"La chiusura delle Palme | non è da addebitare alla crisi" - Live Sicilia

“La chiusura delle Palme | non è da addebitare alla crisi”

Il sindaco: "Nella vicenda dell'Hotel delle Palme l'unico dato certo è che la paventata chiusura non può essere addebitata alla crisi del settore. A Palermo nel'ultimo anno si è registrato, proprio nelle strutture alberghiere, un aumento delle presenze turistiche".

Il sindaco di Palermo
di
4 Commenti Condividi

PALERMO – “Nella vicenda dell’Hotel delle Palme l’unico dato certo è che certamente la paventata chiusura non può essere addebitata alla crisi del settore”. Ad affermarlo sono il sindaco Leoluca Orlando e l’assessore Francesco Giambrone che, dati alla mano, ricordano che “a Palermo nel’ultimo anno si è registrato, proprio nelle strutture alberghiere, un aumento delle presenze turistiche, in particolare quelle straniere”. “I dati sul turismo a Palermo – proseguono i due – dimostrano che sia pure in una situazione di grave crisi economica, il settore turistico dà segnali di ripresa grazie anche ad una rinnovata visibilità della città a livello internazionale e ad una stretta collaborazione fra tutti gli operatori e l’amministrazione per politiche comuni di rilancio”.

“Per quanto riguarda l’Hotel delle Palme – conclude Orlando – comunque l’amministrazione non può e non vuole rimanere spettatrice di eventi che riguardano un simbolo del turismo cittadino oltre che un’importante realtà occupazionale e quindi ci faremo promotori, così come già fatto per altre situazioni di crisi aziendale, di un tavolo di concertazione e trattativa che miri soprattutto alla salvaguardia dei livelli occupazionali”.

 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    A munnizza si deve togliere dalle strade. i turisti cercano anche pulizia

    È già , lui il sindaco lo sa fare e quindi penserà ai lavoratori del l’hotel come ha pensato ai suoi della gesip. Per lo stesso principio che non capisce come mai l’albergo chiude mentre il settore non è in crisi, dovrebbe spiegare come mai ha messo tutti i lavoratori gesip in cassa integrazione e poi li utilizza nelle stesse attività però in cassa integrazione……..l.

    La rinnovata visibilità dell’immondizia…

    Come si può affermare che il settore turismo non è in CRISI ….. oggi il settore paga una crisi economica dovuta non alle minori presenze turistiche ma bensì ai ricavi conseguiti da dette presenze; minori ricavi che uniti ai maggiori costi determinano LO STATO DI CRISI.
    Ovviare a questa crisi può essere compito delle Amministrazioni Regionale, Provinciale e Comunale, ma certamente non creando una nuovo stuolo di lavoratori in CASSA INTEGRAZIONE ( cosa che farebbe la felicità del Sindaco) bensì impegnandosi a trovare idee in grado di favorire la promozione turistica dell’intera isola.
    Il sindaco dovrebbe utilizzare i vispi cervelli dei suoi CONSULENTI non per proporre inutili partecipazioni a eventi futuri da cui certamente la città di Palermo è lontana ma bensì per proporre manifestazioni CULTURALI, MOSTRE, EVENTI in grado di garantire la visibilità della città; lo stesso dovrebbero fare la provicia e la regione …….
    GUARDATEVI IN GIRO …… VEDETE QUELLO CHE FANNO NELLE ALTRE REGIONI, PROVINCE E COMUNI …… non dormite o fate demagogia come al solito …. ciao

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *