Covid, aumentano i casi di reinfezione: ecco chi rischia - Live Sicilia

Covid, aumentano i casi di reinfezione: ecco chi rischia

I dati sono forniti dall'Istituto superiore di Sanità
CORONAVIRUS
di
0 Commenti Condividi

I casi di reinfeionie Covid continuano ad aumentare. Pur restando una percentuale molto bassa rispetto alla totalità dei contagi, il report esteso pubblicato dall’Istituto superiore di sanità (Iss) segnala che tra il 24 agosto dell’anno scorso e il 20 aprile sono stati segnalati 357mila casi di reinfezione. In totale il 3,2% dei casi totali registrati in questo lungo periodo. Se invece si guarda all’ultima settimana, la percentuale di reinfezioni sui casi totali sale al 4,5% (la settimana precedente era inferiore dello 0,1% cioè al 4,4%). Mediamente una persona su venti che si è contagiata questa settimana aveva già avuto il Covid. Sappiamo bene che dipende da molti fattori, soprattutto dalla presenza delle varianti.

Secondo l’Iss le fasce di popolazione più a rischio sono le donne, i giovani tra i 12 e i 49 anni e il personale sanitario. Allo stesso tempo è più a rischio chi ha avuto il Covid almeno sette mesi fa, chi non è vaccinato o chi è vaccinato da più di quattro mesi.

Nel report Iss si parla anche dell’incidenza di casi Covid a livello nazionale: si passa dai 740 ogni 100mila abitanti del periodo 4-10 aprile ai 657 ogni 100mila abitanti del periodo 11-17 aprile. L’incidenza, però, non cala nelle fasce di età sopra i 70 anni. Da sottolineare l’altissimo valore registrato nella fascia tra i 30 e i 39 anni che, seppur in discesa, è due volte e mezzo il dato nazionale: 1.618 casi ogni 100mila abitanti.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.