Consiglio con minacce |Stancanelli va sotto - Live Sicilia

Consiglio con minacce |Stancanelli va sotto

Attimi di tensione in consiglio comunale, convocato per discutere il Piano regolatore portuale. Presente anche il sindaco Stancanelli che ha perso le staffe di fronte alla volontà dell'aula di rimandare la discussione.

Seduta consiliare
di
10 Commenti Condividi

CATANIA – Consiglio con colpo di scena finale a Palazzo degli Elefanti. La seduta odierna, appena sospesa e nel corso della quale l’assise cittadina avrebbe dovuto affrontare il delicatissimo argomento rappresentato dal Piano regolatore portuale, il sindaco Stancanelli, presente in aula, avrebbe infatti minacciato di “picchiare” il presidente del consiglio Marco Consoli. La conferma arriva dallo stesso presidente. “Se non mi chiede scusa pubblicamente – ha spiegato a LivesiciliaCatania- lo denuncio domani stesso”.

Un episodio che racconta da solo l’intera seduta, che è sembrata caratterizzata per tutta la durata, da forte tensione tra gli scranni. Forse dovuta alla presenza del pubblico, numeroso, all’interno del quale spiccava la componente “grillina”, o forse causata dalla rivoluzione delle casacche che, di fatto, ha alterato gli equilibri del Consiglio, privando il sindaco della maggioranza. Fatto sta che, minaccia a parte, l’argomento all’ordine del giorno non è stato discusso. I Consiglieri, caso non proprio raro in questa legislatura, hanno infatti fatto mancare il numero legale sulla votazione della pregiudiziale posta dal consigliere del Pd, Saro D’Agata.

Il Piano regolatore portuale è infatti arrivato in aula privo della VAS (Valutazione ambientale strategica), per cui l’esponente democratico ha suggerito di seguire lo stesso iter applicato al Prg, cioè di inviare una nota all’assessorato regionale per chiedere con urgenza il documento. Proposta appoggiata da gran parte dei colleghi, eccetto quelli di maggioranza che, visibilmente accaldati, hanno cercato di fare cambiare idea ai consiglieri. Ma a nulla sono valsi gli appelli.

 La maggioranza è andata sotto, Stancanelli pure. E’ iniziata la campagna elettorale.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    caro sindaco perchè perdi le staffe così facilmente ,non hai capito che così porgi il fianco a chi ti vuole male ed è un peccato perchè sei una persona perbene e non devi scadere

    Stancanelli dimettiti…!!!! E consoli vattene a casa che sei un servo di Lombardo

    Ormai il sindaco è andato!!!!!!!
    La sua avventura sindacale è davvero finita: viva Catania!!!

    Purtroppo anche in questa legislatura il PRP non verrà esitato dal consiglio comunale (è stato inviato dall’autorità portuale al Comune di Catania per il parere 8 anni fa!!). Ovviamente la richiesta se debba o no avere la VAS è una boutade (basterebbe vedere cosa hanno fatto gli altri Comuni sede di Autorità Portuale). A Valencia per costruire il porto hanno spostato il letto del fiume di circa 7 km: il porto di Valencia in pochi anni è diventato uno dei primi in Europa e il primo per containers. Noi discutiamo della foce del torrente Acquicella…Ahi Serva Italia….

    Se la maggioranza e’ solo Messina e Bellavia il commento da voi pubblicato e’ veritiero

    Caro Giovanni, sei un po indietro, Consoli ha già cambiato casacca partecipando al mercato delle vacche durante il periodo elettorale.

    otto anni fa il parere è stato negativo.Lo stesso PRP è stato ripresentato tale e quale da un solerte Commissario al solo fine di sanare le irregolarità nel frattempo commesse: “darsena” in testa, priva di VIA e di VAS e di rispetto al PRG che ha deviato abusivamente un torrente e non un fiume il cui alveo è legittimamente arginabile a difefrenza di torrente. Valencia è in Europa , Catania nel terzo mondo con tale ammnistrazione.

    Sarà tutta una sceneggiata perché erano presenti dei cittadini, in modo da rinviare la seduta?

    Ah ah ah lo stavo scrivendo io!

    Non vi arrisicate a picchiare Marco Consoli……. Dategli con il bastone. Anche lui come gli altri sapendo che Lombardo affondava, è saltato dalla barca. E cu ti voli……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *