Enav, le indagini arrivano in Svizzera - Live Sicilia

Enav, le indagini arrivano in Svizzera

Nel mirino gli appalti al Falcone e Borsellino
di
1 Commenti Condividi

La Procura di Roma, nell’ambito dell’inchiesta sugli appalti Enav, chiederà una rogatoria internazionale su alcuni conti in Svizzera per accertare il percorso dei flussi di denaro che partendo dalle sovrafatturazioni venivano poi smistati tra manager e politici. I soldi infatti, attinti dai fondi neri creati dalle sovrafatturazioni, prima di essere destinati ai paradisi fiscali transitavano presumibilmente in Svizzera veicolati da società di consulenza alle quali veniva versato il denaro. Un meccanismo al quale avrebbe accennato l’ex consulente esterno di Finmeccanica, Lorenzo Cola, già implicato nell’inchiesta Finmeccanica-Digint. Proprio a Cola conducono alcuni conti in Svizzera sui quali la Procura vuole vederci chiaro.

Nel mirino in particolare ci sono gli appalti sulla sicurezza di due aeroporti, Napoli ePalermo, affidati fino al 2009, anno in cui c’è un boom di lavori affidato alla Selex Sistemi Integrati, la società di cui è amministratore delegato Marina Grossi, anche lei indagata, moglie del patron di Finmeccanica Pierfrancesco Guarguaglini.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Ora si faccia luce sulla interessata pressione per installare il WS a Isola
    perche già era stato acquistato con tutte le magagne che stanno venendo fuori
    mentre la sicurezza degli utenti e un optional non ultimo l’areo andato fuori pista e dalle scatole nere ad oggi non e chiaro un errore del pilota o del WS che ancora non e’ stato provato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.