Lavoratori precari dell'Asp, Codacons: azione collettiva - Live Sicilia

Lavoratori precari dell’Asp, azione collettiva del Codacons

"I co.co.co hanno prodotto nuovo precariato"
SANITA'
di
1 Commenti Condividi

Il Codacons lancia una azione collettiva dinanzi al Tribunale del lavoro al fine di far valere i diritti dei lavoratori assunti con contratto co.co.co. dalle Asp (Aziende Sanitarie Provinciali) per la gestione dell’emergenza Covid. lavoratori precari Asp.

Migliaia di lavoratori – spiega l’associazione – sono stati reclutati tra il 2020 e il 2021 (personale informatico, amministrativo, educatori, assistenti sociale, psicologi e farmacisti) per far fronte alla carenza di personale durante le fasi emergenziali della pandemia. I contratti co.co.co hanno creato nuovo precariato e violato le norme in tema di diritto del lavoro”.

“Per tale motivo abbiamo deciso di avviare una azione collettiva dinanzi al Tribunale del lavoro volta ad ottenere il riconoscimento dei diritti dei lavoratori, attivando gli sportelli SOS PRECARI ASP in tutte le città , con indirizzo mail codaconsprecariasp@gmail.com e una linea telefonica dedicata tel. 095441010 dove tutti gli interessati possono ottenere informazioni e assistenza”.

IL Codacons invita, pertanto, i lavoratori interessati a rivolgersi agli sportelli provinciali di appartenenza.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

1 Commenti Condividi

Commenti

    Non dimentichiamo, tra le varie figure professionali, i BIOLOGI. Operatori sanitari che hanno fronteggiato la pandemia in primissima linea. Hanno dato supporto al sistema sanitario con i laboratori di analisi dislocati nel territorio, hanno dato supporto alle asp con i tamponi, hanno processato nei laboratori pubblici e privati centinaia di migliaia di tamponi molecolari. NON DIMENTICHIAMO!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *