Il Messina cerca un vero centravanti | E Venuto lavora sulla difesa a tre - Live Sicilia

Il Messina cerca un vero centravanti | E Venuto lavora sulla difesa a tre

Il mister giallorosso prova il modulo 3-4-3, ma manca una punta vera capace di fare la differenza in D.

calcio - serie d
di
0 Commenti Condividi

MESSINA – Ultime ore a Rocca di Caprileone per il Messina, prima dello sciogliete le righe di ferragosto. Una pausa che durerà giusto qualche ora, visto che da giorno 16 la truppa giallorossa si trasferirà in Sila dove ultimerà i preparativi in vista dell’esordio ufficiale previsto il 20 agosto al Tupparello di Acireale contro i granata, per una sfida valida per il primo turno di Coppa Italia.

Dall’infermeria giungono buone notizie per Antonio Venuto. L’infortunio di Bonadio, infatti, non sembra essere particolarmente grave e quindi l’ex Palmese sarà ancora aggregato alla truppa peloriotana. Il suo tesseramento non dovrebbe essere a rischio. La partitella in famiglia di giorno 13 è stata decisa da Bossa, elemento che ha suscitato giudizi positivi nel tecnico messinese che lo ha provato davanti alla difesa. Ruolo che però dovrebbe vedere come protagonista Lavrendi, che però ha continuato a lavorare a parte insieme a Pezzella, Dezai e Migliorini, tutti ancora a caccia della migliore condizione.

In questi giorni di ritiro, Venuto ha cercato di plasmare al meglio il Messina, iniziando a lavorare subito sui suoi concetti di gioco. Primo su tutti la difesa a tre, fattore particolarmente caro all’ex tecnico del Due Torri, particolarmente attento alla fase difensiva. L’azione dev’essere creata già nelle retrovie, il playmaker chiede palla e via subito sugli esterni, questi alcuni dettami inculcati ai suoi ragazzi. Tra le note più liete di queste prima parte di preparazione c’è l’ex Milazzo Leandro Rizzo, che potrebbe trovare spazio come attaccante esterno nel 3-4-3 peloritano. La presenza in rosa di alcuni fedelissimi come Cassaro e Tricamo è un punto a favore di Venuto, che però deve fare i conti con una squadra incompleta.

Il primo nodo da risolvere è quello del centravanti, ruolo che attualmente può ricoprire Dezai, ma Venuto e la società stessa sono alla ricerca di un centravanti in grado di fare la differenza nella categoria. Il ripescaggio del Rende in Serie C ha fatto sfumare il sogno Ricciardo, rimasto in Calabria ma che a parità di categoria avrebbe sposato il progetto giallorosso. Saltato Meloni che si è accasato alla Nuorese, resta sempre calda la pista che porta a Totò Cocuzza, uno degli idoli della piazza. Possibile un altro rinforzo in difesa, il nome più caldo sembrava quello di Alberto Cossentino, scuola Palermo che vanta anche una presenza in massima serie con i rosanero, pista che però sembra notevolmente raffreddata.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.