Costa: "Zona rossa così non va, a scuola non c'è il contagio"

Costa: “Zona rossa così non va, a scuola non c’è il contagio”

Parla il commissario per l'emergenza Covid a Palermo e provincia, Renato Costa.
IL PUNTO SUL COVID
di
0 Commenti Condividi

Dottore Renato Costa, commissario per l’emergenza Covid a Palermo, la domanda è sempre quella: a che punto è la notte?
“Siamo al punto in cui è come se la curva si stesse stabilizzando, anche se è presto per dirlo con sicurezza. Negli ospedali c’è una situazione di equilibrio e il sistema regge. Adesso nel computo generale si conteggiano anche i tamponi rapidi e viene fuori il grande lavoro che stiamo facendo e che abbiamo fatto”.

Ma non siamo i primi per i contagi, nel senso della Sicilia?
“Non è così. Il dato, con i numeri assoluti, significa poco. Bisogna vedere la percentuale dei positivi sul numero dei tamponi, che da noi è altissimo. I dati vanno maneggiati con cura. Troviamo tanti positivi perché facciamo tantissimi tamponi”.

Mi sembra ottimista, commissario. Non sarà un po’ esagerato?
“Io sono ottimista di natura, stiamo cercando di venirne a capo e penso che ce la faremo con l’impegno di tutti. Il servizio sanitario regionale sta dando una grandissima prova di sé. Del resto, come le ho detto in altre occasioni, siamo abituati a lavorare in emergenza”.

Però gli ospedali sono pieni di focolai.
“Ci sono, sì, focolai sotto controllo che non mi preoccupano”.

E da cosa dipendono?
“In parte è fisiologico, in parte, sa, i reparti sono come le famiglie. Ci può essere un po’ di stanchezza che, in qualche caso, porta ad abbassare la guardia, magari senza rendersene conto. Non accuso nessuno, è comprensibile”.

Qual è la cosa da fare?
“Concentrarsi sui vaccini. Abbiamo le dosi per completare il richiamo nei già vaccinati”.

Ma ci sono dei tagli, come sappiamo, che verosimilmente potrebbero creare rallentamenti. Giusto?
“Noi siamo pronti. Ovviamente, possiamo somministrare i vaccini che abbiamo a disposizione. Dopo il personale sanitario tocca agli ottantenni che vogliamo inserire nel target”.

Qual è il percentuale dei positivi al drive in della Fiera del Mediterraneo?
“Siamo tra il dieci e l’otto per cento. Leggermente in calo. Non ci sono più quelli che erano qui per le vacanze di Natale. Confermo che, per come abbiamo riscontrato, la scuola non è un luogo di contagio. Le percentuali sono bassissime”.

La zona rossa sta funzionando?
“La zona rossa, chiesta opportunamente dal presidente Musumeci e ancora più opportunamente rinforzata con ulteriori misure, è un provvedimento necessario, ma c’è troppa gente in giro. Dobbiamo capirla davvero e adeguarci con senso della responsabilità. Non si deve uscire da casa se non per motivazioni veramente valide. Mi giunge notizia che nelle pizzerie arrivano ordinazioni per dodici pizze. Non ci siamo”.

Come va, invece, con la raccolta del plasma iperimmune?
“Per raccoglierlo l’abbiamo raccolto, ma non ci sono, purtroppo, evidenze scientifiche che possa essere utile”.

Renato Costa, commissario per l’emergenza Covid a Palermo

Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi