Cammarata e lo skipper: | c'è un nuovo avviso - Live Sicilia

Cammarata e lo skipper: | c’è un nuovo avviso

Ancora indagini, dopo i rifiuti e Bellolampo
di
26 Commenti Condividi

La procura si appresta a chiedere il processo per il sindaco di Palermo, Diego Cammarata destinatario di un avviso di garanzia per truffa e abuso d’ufficio, a conclusione delle indagini su Franco Alioto, dipendente assenteista della società comunale Gesip, che avrebbe accudito, durante l’orario di lavoro, la barca della famiglia del primo cittadino ormeggiata nel porticciolo di Marina di Villa Igea. Insieme a Cammarata, sono chiamati a rispondere delle contestazioni anche lo skipper e Giacomo Palazzolo, direttore generale della società che ha come socio unico il Comune. L’indagine è condotta dal pm Laura Vaccaro ed è nata in seguito a un esposto anonimo, ma molto dettagliato, bastato su l’intervista al sindaco pubblicata da I Love Sicilia e nella quale Cammarata faceva chiaramente riferimento alle frequentazioni con Alioto. L’impiegato della Gesip non sarebbe mai stato sottoposto a controlli durante il lavoro, che teoricamente avrebbe dovuto svolgere come giardiniere nel parco della Favorita. Il caso era stato rilanciato da un servizio messo in onda da ”Striscia la notizia” su Canale 5. Tre giorni fa Cammarata è stato indagato dalla procura nell’ambito dell’inchiesta sulla discarica di Bellolampo gestita dall’Amia, l’ex azienda municipalizzata per la raccolta dei rifiuti. Al sindaco sono state contestate ipotesi di reato che vanno dal disastro doloso all’inquinamento delle acque e del sottosuolo, dalla truffa alla gestione abusiva della discarica, fino all’abbandono dei rifiuti speciali. Secondo l’accusa, infatti, Cammarata avrebbe impartito gli ordini su come gestire l’ex municipalizzata e anche la discarica.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

26 Commenti Condividi

Commenti

    cammarata dimettiti

    ascolta ken. è l’unica chance

    e perchè? mica ha sulla Gesip responsabilità di gestione diretta? a ben pensarci neanche sulla città ha responsabilità diretta, lo abbiamo voluto la gran parte de palermitani a quel posto. Che colpa ha? Se penso che in Germania il Presidente della Repubblica si è dimesso per frasi inopportune sulla politica estera… e sempre un problema di civiltà!

    Cammarata non si dimette perchè è il pupo di Schifani e Alfano. Sono questi i due i veri colpevoli se la nostra città va in malora. Che poi schifani viene da un paesazzo e Alfano è della provincia che ammorba tutto. Gli agrigentini sono la rovina della sicilia, ed ora stanno contaminando l’Italia.

    hey totò non offendere agrigento,la magna grecia,quando da noi Empedocle filosofeggiava e scriveva poesie a palermo eravate ancora cannibali,contaminiamo il mondo per cultura ed intelligenza,ci sono agrigenti sindaci in america,ministri in finlandia e ovunque andiamo finiamo per governarli,palermo compresa,siete invasi,i palermitani doc da generazioni sono in via di estinzione,è la legge della natura,leggi Darwin e capirai

    Direi che Cammarata se avesse una briciola di dignità dovrebbe dimettersi immediatamente. LA CITTà è LETTERALMENTE IN ROVINA

    @totò, ora capisco perchè tra PDL ortodosso e UDC c’è feeling, è una questione matematica, una equazione: Schifani:Romano = Alfano:Cuffaro, con buona pace di tutti.

    Ma si dovrebbe dimettere, per voi, tutti i giorni? Egr. Sindaco non si dimetta. Lei è una Luce, un faro, in questa citta’ piena di tenebre… La sua bonta’,la sua generosita, il suo altruismo, la Sua competenza e rettitudine morale , sono invidiabili. Le siamo vicino………Una nuvola,tanto fumo, STOP, buona la prima! La seconda scena del film è ambientata a…………………………………………………………………

    Cannibali lo siamo ancora! ma non mangiamo i bambini. Empedocle fu inghiottito dal cratere del vulcano Etna, forse spintovi da qualcuno……

    Anche il direttore Palazzolo deve essere processato per gli stessi reati,truffa e abuso, soprattutto dopo avere preteso di giustificare il tutto

    Cammarata è la VERGOGNA della nostra coscienza, la VERGOGNA di una città anestetizzata da promesse di posti di lavoro, di clientelismo sfacciato. Non solo lui, ma tutta la giunta e il 90% del consiglio comunale, a cominciare dal presidente campagna (quello che ha fatto assumere all’AMAT autisti senza patente) dovrebbero andarsene a casa solo se avessero un minimo di dignità. Già la dignità: una volta se si voleva offendere pesantemente si toccava questo tasto e si diceva: “si può perdere l’onore ma non la dignità”. Questi hanno perduto tutto e rimangono lì per due fondamentali motivi: in pochi sono rimasti a fare opposizione e coscienza critica (per esempio Padre Notari che comunque dietro pressioni politiche presso la santa (proprio santa non direi) sede saraà trasferito a Catania) e secondo possono contare su una giustizia che colpisce il ladro di polli e lascia loro impuniti nascondedosi dietro prescrizioni e ricorsi su ricorsi.
    Infine un appunto per @Totò e @Giovanni: se la Sicilia è ridotto a questo schif(ani)o è perché litighiamo fra di noi (campanilismo becero) a chi ha il peggiore politicante da strapazzo. Se invece queste energie le concentrassimo per dargli un paio di pedate (elettorali si intende) nel sedere,forse non li avremmo più fra le ball (in inglese).
    Ma fino a quando

    a me era bastato leggere il pezzo sul vostro S per ora in edicola per capire come erano andate le cose. l’avviso di garanzia è un particolare di poco conto.

    Bravi tutti contro Cammarata,
    scusatemi ma come mai nessuno parla dei consiglieri della sua maggioranza??
    scusatemi ancora parliamo di un sindaco eletto due volte dai cittadini a gran maggioranza.
    Quindi delle due una, o i cittadini di Palermo prima di andare a votare perdono il ben dell’intelletto o il sitema elettorale è da cambiare.
    Cammarata avrà fatto qualcosa di buono per questa città?
    Sicuramente si, ma nessuno, nenanche più i suoi sotenitori, ha il coraggio di essergli grato!
    Non prendiamoci in giro “siamo fatti così” ormai intorno a noi tutto fa schifo, così dicono tutti e lo diciamo anche noi ma quando Cammarata aveva le possibiltà di elargire contributi, far fare manifestazioni, inizare nuovi lavori, in quel periodo pure per l’opposizione era un “Signor Sindaco” oggi si è trasformato. Ricordo a memoria che anche nell’ultimo anno in cui amministrava Orlando, in Consiglio Comunale ci fu il gioco di fuoco contro il Sindaco che tutti reputavano il migliore. Non sarà mica che alla fine dei 2 mandati stia diventando fisiologico massacrare mediaticamente il sindaco uscente??
    Sicuramente in città ci sono seri problemi, dalla munnizza alla cultura, dai servizi sociali a alle scuole, ma eppur vero che gran parte dei moralisti, paladini della città, che adesso contestano Cammarata fino a qualche mese fa erano insieme a lui. Devo dirvi con franchezza che adesso, pur non condividendo molte scelte politiche fatte per la città, si stia esagerando. Paghi se ha sbagliato, con lo Skipper o Bellolampo, ma smettiamola di pensare che tutti i mali, quasi sempre storici, siano stati provocato solo da Cammarata, non sarebbe onesto ne corretto. La mia non vuole essere una difesa bensì una sottolineatura: In politica nulla è certo, la coerenza politica non esiste e spesso pur di essere rieletti o di farsi approvare qualcosa per i propri elettori si è pronti a sputtanarsi. Ai posteri l’ardua sentenza…

    Cottura a fuoco lento.
    Il sindaco Cammarata sta rosolando sulla brace alimentata sia da colpe sue, come in questo caso specifico, che dall’accumulo delle porcheria che sono state fatte nei decenni a Palermo.
    Basterebbe una semplice mozione di sfiducia, per “pulizziarselo”.
    Ma, evidentemente, sono in molti a ritenere più opportuno, politicamente, lasciarlo lì, sui tizzoni ardenti.
    Io ritengo comunque che, a breve, verranno fuori una serie di “scheletri” dagli armadi, in grado di abbattere d’un colpo anche un cavallo da traino.

    LA MIGLIORE CRITICA è SICURAMENTE QUELLA DI PEPPER. COMUNQUE MENTRE CAMMARATA VIENE ATTACCATO SU TUTTI I FRONTI SI RIPRENDE IL POSTO DI PRESIDENTE IN ANCI.
    COME LA VOGLIAMO METTERE?

    pepper, davvero, l’arrampicata sugli specchi è fenomenale nel tuo intervento.
    Qualcosa di buono? Qualcosa di buono in DIECI anni?
    Ma davvero, dove vivi? Ma la munnizza, la droga nei quartieri, gli scippi continui, l’aumento della TARSU, il nulla dei programmi… ma dove vivi? Dove?
    Finché non ammetterai che rieleggere Cammarata è stato un suicidio della decenza, il livello di munnizza rimarrà questo, ben oltre l’indecenza.

    @PEPPER

    concordo, se ha sbagliato paghi, ma non si può giudicare come il male assoluto.

    Io credo che nella prima sindacatura abbia creato qualcosa che non ci si poteva neanche immaginare:

    -sottopassaggio di Via L.Da Vinci in tempi record,
    -impianto di derivazione e sollevamento dei reflui dalla Cala ad Acqua dei Corsari (questa è davvero una cosa storica: la Cala, dopo secoli, non è più la fogna di Palermo)
    – sistemazione del foro italico
    – avvio della gara per sottopassaggio via perpignano… poi arenatosi non per colpa sua…
    – si cominciarono a vedere delle aiuole curate
    ecc.

    Con la seconda sindacatura tutto è cambiato…..

    Ora siamo davvero in balia del nulla, in alto mare e non si vede terra ferma…. e siamo pure senza skipper!!!! 🙂

    @Enzo vedo che se ti applichi capisci….

    Cammarata è un involucro completamente vuoto. è una persona umanamente, prima che politicamente e professionalmente, sconfortante. è avvilente solo sentirlo parlare. ti da sempre la senzazione netta, chiara e inequivacabile, che stia parlando di qualcosa che non conosce, mettendo assieme parole estrapolate da copioni scritti da qualcun altro. è oggettivamente un incompetente e un inetto, ma riuscirebbe a essere innoquo se solo adottasse un basso profilo. putroppo l’uomo è vanitoso e vuole fare il protagonista col risultato di coprirsi di ridicolo e coprire di ridicolo un’intera città. non dimentichiamo mai però chi ce lo ha messo tra i piedi.

