Il flop del sito del Comune|Ecco quanto sono costati software e pc - Live Sicilia

Il flop del sito del Comune|Ecco quanto sono costati software e pc

Per il nuovo sistema di elaborazione dei dati, il commissario Luisa Latella (nella foto) ha speso solo 4 mila euro. Ma i costi principali sono arrivati dall'acquisto di 142 computer: ecco quanto ha investito il Comune per il nuovo meccanismo, che a 26 ore dalla chiusura delle urne riporta ancora dati parziali.
La rivoluzione informatica fallita
di
21 Commenti Condividi

La rivoluzione fallita è costata 35 mila euro. Di cui appena 4 mila per il software. Il mega-sistema informatico che avrebbe dovuto trasformare in un orologio svizzero la pubblicazione dei dati delle elezioni a Palermo è costato relativamente poco, ma a pesare è stato l’acquisto dei pc da tenere nei seggi: “I computer portatili – spiegano da Palazzo delle Aquile – sono costati 220 euro ciascuno. Per avere l’importo complessivo basta moltiplicare per 142: c’erano 130 pc nelle sezioni, otto alla sede centrale e quattro di riserva”. Il totale è presto detto: 31.240 euro.

A questa cifra va sommato il costo del software. Il sistema “Elezioni, risultati elettorali” è statp elaborato dal gruppo Editoria Maggioli e acquistato per 4 mila euro dal Comune su indicazione della Sispi, che ha curato la fase preparatoria del sistema. L’ultima voce di spesa da aggiungere è l’installazione di 150 chiavette digitali, ma in questo caso i costi sono irrisori: “Li abbiamo presi in locazione per due mesi – dicono dal Comune – e costano solo per i minuti di connessione effettiva. Parliamo di un centesimo al minuto. Alla fine ce la caveremo con 200 o 300 euro”.

Certo è che il flop è senza precedenti. Complice (forse) il riconteggio delle percentuali, alle 17,34 del giorno successivo al voto, quando dunque sono passate oltre 26 ore, sul sito del Comune non sono ancora presenti i dati definitivi: l’ultimo aggiornamento, risalente alle 17,26, riguarda 595 sezioni su 600. E per le preferenze ai consiglieri la situazione è persino peggiore: le sezioni scrutinate sono 494. Una rivoluzione, sì. Ma in peggio.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

21 Commenti Condividi

Commenti

    meno male che latella era efficientista…….

    Che figura…..
    ¬_¬

    La soluzione è semplice, rivendete i 142 PC su eBay o su Subito e ricoprirete parte dei costi…

    Il problema è che così nessuno potrà portarsi a casa un bel portatile “nuovo, nuovo”!

    Mi piacerebbe esser smentito.

    Informatevi meglio…il problema non è del sito o dei pc..ma del conteggio lento di tutte le schede!!! siate più onesti nel dare certe notizie
    con 11 sindaci..più di 20 liste..1350 candidati al consiglio comunale e altrettanti alle circoscrizioni non dovete prendervela con i gestori del sito, i comunali o gli scrutatori ma con tutti questi “politici” allo sbaraglio!! si dovevano controllare più di 2500 nomi, e se poi lo sapete i rappresentanti di lista stanno nei seggi per commentare o dibattere ogni singolo voto!!

    Non dite niente a Leoluca sennò dice che ci sono stati “brogli” e si ricandida. E poi io sono costretto a votarlo per la decima volta……

    passate a linux io lo uso mai avuto nessun problema e de gratis.

    tutto questo perche’ non ci si e’ affidati all’efficienza dei “piemontesi” …..

    PC? Me li volete chiamare PC quelle cagate con cui i poveri delegati comunali dovevano lavorare? Tasti minuscoli e connessione che andava e veniva. Proprio loro non c’entrano nulla, miskini. Sono un Presidente di Sezione e pur avendo consegnato tutto all’1:30 sono andato via dal seggio alle 4:30 perchè c’erano obiettive difficoltà a trasmettere i dati. € 34.000 e poi non c’erano i soldi per fare due fotocopie delle liste dei candidati da incollare ai verbali e per la colla!!! Costi che abbiamo chiaramente affrontato noi onde evitare di ricopiare circa 1.500 nomi. Ah ma ora c’è Orlando che il Sindaco lo sa fare e risolviamo tutto…forse

    ma chi ce la porta al commissario di impelagarsi in questa situazione.Secondo me ha fatto un errore di valutazione.Dottoressa non ascolti nessuno:tanto fra qualche giorno dimenticherà PALERMO.Grazie!

    220 euro per dei computer ad uso professionale?
    E cosa hanno comprato? Dei commodore 64?

    MA I PRESIDENTI O CHI PER ESSI ERANO STATI “FORMATTI” X MANDARE DATI ON LINE???

    pc acer 10 pollici batteria 3 celle
    chiavetta onda (ducati)
    telefonino servizio nokia (modello base)
    software per inserimento dati sindaco, liste comunali e preferenze comunali più presidente circoscrizione e consiglieri circoscrizioni.
    .
    il programma per la maggior parte dei rilevatori dati comunali ha presentato problemi che non permettevano di consolidare i dati forniti dai presidenti di seggio, per potere essere poi utilizzati dal centro raccolta notizie centrale che li mette nel sito web del comune.
    La formazione doveva essere trasmessa anche ai presidenti di seggio oltre che ai dipendenti comunali. Quì c’è stato il primo corto circuito.
    Purtroppo dall’esperienza vissuta ho constatato che certi presidenti di seggio non dovrebbero proprio essere nominati. Non sono adatti al ruolo che rivestono e chi li nomina non lo dovrebbe fare per tradizione ma per capacità dimostrata per svolgere quel ruolo delicato. Certi presidenti permettono persino ai rappresentanti di lista di interrompere per notevole tempo le operazioni di spoglio e questo è vietato dalla legge, una volta non accettate le contestazioni dal presidente si deve procedere con il lavoro e i rappresentanti di lista non devono rompere ulteriormente stressando il gruppo degli scrutatori.
    .
    Altra nota dolente: la scheda contenente sindaco, lista comunale e candidato consiglio comunale, tutti insieme e con il sistema del voto disgiunto è una grandissima cavolata e la prova ne è che tantissime persone hanno dichiarato di aver sbagliato subito dopo aver votato. Si potevano spendere più soldi pubblici a far stampare una terza scheda ma si sarebbe data la possibilità di far capire meglio alle persone le scelte da fare, evitando errori.
    .
    Come sempre se le cose vanno male le responsabilità vanno ricercate in alto, in chi decide i sistemi e le modalità di voto, e in chi decide chi devono essere i presidenti di seggio, verificando le professionalità prima della nomina.
    Rilevatori di dati elettorali, pc e programmi non hanno responsabilità nei ritardi prodotti nella pubblicazione dei dati elettorali finali.

    Non so come sia andata “sul campo” ma avevo capito sin da quando l’avevano approvata che la legge 6 doveva servire a fare confusione…..che senso ha il voto disgiunto nella stessa scheda con lo sbarramento sulla base delle schede votate ? Sei costretto a fare delle endo-percentuali con riesame della scheda sotto più profili….il tutto in assenza di indicazioni precise. Le leggi devono scriverle i tecnici…….

    Il problema è che le schede di rilevazione che i presidenti dovevano compilare e il software richiedevano informazioni diverse. In altre parole erano incompatibili. Da qui sono nati tutti i problemi.
    In pratica il software richiedeva ai presidenti di segnalare come “bianche” tutte le schede in cui non c’era l’indicazione per il consiglio (comunicazione 7), o in cui non c’era indicazione per il sindaco (comunicazione 8). Ma le schede dicevano altro, e i presidenti non se la sentivano di dichiarare il falso.

    Ancora non ci sono dati definitivi sui consiglieri …… ma Palermo è come la Cina o l’Indonesia dove i risultati si sanno dopo 15 giorno? Ma che ci vuole …. se non si sanno usare i pc fateli a mano 4 conti!!!!! SISPI delle mie scatole.

    che colpa hanno i rilevatori e di conseguenza il comune di palermo se i presidenti non sanno interpretare le espressioni di voto e quindi non sanno contabilizzarne i totali e congruire con il numero dei votanti, che devono coincidere con il numero delle schede elettorali scrutinate. Vorrei dire a marta che lei come i presidenti non sanno la scheda debba intendersi bianca, scheda nulla e voto nullo. la richiesta eraq solo un numero relativo alla espressione di voto al solo sindaco o alla sola lista “di cui…” che ovviamente era un dato già nella contabilizzazione dei voti validi. Che colpa hanno i rilavaroti se nelle comunicazioni i presidenti hanno scritto che il numero dei voti scrutinati erano molto superiori dai votanti e per questo non si può congruire il dato per poi invarlo via web

    Pc Acer…ora tutto mi è chiaro!

    Ma perchè gioma non fa il presidente visto che è così bravo?

    Certamente potrei fare il presidente ma non per tutte le 600 sezioni della città di Palermo. Sono daccordo con massimo che le colpe non devono essere per il comune se i presidenti non sanno dare dei dati che al controllo informatico erano da subito incongruenti. Certamente non hanno letto le istruzioni che gli sono state date con la pubblicazione nr. 6 al momento della nomina e che si poteva scaricare sia nel sito della Regione che in quello della Prefettura e anche in quello del Comune. Marta perchè non vai a vedere i verbali trascritti dai presidenti all’Ufficio Elettorale del Comune? Ti renderai conto della difficoltà di lettura degli stessi.

    Pc Acer o altra marca non fa nessuna differenza per l’attività che doveva fare. Se il dato scrutinato non è congruo il programma, che ne controlla la conformità, non permette di trasmettere il dato. Questo è il metodo migliore per far capire ai presidenti che è finita l’ora di effettuare il loro incarico con tanta superficialità. Devono essere professionali e capaci, che la loro figura è garanzia di democrazia e libertà di voto. Ma molti hanno fatto il loro dovere con serietà e professionale unitamente agli scrutatori e segretari.

    Vorrei precisare che i dati forniti dal comune e pubblicati sul sito sono ufficiosi che dal giorno dopo saranno controllati da un magistrato, che verbale per verbale ne controllerà i valori e dopo averli contabilizzati effettuerà la loro ploclamazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *