I fratelli Di Giacomo | e le ritorsioni a Giunta - Live Sicilia

I fratelli Di Giacomo | e le ritorsioni a Giunta

Giovanni, detenuto, progettava col fratello Giuseppe, poi ucciso, nuove ritorsioni allo chef ribellatosi al pizzo.

Il blitz di palermo
di
18 Commenti Condividi

PALERMO – Il boss detenuto Giovanni Di Giacomo progettava col fratello Giuseppe, poi ucciso, nuove ritorsioni allo chef Natale Giunta, già vittima del pizzo. Il cuoco ha denunciato e fatto arrestare i suoi estortori. Un comportamento che non è piaciuto ai boss di Porta Nuova. “Di Giacomo – scrivono i carabinieri che oggi hanno fermato otto capimafia – consigliava di fare rompere, con la porcellana, i parabrezza delle autovetture dei clienti del ristoratore parcheggiate dinanzi al suo locale; ritorsioni che avrebbero dimostrato all’opinione pubblica la forza dell’organizzazione criminale che non dimentica mai e che agisce nel tempo”. Nei dialoghi dei due fratelli viene fuori anche l’intenzione di minacciare l’associazione antiracket Addiopizzo. “Se io fossi libero – dice Giovanni Di Giacomo – studierei … dove sono questi … di Addiopizzo … di fargli tipo … cose scherzose”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

18 Commenti Condividi

Commenti

    Pena di morte. Unuca soluzione. Altro che 41 Bis……

    Non ho
    Parole sono incredibilmente
    Scioccato

    Solidarietà a Giunta. Sei più forte di questi ex potenti, si capisce dal tipo di minacce, cercano solo di salvare la faccia. Continua a dare il buon esempio, quello che temono di più è non fare più paura a nessuno.

    Sarei curioso come commenterà questa notizia lo “chef Roberto lombardo “………….

    Soliderietà a Natale Giunta.Ma poi mi chiedo :si sanno i nomi,le famiglie i mandamenti ,vengono arrestati e poi rilasciati scorazzano per la città… altro che indulto per questa feccia ci vorrebbe il ripristino del carcere durissimo all’asinara o in qualche altra isola deserta senza potere incontrare nessuno mai senza alcuna pietà.Questa immondi esseri non possono in alcun modo essere recuperati e non deveno mai più entare in contatto con le persone civili.

    Forza pappagone un bell assessorato regionale a natale!

    Caro giunta, non mollare mai contro questi luridi schifosi parassiti, ciao caro

    Grazie caro “la verità fà male”
    Non faccio politica e non vivo di questo!
    Vivo di impresa e di lavoro

    Che sorci. Ma quando cacchio lo capiranno che, o finiscono sparati, o ammucciati, o in gabbia?.
    PS: io mangio cose surgelate e non magio roba da chefs

    Solidarietà all’amico Natale.
    Un esempio imprenditoriale per tutti noi.
    Agli estortori ed ai loro amici, cosa dire, forse è meglio che rinunciate a queste ignobili azioni.

    Essere oggetto di queste “attenzioni” è certamente un gran peso per la vita personale e della famiglia. Immagino lo stato di stress, ansia, forse paura che debba provare chi è sottoposto a questi vili gesti. Natale Giunta, che non conosco, deve ricevere dallo Stato la massima protezione perchè è lui in frontiera, è lui che sta combattendo la mafia.

    Caro natale ti conosco e ti stimo ..la mia era evidentemente una battuta diretta a crocetta . L avrei fatta a chiunque avesse subito un fatto analogo perché allo stato è l unico requisito necessario x ottenere un incarico regionale di prestigio anche se la propria attività o professione non ha alcun collegamento razionale con l incarico ottenuto.per il resto hai la mia piena solidarietà e spero che quei mafiosi marciscano in galera x sempre. Con stima.

    Caro sig. Verità fa male , ha fatto una battuta dubbio gusto . Mi chiedo come fa la gente come Lei a confondere la politica con la mafia . Le auguro di non subire mai quello che ha passato e quello che passa Natale Giunta e tutti quelli che sono minacciati dai mafiosi militari e dai mafiosi con i colletti bianchi . Le assicuro che questa battuta non la farebbe mai .

    Solidarietà al sign. Giunta

    SOLIDARIETA’ INCONDIZIONATA PER NATALE !!!

    coraggio Natale! Non mollare!

    solidarietà e rispetto, sempre e comunque

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *