Il ritardo sul bando di Natale | Eventi a partire da gennaio - Live Sicilia

Il ritardo sul bando di Natale | Eventi a partire da gennaio

E sui debiti fuori bilancio manca il numero legale. Tantillo: "Maggioranza di dilettanti".

Palermo
di
3 Commenti Condividi

PALERMO – Partenza in ritardo per gli eventi natalizi previsti dal Comune di Palermo, che prenderanno il via il 2 gennaio. La comunicazione è arrivata dall’assessore alla Cultura, Andrea Cusumano, che a Sala delle Lapidi ha risposto alle domande dei consiglieri ammettendo i ritardi fatti registrare dall’Amministrazione sul bando di Natale e assicurando maggiore attenzione per il futuro. Il bando, dunque, resta in piedi con la richiesta da parte del Consiglio di evitare sovrapposizioni di eventi. Critico il Movimento cinque stelle: “Il bando va salvato – ha affermato Igor Gelarda, consigliere del Movimento cinque stelle – anche per salvaguardare gli operatori impegnati negli eventi, ma temiamo che quanto accaduto rappresenti il filo rosso di questa amministrazione comunale: l’incapacità di progettazione. Siamo preoccupato anche in vista del 2018 che vedrà Palermo Capitale della cultura”.

Maggioranza distratta e in difficoltà, invece, per quanto riguarda i debiti fuori bilancio. Dopo una lunga discussione, infatti, la quota dei presenti in aula è scesa a venti, nonostante la presenza a Sala delle Lapidi di cinque consiglieri d’opposizione, costringendo il presidente Totò Orlando a rinviare i lavori alle 14 di domani. Slitta ancora, dunque, l’approvazione di alcuni debiti importanti come i 4,2 milioni destinati ad alcune cooperative sociali. “Siamo davanti a una maggioranza di dilettanti – attacca il capogruppo di Forza Italia, Giulio Tantillo -. Da opposizione abbiamo mantenuto un atteggiamento responsabile restando in aula, ma non è bastato per andare avanti coi lavori perché alcuni componenti della maggioranza sono usciti. Non è possibile proseguire in queste condizioni, Orlando intervenga”. Compatto in aula il Partito democratico, che attraverso il capogruppo Dario Chinnici invita la maggioranza a un “maggiore senso di responsabilità”. Chinnici si dice “amareggiato per l’atteggiamento alcuni consiglieri” assenti oggi a Palazzo delle Aquile. “A pagare il prezzo di ogni ritardo nei debiti fuori bilancio è la città – ricorda -. Mi auguro che episodi come quello di oggi non accadano più”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

3 Commenti Condividi

Commenti

    Embé , certo che 5 anni sono lunghi da passare . La maggioranza e’ formata
    da dilettanti allo sbaraglio , poi c’è’lo sbaraglio del’opposizione .

    Perché non pagavate il salario accessorio al personale part time, a quel punto probabilmente i bandi sarebbero stati pronti in tempo. L’amministrazione voleva che il personale lavorasse senza straordinario pure di notte. Ecco spiegato il motivo

    Se ci fosse una vera opposizione,forse questo governo locale sarebbe già a casa,evidentemente conviene a tutti restare a galla……parassiti tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.