La Fortitudo secondo Ciani: | "Tanti giovani e tanti stimoli" - Live Sicilia

La Fortitudo secondo Ciani: | “Tanti giovani e tanti stimoli”

Il coach di Agrigento punta sulla fame e sulla duttilità del giovane roster costruito.

basket - serie a2
di
0 Commenti Condividi

AGRIGENTO – La nuova Fortitudo Moncada Agrigento parte da poche certezze e poche conferme rispetto alla scorsa stagione. La più importante, senza ombra di dubbio, risponde al nome di Franco Ciani. Il coach goriziano ha deciso di proseguire la propria avventura nella città dei Templi, per dare seguito ad un percorso iniziato ormai sette anni fa anche se con una linea decisamente diversa rispetto alle ultime stagioni. Facile parlare di spending review quando ci si riferisce alla condotta tenuta dalla dirigenza del club agrigentino durante l’estate, con tante partenze eccellenti e diversi giovani aggregati al roster. Ma Ciani punta forte sul gruppo costruito nelle scorse settimane: “Sarà una ripartenza, con una forte apertura ai giocatori giovani e il desiderio di costruire un nuovo gruppo dopo che la scorsa stagione aveva chiuso un vecchio ciclo. L’idea era di creare una situazione diversa e stimolante, con la consapevolezza che ogni ripartenza ha le sue difficoltà. Nostro obiettivo di classifica è quello di ottenere la salvezza, mentre a livello tecnico vorremmo lavorare con questi giovani in maniera proficua. Dopo qualche stagione ritorniamo ad essere un laboratorio, non avrò più i miei ‘moschettieri’ con i quali ci capivamo con uno sguardo, ma dovremo ricostruire un nuovo gruppo, con gerarchie differenti”.

Si passa all’analisi dei singoli nell’intervista che coach Ciani ha rilasciato per il sito ufficiale della Lega Pallacanestro. A cominciare dai due giovanissimi playmaker, il classe ’96 Zugno e e il classe ’98 Cuffaro, quest’ultimo prodotto locale e pronto sia a dare man forte alle rotazioni della Fortitudo, sia magari ad insidiare proprio il posto da ‘regista’ titolare affidato quest’anno al prodotto delle giovanili di Cantù: “I galloni di titolare Zugno se li è guadagnati con quanto fatto lo scorso anno, quando chiamato in causa, mentre Cuffaro è un giovane che proviene dal nostro vivaio. È chiaro che il ruolo di play potrà essere affidato tatticamente anche ad altri giocatori, capaci di giocare più ruoli, come Pendarvis Williams e Pepe: abbiamo cercato di garantire la duttilità del gruppo, senza schiacciare sotto il peso della pressione i nostri giovani. Zugno ha comunque personalità ed è ragazzo capace di reggere bene il compito”.

E poi ci sono i due americani, ovvero un lungo dalla buona esplosività atletica come Jalen Cannon e soprattutto il figliol prodigo Penny Williams, tornato a dare una mano alla causa di Agrigento dopo che tre stagioni fa fu sfiorata addirittura la promozione in serie A, con lo statunitense che fu grande protagonista fino alla finale persa contro Torino: “Cannon è un ibrido tra 4 e 5, capace di dare impatto dentro l’area e con grande mestiere nelle battaglie sotto i tabelloni. Da lui abbiamo avuto ottime referenze. Gli anni scorsi avevamo un 5 puro e Chiarastella, quest’anno dovremmo cambiare assetto. Mi aspetto da lui che ci possa dare un contributo in area, ma che possa anche uscire sul perimetro per darci maggiore varietà di soluzioni. Williams? Avevamo particolare bisogno di stranieri che avessero qualità morali particolari, e Williams è stata una scelta mirata in questo senso. Siamo orgogliosi che abbia scelto Agrigento per ripartire, deve dimostrare di tornare ad essere uno dei giocatori migliori della A2, come tre stagioni fa, quando condividemmo uno straordinario percorso. È un ragazzo in gamba ed a modo, capace di giocare anche da play: mi aspetto che ‘faccia il Williams’”.

A proposito di grandi e graditi ritorni, anche Paolo Rotondo ha deciso di ripartire proprio dalla nuova Fortitudo Agrigento per rilanciare ulteriormente la propria carriera. Parla anche di lui Ciani durante l’intervista, ma parla anche e soprattutto di uno dei pochi giocatori rimasti alla sua corte durante l’estate, ovvero il veterano Marco Evangelisti che ha ancora tanta voglia di stupire e di incidere: “Per questi giocatori hanno contato l’aspetto motivazionale e il legame affettivo con Agrigento. Marco sarà il leader e il fulcro del nostro gioco, il giocatore che dovrà trasmettere il ruolo di guida ai compagni. Rotondo è un cavallo di ritorno, anche se dopo molti anni (in Fortitudo disputò la stagione 2009-10 in A Dilettanti, ndr); anche lui è un ragazzo che può giocare in più ruoli, con forti motivazioni. Inoltre a livello umano è molto legato alla città e ci siamo incontrati in breve tempo. Saranno i due giocatori che faranno da chioccia al gruppo italiano”.

A completare il roster, oltre al quintetto di partenza e al già menzionato prodotto locale Cuffaro, ci sono altri quattro ragazzi italiani, tutti al di sotto dei 25 anni. Simone Pepe, Matteo Ambrosin, Tommaso Guariglia e Isacco Lovisotto vengono fatti tutti passare sotto la lente d’ingrandimento di Ciani: “Credo che ci sarà un impatto diverso per ognuno di loro, anche per il differente bagaglio di esperienza che presentano. Quanto si punta su un gruppo giovane, anche se con qualità, si deve tenere conto di questo. Ambrosin, una guardia-ala del ’97 di scuola Reyer Venezia, è stato promosso in Serie B con Jesolo e ha vinto il tour italiano di 3×3, ha talento, qualità e fisicità. Lovisotto, lungo classe ’98, è un vice campione d’Italia con Trento, e ha già assaggiato situazioni importanti, soprattutto in allenamento. Quest’anno sarà chiamato a esprimersi maggiormente anche in campo. Guariglia, ala forte 20enne, è il più esperto dei nuovi Under, ha avuto un minutaggio importante a Reggio Calabria e partirà avvantaggiato per questo. Infine Pepe, che a Pescara è stato il miglior realizzatore della B, sarà il nostro guastatore; può riscoprirsi in due ruoli, anche da play. Credo che potrà dare un contributo importante, viste le sue ottime qualità. In generale avranno un’ottima opportunità di affermarsi e mi aspetto grandi motivazioni per tutti loro”.

Non può mancare, da parte di coach Ciani, un pronostico su una stagione che potrebbe vedere la sua Moncada tra le mine vaganti del campionato. Ma lo stesso coach ammette che le formazioni che partiranno con il grado di favorite – o comunque candidate – per andare in A sono altre: “Alcuni roster devono ancora essere completati e le situazioni potranno quindi modificarsi. Allo stato attuale delle cose credo che il girone Ovest sia molto equilibrato, con Eurobasket Roma, Siena, Biella e Trapani che al momento hanno qualcosa in più delle altre. Sarà un girone con tante sorprese, elettrizzante, con molte variabili, come del resto già avvenuto negli ultimi anni. A Est le squadre più attrezzate, come Fortitudo Bologna, Verona, Treviso e Trieste, hanno grandi mezzi e ambizioni. La parte alta della classifica a Est è di alto livello e questo ha innalzato il livello generale di quel raggruppamento. In generale credo che sarà una bella Serie A2, con tanti motivi di interesse”.

Infine, coach Ciani fa un sunto sulla sua avventura ad Agrigento, ribadendo ancora una volta la grande stima reciproca e il lavoro di equipe che anno dopo anno viene fuori con Christian Mayer, direttore sportivo dalle spiccate doti manageriali nonchè soprattutto umane. Oltre che, ovviamente, con il patron Moncada: “Ogni anno in questa società abbiamo avuto la capacità di trovare nuovi stimoli e idee con i quali confrontarci e lavorare, in sintonia con il presidente Salvatore Moncada e il general manager Christian Mayer. Tutto questo in una situazione di continuità. Abbiamo sempre fatto bene e individuato in anticipo le difficoltà, rinnovandoci in ogni sfida, con le stesse motivazioni e la capacità di trovare la strada giusta. Il rapporto con lo staff è ottimo e ormai lavoro in una realtà che è casa mia. Ci conosciamo bene e abbiamo consolidato un gruppo nel tempo. Direi che questi sono i principali motivi per capire questo legame congiunto che sta andando avanti dal 2011”.⁠⁠⁠⁠


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.