Due arresti tra Riposto e Zafferana| Le accuse sono lesioni e rapina - Live Sicilia

Due arresti tra Riposto e Zafferana| Le accuse sono lesioni e rapina

I carabinieri della Compagnia di Giarre hanno arrestato due incensurati, in due distinte operazioni. In manette un uomo violento ed un rapinatore.

carabinieri
di
0 Commenti Condividi

RIPOSTO. Sono stati i vicini di casa, allertati dal frastuono proveniente dall’attigua abitazione, a chiedere intorno alle tre di notte l’intervento dei carabinieri della Compagnia di Giarre. I militari del Nucleo radiomobile hanno così arrestato, ieri notte, per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali un 46enne incensurato di Giarre che sotto l’effetto dell’alcol aveva aggredito poco prima la propria convivente, una donna di 40 anni. L’uomo non ha esitato a colpire la compagna nonostante la presenza del figlio di appena sei anni. La vittima, che ha raccontato di aver subito in passato altri maltrattamenti dall’uomo, è stata trasportata per le cure al vicino ospedale “Sant’Isidoro” di Giarre, dove i medici le hanno riscontrato una serie di contusioni in varie parti del corpo. Il 46enne è stato rinchiuso in una delle camere di sicurezza della Caserma di Giarre, in attesa del rito direttissimo che sarà celebrato domani.

Intanto prosegue la caccia al complice della rapina commessa lunedì sera, ma resa nota solo oggi, ai danni di una cartolibreria di via Roma a Zafferana Etnea. Poco prima dell’orario di chiusura due uomini, armati di pistola giocattolo e con il volto nascosto da sciarpe e cappuccio, hanno fatto irruzione nel centralissimo punto vendita minacciando con le armi il titolare. La vittima ha consegnato ai due malviventi l’intero contenuto del registratore di cassa, un bottino di appena cento euro. I due rapinatori, però, non si sono resi conto che all’interno del negozio, nascosto tra gli scaffali, un cliente stava denunciando l’accaduto al 112. Sul posto sono state quindi immediatamente inviate due pattuglie della stazione di Zafferana Etnea e di Santa Venerina. I militari sono riusciti a bloccare e ad arrestare, mentre tentava la fuga a piedi, un 33enne del posto, accusato di rapina aggravata in concorso. Il complice è invece riuscito a far perdere le proprie tracce. Recuperata anche la refurtiva, restituita al titolare della cartolibreria, ed una delle due pistole giocattolo, sottoposta a sequestro.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *