Lampedusa, noleggiata nave per trasferire ospiti dell'hotspot - Live Sicilia

Lampedusa, noleggiata nave per trasferire ospiti dell’hotspot

Il ministero corre ai ripari.
MIGRANTI
di
0 Commenti Condividi

LAMPEDUSA – “Il ministero dell’Interno ha noleggiato un traghetto, il Pietro Novelli, che farà la spola, 3 volte a settimana, per trasferire i migranti ospiti dell’hotspot”. Lo ha annunciato, subito dopo aver incontrato il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il sindaco di Lampedusa Filippo Mannino. L’amministratore, insediatosi a metà dello scorso giugno, nei giorni scorsi, aveva chiesto, con forza, alla Prefettura di Agrigento e al ministero dell’Interno di predisporre, per tutto il periodo estivo, una nave umanitaria.

“Con una nave umanitaria, così come succedeva con le navi quarantena, riusciremmo a tamponare, almeno durante l’estate, – aveva spiegato Mannino – il sovraffollamento della struttura d’accoglienza. Si eviterebbero scene di degrado, rischi per la salute e non saremmo in perenne emergenza hotspot”. E così effettivamente è stato. Il traghetto Pietro Novelli rimarrà in servizio, 3 volte a settimana appunto, per tutto il mese di agosto e settembre.

Dovrebbe imbarcare, per ogni viaggio, circa 500 persone. Il traghetto Pietro Novelli, che già in passato ha fatto la spola per trasferire turisti e merci fra Porto Empedocle e le isole Pelagie, è già a Lampedusa. E i 200 migranti che, scortati dalla polizia, hanno lasciato l’hotspot di contrada Imbriacola stanno per essere imbarcati proprio sulla motonave noleggiata dal ministero dell’Interno per tutto il periodo estivo. Il traghetto, in questo primo trasferimento verso Mazara del Vallo (Trapani), sta caricando solo 200 persone, e non le 500 circa che dovrebbe caricare ad ogni viaggio. E’ in viaggio verso Lampedusa il pattugliatore d’altura Diciotti della Guardia costiera che, in serata, dovrebbe imbarcare altri 600 ospiti dell’hotspot di contrada Imbriacola. Un centinaio, invece, i migranti imbarcati sui traghetti di linea. A lavorare al piano di trasferimenti urgenti è, da tutta la giornata, la Prefettura di Agrigento, d’intesa con il Viminale. “Entro la tarda serata, condizioni meteo permettendo, saranno circa 900 i migranti che lasceranno la struttura di prima accoglienza e l’isola – ha spiegato il sindaco Filippo Mannino subito dopo l’incontro con il ministero dell’Interno Luciana Lamorgese – Ringrazio il ministro per aver accolto l’istanza dell’amministrazione per garantire, in questo modo, trasferimenti celeri e continuativi”. Mannino con il capo del Viminale ha parlato anche dei problemi strutturali, organizzativi e finanziari del Comune. “Il ministro ha mostrato ampia disponibilità a darci una mano d’aiuto, compatibilmente con la crisi di Governo in corso”.

Il Viminale “continuerà a mettere in campo il massimo sforzo” per consentire il trasferimento dei migranti da Lampedusa. Lo ha ribadito il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese che ha avuto un incontro al Viminale con il sindaco Filippo Mannino che ha ringraziato assieme ai cittadini “per l’impegno e lo spirito di solidarietà dimostrati anche in questa fase”. La titolare del Viminale ha confermato l’impiego delle navi di Marina, Guardia Costiera e Guardia di Finanza per svuotare l’hotspot, oltre al traghetto noleggiato che a partire da oggi effettuerà tre collegamenti a settimana. Il ministero, inoltre, ha disposto l’assegnazione al Comune di circa 450mila euro per lo smaltimento straordinario dei rifiuti dell’hotspot.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.