Il Sappe: "Governo riprenda progetto|su misure alternative al carcere" - Live Sicilia

Il Sappe: “Governo riprenda progetto|su misure alternative al carcere”

Il sindacato di polizia penitenziaria
di
0 Commenti Condividi

E’ un ”valido esempio di reinserimento sociale” l’impiego di 85 detenuti a Palermo, Roma e Milano per occuparsi nel giorno di Ferragosto della pulizia di spiagge e parchi sotto il controllo della Polizia Penitenziaria. Ma non basta: in un momento in cui le carceri registrano il ”triste primato” del sovraffollamento, occorrono ”provvedimenti urgenti”, a cominciare da un ”maggiore ricorso alle misure alternative alla detenzione”. E’ per questo che il Sappe, il principale sindacato della polizia penitenziaria fa appello ai ministri Maroni e Alfano perchè riprendano il progetto che prevede l’utilizzo della Polizia Penitenziaria all’interno degli Uffici di esecuzione penale esterna proprio per potenziare le misure alternative. ”Per molti mesi abbiamo discusso con l’Amministrazione penitenziaria la bozza del decreto interministeriale Giustizia-Interno- dice in proposito il segretario Donato Capece- ma inspiegabilmente quel decreto si è arenato in chissà quali meandri pur potendo costituire un importante tassello nell’ottica di una riforma organica del sistema penitenziario e giudiziario italiano”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *