Ha vinto Carola | Ma vince Matteo - Live Sicilia

Ha vinto Carola | Ma vince Matteo

I consensi del leader leghista aumentano, nonostante la 'battaglia' di Lampedusa.

La polemica
di
19 Commenti Condividi

Il titolo riassume, nella banalità dell’incongruenza, il diagramma schizofrenico della realtà. La Capitana Carola Rackete ha vinto la ‘battaglia’ di Lampedusa, non tanto per l’esito giudiziario momentaneo della vicenda che l’ha vista liberata: sarà un paese finalmente normale quello in cui ogni pronunciamento del giudice verrà sottratto alla contesa agonistica. Ma perché, per parecchi giorni, ha tenuto testa a Matteo Salvini, al secolo il Capitano, in quella complessa trama di sommovimenti viscerali e riflessi mediatici che ormai chiamiamo democrazia. E non era facile.

Carola ha semplicemente raggiunto e mantenuto il punto, entrando in porto con la Sea Watch – ma non è questo il luogo per valutare il suo comportamento in senso stretto, per fortuna il diritto possiede ancora un suo linguaggio specifico – e ha affrontato, che fosse intima forza, o rappresentazione di un ruolo, la sua prova con invidiabile serenità, con un parlare schietto e determinato, con pose che, risultando anti-retoriche, erano capolavori di retorica. Come se avesse detto, non dicendolo: io, donna, bianca e benestante sono la raffigurazione di un mondo giusto e vagheggiato, concepito per la solidarietà, anzi per la fraternità che ci spinge a cercare l’umanità in mare.

Così, purtroppo, era perfino scontato che la sua femminilità, ampiamente intesa, diventasse il bersaglio di una suburra oscena di insulti, rivolti pure al Gip Alessandra Vella, e sarebbe dovere di ogni uomo che non si arrende al lato peggiore della mascolinità inchinarsi al cospetto di queste due donne – la signora magistrato e la signora che comanda le navi – e chiedere perdono di tanto oltraggio. E perfino l’inquilino del Viminale dovrebbe forse scusarsi di certi commenti che sono apparsi un passo più in là della sacrosanta libertà di critica.

Sul piano simbolico non c’è stata partita: Carola, l’effigie di una forza calma e Matteo a spargere sui social gli strali della sua ira. E si sa che la rabbia veste sempre i paramenti della sconfitta.

Eppure, la nettezza dei numeri fin qui disponibile recita un altro copione. Matteo Salvini vola – siamo ormai al 38 per cento, in zona Pd renziano, secondo i sondaggi – e aumenta il suo già imponente ventaglio di consensi, proprio in forza della crisi della Sea Watch. Cosa significa? Soltanto che il verbo salviniano è penetrato tanto in profondità da specchiarsi – che piaccia o non – nel ‘senso’, cioè nel modo complessivo in cui una comunità larghissima percepisce se stessa. Ottime notizie per i leghisti, campane politicamente a morto per tutti gli altri, compresi i 5 Stelle con il loro inconsistente balbettio. Sono le maggioranze silenziose, che se ne fregano della simbologia, a determinare gli esiti delle elezioni.

Che Italia è quella che si è imbarcata sul veliero a gonfie vele del comandante leghista? E’ tante cose: un popolo sgomento, povero, con una paura dell’invasione amplificata da un’Europa che più sbagliata di così verrebbe difficile immaginarla. Ma è anche, in una sua parte, un paesaggio di egoismi e di aridità. Un posto cattivo per gente cattiva.

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

19 Commenti Condividi

Commenti

    I buoni e i cattivi ci sono sempre stati e sempre ci saranno. La cosa difficile è capire chi sono gli uni e gli altri. Adesso, invece, il quadro in questione è chiarissimo: gli extracomunitari sono soltanto un ozioso pretesto. Con Mediterranea Saving Humans e Casarini, in assenza di Carola Rackete, in scena sul palcoscenico (del teatro di guerra) Mediterraneo. Ed è una tattica a tenaglia che, purtroppo, gode della copertura della magistratura e del Quirinale. A questo punto, continuare a pensare che Mattarella possa essere estraneo a quest’opera di demolizione dello Stivale, è un’illusione mortale. Ragion per cui, se il Capo di Stato Maggiore dell’Esercito non taglia questo nodo gordiano, l’Italia diventerà per quanto è lunga e larga, in breve tempo, un “brodo di coltura” per ogni tipo di sperimentazione sorosiana.

    Paghiamo gli esercizi pseudo sovrani sti di Salvini, che non sviluppa politiche, diplomazie, relazioni e collaborazioni, bensì misure e disposizioni, come se i problemi si ritraggono quando uno fa la voce grossa.

    Qui non ha vinto nessuno, hanno perso tutti Magistratura compresa. Occorre cambiare le regole, è chiaro che SALVINI va cercando queste situazioni per allargare consensi ed a me pare altrettanto chiaro che il comportamento di SALVINI vada sotto sotto bene ai paesi europei (tanto c’è quello che viene coperto da insulti però con il suo modo di fare spregiudicato riduce l’afflusso dei migranti – cosa non vera). La creatura SALVINI è cresciuta dal fallimento delle politiche PIDDINE e MONTIANE, in Italia vi è troppo malcontento per come vanno le cose e più si grida e si agisce contro SALVINI e più la Lega piglia piede, forse qualche parlamentare di centro o moderato o del PD deve capire che andare sulle barche delle ONG oltre a violare le regole è controproducente e poco redditizio per i migranti stessi e più vi è questo modo di comportarsi e più i consensi per la Lega aumentano. E’ inutile far eleggere uno del PD alla presidenza del parlamento europeo quando nello stesso parlamento si rema contro il Governo Italiano non sarà l’Europa a cacciare il Governo Gialloverde ma dovranno essere risposte credibili ai problemi delle persone (sicurezza, trasporti, lavoro, immigrazione) ed all’orizzonte non se ne vedono.

    Personalmente potrei inchinarsi solo dinanzi a chi perora gli interessi imprescindibili degli italiani e non certamente dinanzi a queste due donne. Non c’è dubbio che le frasi inneggianti allo stupro siano da condannare ma non posso non considerare che determinate esternazioni siano il termometro di un malessere che si è nutrito più dell’idiozia del buonismo di una sinistra incapace di difendere gli italiani a tutto vantaggio di un’esterofilia idiota che mortifica e dimentica gli italiani. Comunque nessuno può negare che tanti dei migranti che mettono piede in Italia, non tarderanno a dimostrare ciò chevsomo: stupratori, pedofili, assassini, drogati, ladri, spacciatori. E non è possibile escludere a priori che qualcuno dei poveri, poveretti migranti qui condotti dalla figlia di papà tedesca che, chissà perché si muove con imbarcazione battente bandiera olandese, possano stuprare qualcuno, o uccidere o commettere altri e più aberranti resti. Ed a quel punto chi di voi ciechi benefattori a chiacchiere sarebbe capace di condannare le vittime che in un momento di sfogo direbbero : peccato che il mio aguzzino non sia morto annegato o, auguro alla Rackete di essere violentata perché uno di quei migranti che ha portato in Italia mi ha violentato? Chi sarebbe capace di scagliare la prima pietra? E se qualcuno dei vostri parenti, vostra figlia, vostra madre, vostra sorella, domani fosse violenta o uccisa o violentata ed uccisa da uno di quei migranti fatti arrivare in Italia grazie alla Rackete, sareste ancora così buonisti?

    Però sappiamo chi perde. È tutto scritto nelle ultime righe del pezzo. Perde quel popolo sgomento al quale Salvini predica con successo di un’invasione, come quella degli orsi in Sicilia, una favola. E di un’Europa sbagliata, non dicendo di come fosse prima.
    Ma l’Italia è anche un paesaggio di egoismi e di aridità, un posto cattivo per gente cattiva? Non è facile rispondere, chiedere a Salvini.

    Hai fatto un quadro esattissimo della situazione. E, a proposito del Quirinale, mi auguro che il prossimo capo di Stato sia di diversa corrente politica, dal momento che per troppo tempo abbiamo avuto presidenti di sinistra, e questo non ci ha aiutati affatto e, al tempo stesso, mi auguro che si arrivi all’elezione diretta di un Presidente della Repubblica scelto dal popolo e non dai capipartito attraverso intrighi di palazzo

    Non l’avevo ancora visto in divisa dei vigili del fuoco, tuttavia nella foto è più evidente l’arancina.

    Honil, i sovranisti hanno stufato. Basta, lasciate l’Italia! Andate tutti via, andate da Trump o da orban

    La Legge Italiana attraverso il Gip boccio l’operato di Salvini.

    Aumenta consensi secondo i sondaggi? Senza elezioni politiche cosa se ne fa?

    Più banalmente direi che la capitani è stata una perfetta pallina di ping pong tra i suoi capi della Ong, il ministro dell’ interno e la ns.magistratura che forse inconsapevolmente non sa di avere aperto nuovi corridoi nel mediterraneo. Infatti ne vedremo delle belle questa estate.

    EGR. Dott. Puglisi, qualche anno addietro, chi non votava PCI era ignorante, antidemocratico, servo del capitalismo e quant’altro mentre chi lo votava era assolutamente il contrario, a cominciare dal direttore dell’unità che invitava al pianto dirotto per la morte di Stalin”capo dei lavoratori di tutto il mondo”. Mi pare che siamo sullo stesso piano, anche lei parla di paese arido et similia. Ma è possibile invece che la gente si sia rotta le scatole di questa politica che rende l’Italia la nazione del carnevale come diceva Churchill e non ne possa più? Mai sottovalutare le emozioni delle persone, soprattutto quando non sono mantenute e sono costrette a lavorare e non a fare finta di lavorare a servizio del”popolo” quello si lavoratore e spesso sfruttato.

    alberadan,
    è un dato storico che chi votava comunista votava per il partito e l’area politica di pio la torre, peppino impastato, pompeo colajanni…. mentre chi votava democristiano votava per il partito dove c’erano lima, ciancimino, gioia…..

    Al momento questo personaggio politico è in auge e sulla cresta dell’onda.
    Ma quando tra qualche anno gli italiani vedranno i risultati delle sue scelte poco lungimiranti e discutibili sarà una cocente delusione…

    Andiamo alle elezioni….e se saliranno LEGA-FDI allora forse cambierà qualcosa….viceversa siamo alla frutta !!

    Il titolo dell’articolo in un certo senso dice tutto, si stanno orchestrando su indicazioni di certi poteri Forti, azioni Pianificate e Studiate, accompagnate da un attacco di massiccio di Tutti i Media a disposizione (anche esteri) , e tutto questo per mettere in difficoltà Salvini, ma al momento con scarsi risultati…anzi con effetti contrari.

    Aumentano perchè gli sbarchi sono politici ,perchè si vedono giovani ben messi ,aumentano perchè molti ci sentiamo presi in giro da false missioni umanitarie,e tutto questo fa dimenticare a molti meridionali ,pregressi offese e frasi leghiste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *