Festino all'insegna di bambini e antimafia| Sandro Tranchina sarà il direttore artistico - Live Sicilia

Festino all’insegna di bambini e antimafia| Sandro Tranchina sarà il direttore artistico

Immagine di repertorio del carro di Santa Rosalia

L'ats Santa Rosalia si aggiudica l'organizzazione del 389esimo Festino, che sarà artisticamente diretto da Sandro Tranchina e prevederà il coinvolgimento dei bambini che sfileranno in testa al corteo e dei volontari di Libera che traineranno il carro. Ma anche quest'anno non mancano le polemiche.

389ESIMA EDIZIONE
di
8 Commenti Condividi

PALERMO – Un Festino all’insegna dei “facitori di futuro”, di coloro che, giorno dopo giorno, costruiscono il domani e quindi, soprattutto, dei bambini: sarà questo il tema della 389esima edizione delle celebrazioni di Santa Rosalia del prossimo 14 luglio, che sarà diretto artisticamente anche quest’anno da Sandro Tranchina.

Il Comune infatti questa mattina ha provveduto all’apertura delle buste e, dopo aver valutato i cinque progetti “sopravvissuti” a una prima scrematura dei 19 iniziali e assegnato i punteggi, ha verificato i ribassi scegliendo, però, quello più caro, ovvero quello con il ribasso minore: si tratta dell’associazione temporanea di imprese Santa Rosalia, capofila Mama service e che conta su altre realtà come Mon amour film, Graham e associati, l’associazione “90 100”, la ditta La Rosa per i fuochi artificiali e l’associazione “I praticabili”.

“Sarà un Festino dedicato ai “facitori di futuro” – si legge nel progetto – che proverà a declinare, attraverso tutte le attività del programma, una idea condivisa di futuro e della città come vorremmo che fosse”. A trainare il carro trionfale saranno i ragazzi di Libera, mentre lo scorso anno furono quelli di AddioPizzo, e in testa al corteo sfileranno i bambini vestiti dei colori della città, il rosso e il giallo. Il tutto al costo di 485.100 euro.

“Ringrazio tutti coloro che hanno partecipato al bando, con idee e progetti tutti certamente testimoni di attenzione alla città – ha commentato l’assessore alla Cultura Francesco Giambrone – ho chiesto alla commissione di poter avere copia dei cinque progetti che hanno superato la fase iniziale per poterli leggere e perché sono certo che i professionisti e gli artisti che li hanno proposti siano tutti delle grandi risorse per la nostra città”.

Un’aggiudicazione giocata ai punti e vinta dall’ats praticamente per un soffio. Le valutazioni della commissione, composta da capoarea Eliana Calandra, dal dirigente Ferdinando Ania e dal funzionario dell’area culturale Salvatore Tallarita, hanno infatti assegnato all’associazione di imprese 84,48 punti rispetto ai 77,58 della Terzo Millenio di Andrea Peria, arrivata seconda con 77,58 punti davanti all’associazione Villa Pantelleria di Lollo Franco, che ha ottenuto 67,73 punti. Quarta la Internazional academy of italian luxory and life style, con 40 punti nonostante il ribasso più alto (il sei per cento), mentre l’associazione Music Hall è stata scartata perché ritenuta non idonea.

Ad essere determinante, infatti, è stata l’innovazione tecnologica: Peria, che pure aveva scelto come direttore artistico Roberta Torre e poteva contare su Marco Betta e forse Alfio Scuderi, ha ricevuto 40 punti per la creatività e tre per gli sponsor, così come l’ats, tre punti in più per la comunicazione ma solo 10, contro i 20 del raggruppamento che fa capo alla Mama service, per il team e l’innovazione tecnologica, che si è così rilevato l’elemento determinante per l’aggiudicazione.

E così a vincere è stata la proposta più costosa per il Comune, cioè quella con il ribasso più basso, di appena l’uno per cento: il Festino costerà 485.100 euro sui 490mila di base. “A vincere non è stato il progetto migliore ma la coincidenza con l’innovazione tecnologica, sembra il titolo di un film”, commenta amaramente Lollo Franco. Premiate invece le scelte di Tranchina, che prevedono schermi led tridimensionali e diffusori sonori sul carro. “Ho già detto che secondo me l’avviso è una modalità sbagliata – dice Tranchina – l’amministrazione avrebbe dovuto presentare un proprio progetto e poi fare un avviso per farlo realizzare. E’ una procedura dal sapore squallido, è una sconfitta per tutti perché si è scelto il meno peggio”.

Il programma delle manifestazioni, che andranno dal primo luglio al 15, dovrebbe prevedere il massiccio coinvolgimento dei bambini sotto la direzione artistica proprio di Tranchina che, oltre ad aver diretto numerose edizioni del Festino negli anni Novanta, sempre con Orlando sindaco, ha diretto anche quella dello scorso anno ma a titolo gratuito, e avvalendosi anche di un’azienda del prossimo Festino. Due delle aziende di quest’anno, sempre con Tranchina come direttore artistico (ma stavolta remunerato), si sono anche occupate del Natale e del Capodanno scorsi fra mille polemiche.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

8 Commenti Condividi

Commenti

    low cost? 485mila euro regalati sempre agli stessi amici di giambrone sarebbero low cost? ABBIAMO PERSO IL SENNO

    Ahahahhahahaa…. Che ridere… Il bando…. Hahahhaa ha… Ma mi facci il piacere mi facci…

    quello che mi fa rabbrividire e che quando quel bravo sindaco di cammarata che non mi ha mai ispirato fiducia finanziava il festino e dava circa 200 mila euro allora i signori del comune di palermo aizzavano una campagna mediatica paurosa senza precedenti il sig ollando finanzia quasi 500 mila euro e nessuno fiata anno strumentalizzato anche il festino vergogna mi vergogno io ma loro non di certo intascano intascano intascano e basta boooo citta capitale dei controsenzi PALERMO capitale della munnizza ,,,,,,

    Altro che dubbio, era una certezza il vincitore! Siamo alle solite nessuno che non fa parte della stretta degli amici, non farà niente in questa città. E che CA…..SO!!!!!!

    è ora? nessun commento forte ? siete stati bravi a lanzarvi sul pride, quando ancora neanche hanno uscito un’euro! Il costo
    preventivato è di 485 mila euro per il festino! ma scherziamo? è un’offesa alla povertà nel mondo, sopratutto a palermo che sta cadendo a pezzi!! caro direttore di live sicilia ora voglio godere quanti articoli riuscirete a scrivere sul festino!! ora rido io!!!

    voglio vedere quanti articoli riuscirete a scrivere!!

    Forse ricordo male ma qualche volta quando un appalto pubblico viene aggiudicato con nessun ribasso,qualcuno si prende la briga di andare a spulciare le carte.Che strano,Tranchina era quello che l’anno scorso decideva a chi affidare il festino nella veste di consulente (retribuito) del Comune,quest’anno è passato dall’altra parte del tavolo.Un ribasso dell’1% fa sospettare che gara non cera.Sì,è vero,c’era il progetto Peria : ma Peria e Tranchina non erano nella stessa società sino a qualche anno fa? E dove ha lavorato Tranchina negli ultimi anni prima di far ritorno a Palermo? Insomma magari è tutto in regola,ma l’eleganza non è di moda a Palermo.

    di nuovo il carro con i led sotto come le macchine dei tascioni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *