Di Maio lo scarica, il M5s lo chiama | Cinque nuovo consulente di Sunseri - Live Sicilia

Di Maio lo scarica, il M5s lo chiama | Cinque nuovo consulente di Sunseri

Si allunga la lista di "autosospesi" dal Movimento che rientrano tra i collaboratori dei deputati regionali

PALAZZO DEI NORMANNI
di
22 Commenti Condividi

Indagato, era stato “autosospeso” dal Movimento 5 stelle. Di più, l’ex sindaco grillino di Bagheria, Patrizio Cinque, era stato proprio “scaricato” dal capo politico del Movimento Luigi Di Maio durante la campagna elettorale per le ultime Amministrative nella città del Palermitano. Oggi però Patrizio Cinque lavora a Palazzo dei Normanni, assunto come collaboratore personale del deputato regionale dei 5 Stelle Luigi Sunseri“Patrizio – dice Sunseri – è una risorsa per il Movimento 5 stelle, ha una grande esperienza dopo aver amministrato Bagheria per cinque anni e mi darà una mano con tutti gli interventi legislativi che riguardano gli enti locali”. Il contratto di Cinque durerà fino alla fine dell’anno, ma non è stato riferito “per ragioni di privacy” a quanto ammonta il compenso. “Comunque una cifra direi irrisoria, bassissima”, dice Sunseri.

Insomma, si allunga la lista di “autosospesi” del Movimento 5 stelle che vengono “riciclati” all’Ars tra le fila di consulenti e collaboratori. Il leader siciliano Giancarlo Cancelleri, vice presidente dell’Ars, per esempio, ha tra i suoi collaboratori l’ex deputata regionale Claudia La Rocca, coinvolta nello scandalo firme false che ha travolto il Movimento 5 stelle siciliano per le firme ricopiate in fretta e furia nel 2012 per le candidature alle Amministrative di Palermo. Nella stessa inchiesta è coinvolto Giorgio Ciaccio, anche lui ex deputato regionale, e oggi collaboratore di Salvatore Siragusa, deputato questore dell’Ars.

Ora Sunseri ha scelto Patrizio Cinque, coinvolto in più di un’inchiesta. L’ex sindaco è stato rinviato a giudizio per abuso d’ufficio, stalking e lesioni personali a danno di una dirigente del Comune, Laura Picciurro. È imputato anche per violazione di segreto d’ufficio nella vicenda relativa alla casa abusiva del cognato poiché avrebbe rivelato al familiare l’esistenza di un procedimento a suo carico.

Non è la prima volta, in realtà, che il deputato regionale assume una posizione divergente rispetto a quella del leader Di Maio, vicepremier e ministro per lo Sviluppo economico. Proprio di recente, ad una assemblea di attivisti, aveva criticato la natura di “deputati alzamano” dei pentastellati nelle due Camere romane. “Deve capire – ha detto, riferendosi a Di Maio, ma senza citarlo direttamente – che bisogna ripartire dai territori e dalla Sicilia, altrimenti il movimento è destinato a scomparire”. 

Cinque, dopo la notizia dell’apertura delle indagini a suo carico, si era autosospeso dal Movimento 5 stelle. E forse per questo Di Maio, in campagna elettorale, si era affrettato a dichiarare che non lo considerava più un esponente pentastellato. Ora però il Movimento 5 stelle all’Ars lo fa rientrare, come dire, dalla finestra.

Anche se Sunseri precisa che “non è una scelta politica”, né “una provocazione”, nonostante la posizione assunta dal capo nei confronti dell’ex sindaco di Bagheria. “Non si sceglie una persona per provocarne un’altra. Ho scelto Patrizio Cinque perché lavora bene ed è competente. La sua professionalità non va dispersa. E, soprattutto, non è un appestato”.

L’editoriale > I Cinque minuti del capo. M5s, l’ipocrisia di Di Maio


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

22 Commenti Condividi

Commenti

    QUESTI PIU’ CHE LA RIVOLUZIONE HANNO TROVATO “LA SISTEMAZIONE”.IO NON CAPISCO COME ANCORA ADESSO VI SIANO DEI GONZI CHE SI FANNO ABBINDOLARE DA QUESTI SIGNORI.SULLE COMPETENZE DI PATRIZIO CINQUE BISOGNEREBBE CHIEDERE AI BAGHERESI, VISTO CHE ALLE SUCCESSIVE COMUNALI LA AIELLO HA PRESO CIRCA IL 12%.E’ IL TEOREMA CANCELLIERI,IO,MIA SORELLA,GLI AMICI MIEI,QUELLI DI MIA SORELLA E VIA DICENDO.LA STORIA DELL’APPESTATO E’ COMICA VISTO CHE PROPRIO LORO HANNO DATO DELL’APPESTATO A CHIUNQUE, ANCHE CHI SEMPLICEMENTE RISULTAVA INDAGATO,SENZA CHE FOSSE SOPRAVVENUTA ALCUNA CONDANNA.C’E’ SEMPRE UNA TRAVE NEL PROPRIO OCCHIO ED UNA PAGLIUZZA NELL’OCCHIO DELL’ALTRO.

    Ormai un partito di piccoli cabotatori. Scaricati da Beppe Grillo ed invisi alla loro base possono solo sperare di vivacchiare per rinviare quanto più possibile l’inevitabile:trovarsi un occupazione stabile.
    I sondaggi in caduta libera rendono il M5S già adesso il “passato”.

    Patrizio + Cinque = Cinque Stelle

    HAI RAGIONE E AGGIUNGO UN LIKE SPECIALE PERCHE’ ,COME ME IMMAGINO, SEI UN FAN DEL MAESTRO KUBRICK.CHISSA’ SE MAI LS PROPOPRA’ UN DIBATTITO TRA I BARRY LYNDONIANI E QUELLI DEL FILONE ARANCIA MECCANICA.SAREBBE SICURAMENTE PIU’ INTERESSANTE DELLE DISCUSSIONI SUI DUE VICE SCIANCATI DI UN GOVERNO DI SCIANCATI,DIRETTI DA UN SURROGATO DI VICESCIANCATI.

    5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5 5

    GRAZIE MILLE PER IL SONDAGGIO!!!!!!DAL POLLICE VERSO HO CAPITO CHE I GONZI SONO ANCORA TANTI.

    Questi prima di entrare nel m5s, prima di assumere incarichi istituzionali che attività lavorativa svolgevano?

    Nella vita ci vuole proprio fortuna….denunciato ..indagato ….a messo in ginocchio la città di Bagheria. Adesso gli danno anche il premio di collaboratore all’ARS una vergogna

    Ancora una volta è chiaro l’atteggiamento del M5S: cacciare persone votate dai cittadini come Ugo Forello che dimostra di essere persona seria e con idee libere da correnti di potere e contrattualizzare persone indagate e sonoramente bocciate dai cittadini!

    Complimenti, perché nn prendete un giovane laureato????

    Lascia stare, “LILLO”… E’ inutile: non leggono proprio…

    e tu ricordi gli onorevoli, i nobili, che facevano e i padri dei loro padri che facevano, alla fine come cioè all’inizio del ramo familiare siamo tutti esseri comuni che hanno lottato per sopravvivere, siamo dei Signor Nessuno

    M5S partito come gli altri forse anche peggio, che delusione!!! la politica non cambierà mai escono dalla porta per poi entrare dalla finestra, questo a Bagheria verrà ricordato solo per i danni che ha fatto

    QUESTI PIU’ CHE LA RIVOLUZIONE HANNO TROVATO “LA SISTEMAZIONE”

    BERSAGLIO CENTRATO APPIENO. Consiglio di andarvi a guardare la dichiarazione dei redditi degli eletti del M5S, una grossa percentuale di questi, avevano reddito ZERO, erano disoccupati, inoccupati, nullatenenti, si vede che hanno preso un terno al lotto. Italiani che li avete votati, siete stati abbindolati e ancora non avete visto niente, si preparano al 3° mandato, di andare a casa non ne hanno proprio voglia, detto pure dal loro ideatore Grillo.

    La cosa più grave in assoluto è che i 5 stelle stanno uccidendo o ormai hanno ucciso l’ultima speranza di un vero cambiamento per questa terra irredimibile. Hanno fatto un po’ di chiasso all’inizio con l’aiuto dei giornali e adesso sono ormai felicemente incollati alle poltrone, zitti (ma Cancellieri c’è ancora?) e istituzionalizzati nei riti della vecchia politica.
    Loro sono parlamentari (ma lo stipendio lo restituiscono ancora?) ma non dimenticano amici e correi di partito, quelli che hanno palesemente fallito come Cinque, dando briciole (consulenze, meglio che niente) senza un merito o un senso anche se sono sempre soldi pubblici.
    Ricordo che dovevano ribaltare l’ARS, aprirla come una scatoletta di tonno. Hanno avuto il merito di dimostrare che molti siciliani vogliono davvero cambiare, ma alla fine a cambiare sono stati loro, assumendosi una responsabilità storica ossia ammazzare davvero l’ultima possibilità di cambiamento e riscatto per questa terra logora e avvelenata.

    Premesso che Cinque è laureato, e che anche prima svolgeva la funzione di collaboratore parlamentare, mi chiedo come mai la stessa filippica non venga rivolta, sia nell’articolo che nei commenti, per esempio, agli stessi attuali amministratori proprio di Bagheria dal sindaco, ex collaboratore di Saverio Romano alla camera, passando per l assessore Lo Galbo collaboratore dell’assessore regionale Cordaro e ancora l’assessore Vella “dirigente” del partito democratico ecc… ecc….
    Come qualcuno si chiede nei commenti. Questi prima di entrare in politica cosa facevano?????

    Lo hanno premiato per il bene che ha fatto a Bagheria! Bloccata e ferma da 5 anni!
    Peggio della peggior 1 Republica!

    Nessuna sorpresa: piccoli calcoli di piccola bottega.

    Facciamo un ragionamento: sono un operaio a 800 euro mensili, la mia azienda chiude e divento cassaintegrato senza una speranza per il futuro, ho delle buone doti da venditore e tengo il palco con le chiacchiere, incontro Grillo che con il suo movimento mi fa diventare parlamentare all’ARS, finalmente guadagno in un mese quello che non percepivo in un anno, dunque acquisto abiti firmati, camice bianche con le cifre, mercedes cabriolet, faccio viaggi all’estero che mai mi sarei potuto sognare, non avendo studi e preparazione specifica, conosco un sacco di gente importante che parlano con me perché ho un ruolo istituzionale; dovrei abbandonare tutto ciò per ritornare ad essere un povero disoccupato, voi siete pazzi!

    A me non sembra che BAgheria sia in ginocchio, sicuramente c’è meno munnizza per le strade che a Palermo

    Forello non c’enterava nulla con m5s da sempre. E’ un radical chick. L’errore è stato quello di candidarlo a sindaco.

    si sono soltanto delle grandi delusioni hanno tradito l’elettorato che ha creduto in loro

Leave a Reply

Your email address will not be published.