si sia convinta possa farsele da sè, ha risposto picche.

    La Magna ha adito le vie legali ed il Tribunale gli ha dato ragione.

    Non solo, leggiamo dalla determina che pubblichiamo in calce, che il Comune tenta ancora di prendere tempo proponendo un opposizione che però riesce a depositare in ritardo e che per tale motivo viene dichiarata inammissibile, rendendo esecutivo il decreto ingiuntivo.

    Siamo alle comiche, apoteosi del dilettantismo. Da ridere se non costasse migliaia di euro ai cittadini catanesi (che probabilmente se lo meritano).

    Infatti, l’iniziale somma di 4.200 euro lievita addirittura del 51%, dovendosi aggiungere 2.147 euro di interessi e spese legali.

    Per fortuna, almeno in questo caso, parliamo di piccole cifre, ma in arrivo o già liquidati sono decine e decine i decreti ingiuntivi che la peggiore amministrazione di tutti i tempi lascia in eredità ai catanesi

    Mi sa che il Pdl é piu confuso che persuaso!!ma fatto un po chiarezza con voi stessi!ma a casa vostra e non alle spalle di noi cittadini catanesi!!tutti a casa e forza Enzo Bianco!basta,con gli inciuci!viva,la,coerenza e la serietà !

    Forse solo catanoso sostiene stancanelli, ma non di sicuro il PDL

    “Dal Gup di Catania l’accusa di abuso d’ufficio e violazione dell’articolo 97 della Costituzione. L’ex senatore avrebbe suggerito nomi da inserire nelle commissioni per l’aggiudicazione degli appalti, nel 2006, quand’era assessore regionale alla Famiglia nel governo Cuffaro.” COSì POCHI MESI FA….poi l’inchiesta per falso ideologico e ed abuso d’ufficio… SI DIMENTICA IN FRETTA….CON QUALE CORAGGIO SI RICANDIDA!!!!!!

    La sicilia, catania non ha bisogno di altri imbonitori del PDL. Li conosciamo bene a livello nazionale… a casa… FORZA BIANCO!!! Che si pensi da subito agli scarichi fognari…dimentichiamo di qualche mese fa, amministrazione stancanelli, pioggia che si trasformò in poco tempo in un’alluvione. Ci sarebbero potute essere dei risvolti negativi. E dall’amministrazione nessun allerta meteo. Disinteressamento allo stato puro. E ancora, dopo i vari scandali e inchieste, stancanulla ha il coraggio di ripresentarsi….NON, GRAZIE! IO VOTO ENZO BIANCO!!!!! Molti catanesi sono sulla mia stessa linea. Il M5S ha deluso a livello nazionale! La gente non è stupida, ricorda la bella catania di Bianco!

    Ma il figlio del dr La Magna non è candidato a queste amministrative con il PDL, alias il partito che appoggia Stancanelli!??!?
    Che coerenza!!

    Peccato che di Enzo Bianco tuto si possa dire eccetto che rappresenti la coerenza e la serietà.
    Forse Davide non ha mai letto i giornali.

    Complimenti avete dato la città al PD!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.