    @ il dio castigatore
    io non devo difendere nessuno ne tanto meno arrampicarmi sugli specchi, ma è evidente che gran parte delle problematiche che tu citi sono frutto di errori politici del passato (e non mi riferisco solo ad Orlando che era capace di comunicare e di stare in mezzo alla gente facendogli inghiottire anche i dissevizi) e del presente (vedi la cricchia che ha gestito L’AMIA in questi dieci anni).
    Il sindaco ha le se colpe, ma non è il solo, forse è stato superficiale o troppo accondiscendente con i suoi fedelissimi ed ex amici.
    Sicuramente adesso tutti gli remano contro, e questo è sicuramente più comodo e utile. Ma per coerenza ti dico che la prova di ciò che sostengo e che non lo abbiano ancora sfiduciato, neanche i paladini del centro sinistra, che dell”indecenza della città” di cui parli stanno facendo un motivo per raccogliere i voti del dissenso.
    La soluzione è creare un governo tecnico della città, che metta tutti d’accordo per risolvere le vere emergenze altrimenti è inutile dire di andare a votare altrimenti dovremmo aspettare altri sei mesi e la munnizza crescerà ancor di più.
    Oggi più che mai questa città ha bisogno di trasparenza, basta con gli inciuci sottobanco e un’opposizione sterile, costruiamo insieme una Palermo migliore.
    Cammarata deve continuare perchè solo lui ormai può tenere i fragilissimi equilibri che permettono al Comune di Palermo di non fallire.
    Cammarata deve continuare perchè come uomo deve avere la possibilità di recuperare un’immagine deturpata che di lui si stanno facendo i cittadini.
    Cammarata deve continuare, perchè se ama veramente Palermo, la deve salvare dalle emergenze che la attanagliano.
    Questa è la mia modestissima opinione non è la Verità, caro @ dio castigatore, vivo a Palermo ma con i piedi per terra non con la testa confusa da strane teorie politiche degne della più sterile delle opposizione, rimbocchiamoci le maniche e lavoriamo insieme…

    cammarata deve ANDARSENE al più presto. E’ un sindaco assente e dannoso. L’aria malsana che si respira a Palermo è unicamente colpa sua e della sua giunta.
    9 anni in cui: comune, provincia, regione sono espressione della stessa maggioranza (più preoccupata di scannare il porco e mangiarlo che di amministrare).
    Non è un disastro. E’ una hiroshima bombardata dalla munnizza. I turisti scappano, i sorci abballano e nessuna ammissione di responsabilità, nessuna scusa per il degrado. Le responsabilità hanno NOMI e COGNOMI. Il responsabile è Diego Cammarata.
    Il resto è il non volere ammettere che rieleggerlo è stato un suicidio.
    A meno che, ovvio, non ti piaccia questa Palermo qui.
    L’onestà si applica dapprima con se stessi.

    Cammarata VERGOGNATI E DIMETTITI hai rovinato la città di Palermo.
    Troppo assente nelle borgate palermitane……….DIMETTITI faresti la cosa più giusta.

    Via tutti…..ci vogliono facce nuove, tanti giovani e tante donne per fare pulizia….

    Concordo pienamente con @il dio castigatore.
    Per@panormita: certo anche Hitler e Mussolini hanno fatto qualcosa: che so un ospedale, un ponte, la bonifica di Mondello (Mussolini), ecc…
    Quando leggo certi commenti non riesco a non pensare quanto l’affetto per questa pestilenza sia legato al proprio tornaconto economico. Il sottopassaggio di via Perpignano si è arenato per colpa sua perché ha dato l’appalto alla stessa ditta che si era “ammuccata” i soldi per l’allargamento del ponte del baby luna e poi aveva dichiarato fallimento.
    Certo che se iscrivono qualche palermitano al cmpionato mondiale di arrampicate non c’è partita. Abituati ad arrimpicarsi sugli specchi, non avrebbero avversari.

    Che schifo, più che dal sindaco sono disgustato dai miei concittadini che lo difendono. Palermo non cambierà mai

    Mi chiedo,ma questo “povero” Sindaco, attaccato continuamente da tutti, bistrattato, offeso ecc. (condivido,condivido!) avra’ qualcosa di buono? Puo’ essere mai che è solo magna magna? Un minimo di dignita’, poca poca, non gli è rimasta? FABRIZIO come dici tu, Palermo non cambiera’ mai!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *