"Latitante per pochi giorni" | Deve scontare nove anni - Live Sicilia

“Latitante per pochi giorni” | Deve scontare nove anni

Si era reso irreperibile dopo la condanna: i carabinieri hanno arrestato Gioacchino Martorana. Favorì la latitanza del boss Nicchi.

ARRESTO A PALERMO
di
4 Commenti Condividi

PALERMO- Un tentativo di darsi alla macchia stroncato sul nascere.  Non dormiva a casa da un po’. Un conoscente lo ha ospitato nei giorni che hanno preceduto la sentenza del processo Hybris. Gioacchino Martorana, il 30 gennaio scorso, è stato condannato a nove anni. I carabinieri del Reparto operativo di Palermo hanno dato esecuzione all’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale.

Martorana, 41 anni, è accusato di associazione mafiosa, estorsioni, rapine e traffico di stupefacenti. Avrebbe fatto parte della schiera di picciotti al servizio di Gianni Nicchi per garantirne la latitanza e si era messo a disposizione di Michele Armanno, il capomafia di Pagliarelli, condannato a sedici anni nella stessa sentenza. Gli investigatori non hanno dubbi: Martorana aveva tutte le intenzioni di diventare un latitante e aveva deciso di cambiare aria nell’attesa della sentenza. I carabinieri guidati dal colonnello Salvatore Altavilla però si erano messi alle calcagna di parenti e amici con cui Martorana non ha mai smesso di avere contatti.

Lo hanno visto uscire da casa dei genitori in via Oreto per non farvi più rientro. Il comandante del Nucleo investigativo, Alberto Raucci, e i suoi uomini sono arrivati a lui seguendo un amico di Martorana già venuto fuori nella fase investigativa che portò al blitz Hybris. Sabato hanno atteso che uscisse in macchina da un’abitazione di via Santicelli, nella zona di corso Calatafimi, e lo hanno fermato. Martorana non ha opposto alcuna resistenza.

 

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    Complimenti vivissimi al colonnello Salvatore Altavilla e ai suoi uomini per questa cattura, ai “quali” vanno i ringraziamenti di tutta la gente come me che vuole la legalità.

    soddisfazione di tutte le persone oneste.

    Prendeteli tutti, senza pietá e senza tregua.
    Grazie del vostro silenzioso impegno.

    Mi raccomando Carabinieri,Polizia e più in generale voi tutti delle forze dell’ordine per potere sconfiggere questa feccia denominata Cosa Nostra Palermitana mi raccomando quando vi arrivano denunce di incendi dolosi,danneggiamenti o attack nei lucchetti da parte di commercianti,imprenditori e più in generale operatori economici,e vi dicono non abbiamo mai ricevuto minacce e richieste estorsive voi non credeteci ed agite di conseguenza nel senso di fare delle intercettazioni ambientali con microspie e riprese video nei paraggi di quelle attività commerciali per potere far un monitoraggio efficace,io sono quasi certo che molti di loro non collaborano con voi non per omertà e mentalità mafiosa ma per paure di subire ritorsioni alle loro attività commerciali o peggio ancora per violenze fisiche varie se facessero denunce complete omettendo con reticenze determinati elementi investigativi per fare arrestare i loro estorsori,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *