Fazio: "Fiducia nella magistratura | Vado avanti, decidano i trapanesi" - Live Sicilia

Fazio: “Fiducia nella magistratura | Vado avanti, decidano i trapanesi”

Lettera del candidato sindaco: "Momento difficile ma non abbandono"

Le Amministrative
di
6 Commenti Condividi

TRAPANI – “Ogni iniziativa da me posta in essere  è ed è sempre stata improntata esclusivamente al perseguimento dell’interesse del territorio”. Questo un passaggio della lettera ai trapanesi scritta da Mimmo Fazio, a cui il gip di Trapani ha revocato gli arresti domiciliari che erano scattati nell’ambito dell’inchiesta sull’armatore Ettore Morace. Fazio, che è candidato alla carica di sindaco alle Amministrative dell’11 giugno e che spiega di essere davanti a “un momento difficile per me e per la mia famiglia”, esprime “totale fiducia nell’operato della magistratura” e aggiunge: “Mi difenderò da accuse che mi pesano addosso con la loro gravità”. Il deputato regionale del gruppo Misto conferma anche l’intenzione di volere andare avanti nella campagna elettorale: “Non abbandono la mia città – afferma -. Non l’ho mai fatto nel passato, mettendo in conto in ogni momento i rischi, anche personali, a cui andavo incontro ogni volta che mi scontravo, da primo cittadino o parlamentare, con interessi particolari che volevano prevaricare quelli generali”. E ancora: “Non abbandono i tanti cittadini che sono stati e sono al mio fianco, per portare avanti le nostre idee ed i nostri programmi per Trapani – si legge nella lettera -. Saranno i cittadini a decidere, come è giusto che sia. Saranno loro stessi a dire con il loro voto se credono ancora in me, se vogliono ancora questo sindaco”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    Mi creda anche noi abbiamo totale fiducia nell’operato della magistratura. E non credo per le stesse aspettative.

    Spero che qualcuno in grado di giudicare a mente serena possa vedere l’intervista su Telesud e poi decidere come comportarsi dentro l’urna quando andrà a votare !
    Così porremo fine a questa vergognosa immonda vicenda !

    Leggo che l’ex sindaco avrebbe ammesso di aver ricevuto dai Morace somme pari a 150mila euro, solo come frutto della storica amicizia tra loro. Se è così, viene ancora una volta confermato l’adagio: chi trova un amico, trova un tesoro.

    Volevo chiedere al Signor Morace se posso intestare le fatture dei lavori della mia casa a Ustica Lynes… …visto che non è un reato quasi quasi chiedo….magari diventiamo amici….

    Anche io ho da ristrutturare casa di mia nonna, c’è qualcuno che si intesta la fattura?

    A lui sembra giusto che decidano i trapanesi. In ipotesi, non è del tutto sbagliato. A condizione, però, che Trapani si stacchi dall’Italia, diventi repubblica autonoma ( o forse sarebbe meglio dire Ducea o Sangiaccato ) si doti di un suo ordinamento e, soprattutto, di una sua magistratura. In tal modo, altro che serie B…potranno pure vincere il campionato nazionale ogni anno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *