Il ritrovamento e il dolore| La moglie: "Devo vederlo" - Live Sicilia

Il ritrovamento e il dolore| La moglie: “Devo vederlo”

Floriana Di Marco e i familiari del medico sul luogo in cui è stato individuato il corpo di Liotta.

LA TRAGEDIA
di
6 Commenti Condividi

PALERMO – Nei giorni scorsi si era già recata nelle zone delle ricerche, ha riconosciuto i pochi indumenti trovati e, fino all’ultimo, ha sperato nel miracolo. Fino a stamattina, quando è stato trovato il corpo senza vita di suo marito, il giovane pediatra palermitano Giuseppe Liotta. “Ho bisogno di vedere mio marito – dice Floriana Di Marco, anche lei medico all’ospedale dei Bambini – Ho già visto le scarpe e i vestiti. Lo voglio vedere. Sono un medico e so come può essere ridotto ma lo voglio vedere”. Già ieri, tenendo strette le mani dei soccorritori, aveva chiesto in lacrime che il marito venisse ritrovato.

La donna, insieme ad altri familiari, si trova vicino al luogo dove è stata trovata la macchina del marito: ad alcune centinaia di metri dal bivio della statale 118 per la strada provinciale 96. Liotta era partito da Palermo verso le 18.30 e si stava recando nell’ospedale di Corleone per prendere servizio alle 20.

Superato l’obelisco di Ficuzza ha percorso un tratto della Statale, difficile da percorrere a causa del nubifragio che era in corso, e si è poi immesso, probabilmente per errore, sulla strada provinciale. L’auto è stata trovata un po’ più a valle della provinciale dopo il ponticello Drago


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

6 Commenti Condividi

Commenti

    riposa in pace grande uomo e dottore

    il Signore accolga la sua Anima nobile e soccorra e assista i suoi cari che sono nel dolore

    Dolore enorme, un esempio straordinario e raro. Grazie Giuseppe.

    Riposi in pace!!

    Che indicibile tristezza… Sentite condoglianze ai familiari

    Morte ingiusta. Destino barbaro e infame. Strappato agli affetti dei figli, della moglie e di tutti i familiari. Il Signore l’ha già accolto tra le sue braccia. Eterno riposo per un grande uomo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.