Cefalù, sindaco stoppa il 5G |"Prima uno studio sui rischi" - Live Sicilia

Cefalù, sindaco stoppa il 5G |”Prima uno studio sui rischi”

Ordinanza vieta le installazioni

Palermo
di
5 Commenti Condividi

PALERMO – A Cefalù (Pa) è vietato sperimentare e installare apparati per la tecnologia 5G. Lo prevede un’ordinanza del sindaco Rosario Lapunzina che introduce il divieto “in attesa della nuova classificazione della cancerogenesi annunciata dall’International Agency for Research on Cancer”. “La decisione che ho assunto in linea con quanto deciso da altri sindaci – dice Lapunzina – prende le mosse dalla constatazione che le radiofrequenze del 5G sono del tutto inesplorate, mancando qualsiasi studio preliminare sulla valutazione del rischio sanitario e per l’ecosistema”.

(ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

5 Commenti Condividi

Commenti

    Bravo.
    Finalmente un sindaco che difende davvero i suoi concittadini.
    Sarebbe necessario che anche i sindaci di altre città siciliane, piccole e grandi, facciano altrettanto.
    In Inghilterra hanno dato fuoco ai piloni del 5G.
    Il principio di precauzione impone, prima di installare le antenne 5G, di essere sicuri che non ci siano controindicazioni specie al sistema immunitario ed in particolare di bambini e persone anziane.

    Bravo sindaco, prima di tutto dev’esserci la salvaguardia della salute dei concittadini. Un gran bel
    esempio per tutti i sindaci.

    BRAVISSIMO!!! Non ti fidare delle SCIENZIATE PREZZOLATE che sostengono che non fa male…

    Finalmente una decisione degna di un politico lungimirante e degno della funzione tributatagli.

    Quando le nuove applicazioni ed anche il fatturato che generano saranno attive vedremo il sindaco correre ai ripari con maggiori costi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *