Il cerchio magico di Orlando - Live Sicilia

Il cerchio magico di Orlando

Una vita politica “solitaria”, indipendente dai partiti, ma segnata dalla presenza, costante nel tempo seppure con toni diversi, di alcuni fedelissimi. Orlandiani di ferro, da sempre al fianco del Professore, pronti a consigliare e ad eseguire.

PALERMO
di
77 Commenti Condividi

PALERMO – Un uomo solo al comando. Decisionista, imprevedibile, con il gusto della sorpresa, che ama scegliere e raramente consultarsi, ma che da più di trent’anni è il dominus della politica palermitana. Leoluca Orlando indossa per la quinta volta la fascia tricolore, praticamente una vita passata a Palazzo delle Aquile, alternandosi con il parlamento romano e anche una candidatura alla presidenza della Regione.

Una vita politica “solitaria”, indipendente dai partiti, ma segnata dalla presenza, costante nel tempo seppure con toni diversi, di alcuni fedelissimi. Orlandiani di ferro, da sempre al fianco del Professore, pronti a consigliare e ad eseguire, braccia operative di un uomo che è nella storia politica e amministrativa del capoluogo. Ma chi c’è al fianco del primo cittadino? Da chi è composto il “cerchio magico” del Professore? Il gruppo è variegato per età, professioni, carriere e anche orientamento politico, ma è rimasto quasi invariato dagli anni Novanta a ora.

Il fedelissimo per antonomasia è sicuramente Fabio Giambrone: già senatore e proconsole di Orlando in Sicilia ai tempi dell’Idv, oggi siede a Palazzo Galletti nella stanza che precede quella del sindaco ma soprattutto è alla guida della Gesap, la società che gestisce l’aeroporto di Punta Raisi. Un’azienda che, da due anni a questa parte, ha riportato i conti in attivo e che oggi si prepara a mettere sul mercato buona parte del suo pacchetto azionario: decine e decine di milioni di euro che finirebbero nelle asfittiche casse di Palazzo delle Aquile, una vera manna dal cielo per il sindaco che ha scelto un fedelissimo per la gestione di un processo così delicato.

Ma di Giambrone c’è anche Francesco, fratello di Fabio. Medico e giornalista prestato al mondo della cultura, ha compiuto un doppio ritorno: nel 2012 è stato nominato assessore al ramo, dopo esserlo stato dal 1995 al 1999, salvo poi finire questa estate a fare il sovrintendente del Teatro Massimo, dove era già stato dal 1999 al 2002, sempre nel segno di Orlando.

Restando in giunta, sono tre gli assessori fedelissimi del sindaco. Il primo è, senza dubbio, Emilio Arcuri: “storico” vice del Professore per quasi un decennio, dirigente medico, nel 2012 è rimasto un po’ in ombra andando, a sorpresa, a guidare la partecipata Amg. Un “esilio” durato meno di due anni, visto che nell’ultimo rimpasto Leoluca lo ha richiamato al suo fianco come vicesindaco, assegnandogli deleghe di enorme peso: dal centro storico all’edilizia, passando per le infrastrutture e i grandi progetti di finanza che valgono centinaia di milioni.

C’è poi Luciano Abbonato, già direttore generale al comune di Caltanissetta e designato come assessore di Orlando nel 2007, quando il fondatore della Rete perse le elezioni contro Cammarata. Elezioni contestatissime, contro cui il Professore fece ricorso proprio insieme ad Abbonato. Nominato direttore generale al comune di Palermo nel 2012, non ha nemmeno avuto il tempo di insediarsi visto che, a ridosso del Ferragosto, ha preso il posto dell’assessore al Bilancio, il generale della Guardia di Finanza Ugo Marchetti, andato via sbattendo la porta in polemica col Professore. Uomo dei conti, ha in mano le chiavi del bilancio ed è lui a decidere, di concerto col sindaco, quando, quanto e come spendere.

Abbonato, inoltre, in questi due anni si è occupato della grana partecipate. Con l’Amia al fallimento e la Gesip senza un euro, ha lavorato in tandem con Cesare Lapiana per la creazione della Rap e della Reset. Lapiana, già alla guida dell’Amat negli anni Novanta, è tornato nel 2012 come vicesindaco e assessore alle partecipate. Un feeling, quello col Professore, molto robusto ma che qualche mese fa è sembrato venir meno dopo la scelta di lasciare il posto di vice ad Arcuri, anche se tutti smentiscono. Dopo il rimpasto ha continuato a occuparsi di aziende, prendendo in mano anche la patata bollente dell’Ambiente e quindi della raccolta rifiuti, oltre a essere il presidente della Srr e ad essere stato non ufficialmente in corsa per la presidenza dell’Autorità portuale.

Dal cerchio magico non sono esclusi i burocrati, fra i quali spicca tra tutti per vicinanza al sindaco il capo di gabinetto Sergio Pollicita. Nato con Orlando, ha ricoperto il ruolo anche con Diego Cammarata sindaco e per questo nel 2012 non fu riconfermato. Ma che Pollicita godesse della stima del Professore lo si è capito subito, quando lo ha subito nominato a capo dello Sviluppo organizzativo, la vera regia della macchina comunale. Ruvido, pragmatico ma rispettato, è tra i dirigenti quello maggiormente tenuto in considerazione, anche a discapito di chi lo è stato in passato e ora è in disgrazia.

C’è poi il gruppo dei collaboratori storici: Donatella Gariffo e Pietro Galluccio, la prima segretaria addetta alle relazioni internazionali e il secondo portavoce di fatto, e il segretario particolare Diego Bellia, messo anche nel cda dell’Amat. Tra i presidenti delle aziende spicca Francesco Randazzo, imprenditore a capo di Sispi, mentre in questi due anni hanno lasciato l’incarico, per motivi diversi, Ettore Artioli, Giuseppe Modica e Vincenzo Costantino: tre ex fedelissimi, entrati in rotta di collisione con Orlando, e ormai tenuti a distanza. Tra i “nuovi” volti spicca Maria Prestigiacomo, un passato in An e ora alla guida dell’Amap e perfino nel cda di Reset.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

77 Commenti Condividi

Commenti

    I mandati da sindaco non sono cinque, sono quattro

    http://it.m.wikipedia.org/wiki/Sindaci_di_Palermo
    1) luglio 1985 – agosto 1990 Leoluca Orlando – Democrazia Cristiana – Sindaco

    2 e 3) dicembre 1993 – dicembre 2000 Leoluca Orlando – La Rete poi I Democratici – Sindaco

    4) maggio 2012 – in carica Leoluca Orlando – Italia dei Valori – Sindaco

    Quando sarebbe stato il fantomatico quinto mandato da sindaco?

    Tra i pochi politici che fanno e non si sono fatti beccare con le mani nel sacco e per questo spesso ignorati .. anche dalla stampa

    Orlando sei patetico!!!! Ma quando parlavo della politica a tempo, a chi ti riferivi? Visto che stai diventando peggio di Andreotti per età ? Basta e’ politicamente mortificante questa sindacatura e questo tuo impegno !!!! Vai a casa! Come mai i tuoi fedelissimi non te lo consigliano ? Ci sarà un motivo!!!

    Ma quale cerchio magico?? Questi sono un cerchio di scassapaghiara dalla lingua lunga o yes man o mangia pane a tradimento.

    Il Prof. Orlando il sindaco lo sa fare veramente. Credo che sia l’unico politico del centro-sinistra immediatamente capace di fare il Presidente della Regione e penso che sarebbe giusto dargli questa possibilità. Crocetta ha fallito di brutto. La Sicilia ha bisogno dell’autorevolezza e della capacità di Leoluca Orlando, da subito.

    Io direi……Viaggio nel Circo magico di Orlando….

    Siamo alle solite,scrivete ma non volete un cambiamento,l Italia e’ il fanalino di coda dell europa grazie a questi magna-magna e voi ancora elargite voti…..
    Non volete un rinnovamento,nessuno dice che i deputati del movimento 5stelle hanno messo a disposizione buona parte del proprio stipendio per le imprese in difficoltà!
    Chiedete al sig Orlando quando ha guadagnato con la politica……….

    Signor Alberto Sordi, forse lei sarà un grande attore ma di politica non ne capisce niente. Il signor Orlando non è di destra ne di sinistra. Lui fa solo i suoi interessi. Se per caso dovesse diventare presidente della Regione, oltre a piazzare i fratelli Giambrone e il fido Arcuri come assessori regionali, assumerebbe tutti i lavoratori ex Gesip (RESET) alla regione. Poi, quando avrà fatto fallire la Sicilia, dirà che la colpa e dell’opposizione, della mafia e dei ..marziani.

    Premesso che NON ho votato Orlando ma cerco di valutare con obiettività, superando la mia indole di palermitano medio (sempre orientato al lamento continuo senza fare nulla di concreto) che comunque ha fatto ed avuto il coraggio di fare sicuramente rispetto ai suoi predecessori parecchie cose buone, pedonalizzazioni, stagioni culturali, lotta agli abusivi, maggiore presenza della polizia municipale,etc.
    Ovviamente ci sono altri aspetti criticabilissimi della sua gestione, dall ‘eccesivo peso delle tasse locali alla regolamentazione dei vu cumpra che appestano il centro con le loro bancarelle di merce illegale,ad altri aspetti ancora, ma questa non è mai stata una città facile e le sue condizioni post cammarata erano allo sfacelo.

    sono d accordo, ha fatto sicuramente molto ma molto di pu rispetto ad i suoi predecessori, (non è che vi volesse molto), non è poi una città facile questa.

    Egregio Belfagor,
    se lei ce l’ha con Orlando sono problemi suoi….Io mi attengo ai fatti e mi pare – “anche se di politica non ne capisco” – che il Prof. orlando sta facendo bene. Relativamente ai suoi collaboratori mi permetto di dire che se hanno dimostrato di essere all’altezza del ruolo affidatogli penso che su una eventuale collaborazione Regione non ci sarebbe niente da obiettare……… Ribadisco che “pur non conoscendo la politica ma il cinema” sicuramente farebbero meglio dei collaboratori di Crocetta che mandano i DDL in commissione senza le relazioni tecniche e le schede di copertura finanziaria……

    i conti in attivo all’aeroporto chi li ha portati? l’orlandiano giambrone! l’aeroporto forse era in rosso da quando e’ nato e giambrone l’ha portato in attivo…
    tanto di cappello!

    caro sig, alberto sordi, non mi dica che un sindaco che raddoppia le tasse. che riesce a fare solo pedonalizzazioni senza creare parcheggi e facendo fallire quei pochi negozi rimasti, un sindaco fissato con il precariato e con i super dirigenti, le societa’ fallite, ecc,ecc, per non parlare dell’abusivismo, del traffico,dei veleni che respiriamo x causa sua, per la spazzatura… non si finirebbe mai,,,,, secondo lei sta facendo bene ???

    Gia’, o con lui( carriera assicurata come il suo omonimo) o silurato come Marchetti quindi,chi meglio di lui
    come dittatore? Per desso sta cogliendo (come la sindacatura a Sindaco) lo stesso consenso dei poveri cristi della Gesip.

    Palermo è bella hai ragione, però vedi che i palermitani queste cose le sanno benissimo e le conoscono perchè sono bene informati ma purtroppo, solo per darsi un atteggiamento (falsamente) critico per non dire spocchioso devono a tutti i costi trovare nell’Amministrazione Orlando il cosiddetto pelo nell’uovo facendo finta di non sapere e soprattutto di non vedere. Si meriterebbero tutti loro un ritorno di Cammarata.

    E’ evidente che Leoluca Orlando rappresenta una delle poche grandi personalità nel panorama politico siciliano, forse l’unico, considerato che nè a destra o a sinistra ha avuto eguali. Ma è certo che sebbene tutto l’impegno profuso, il sindaco sta sicuramente percorrendo una direzione sbagliata nell’avvicinare i cittadini alla politica. L’astensionismo degli ultimi anni ne è la prova. Anche per quanto riguarda l’organizzazione della macchina burocratica, sono stati compiuti numerosi errori dovuti principalmente alla scarsa informazione del funzionamento degli uffici. Forse sarebbe il caso di rivedere un pò tutto il percorso, forse sarebbe il caso di valutare bene le scelte fatte nella macchina comunale.

    in 3 anni ,gia si vedono i risultati. amat amia gesip ecc ecc tutti a lavoro complimenti a luca orlando

    non sarà mai Presidente della Regione

    FRANCESCO, CHI SEI?IL FIGLIO DI CAMMARATA O DI BERLUSCONI?MA VAI A CASA TU!

    SICURAMENTE MENO SCASSAPAGHIARA DI TE

    FINALMENTE UN COMMENTO EQUILIBRATO

    ECCO FRANCESCO HA CENTRATO IL PROBLEMA
    AGGIUNGEREI CHE MOLTI COMMENTI SONO FATTI DA POLITICI TROMBATI ALLE ELEZIONI CHE NON AVENDO NIENTE DA FARE ( SE NO PERCHE’ STAVANO ALLA CORTE DI BERLUSCONI) SI AFFACDENDANO A SPARARE FESSERIE

    Orlando vince solamente quando Berlusconi non fa campagna elettorale,è rimasto solamente un politico locale,fuori da Palermo conta nulla,alle ultime elezioni comunali vinse solamente perchè i suoi antagonisti erano dei giovani perfettamente sconosciuti dalla massa dei palermitani,come modo di amministrare rispetto Cammarata non c’è differenza,l’unica differenza che Orlando è presente ovunque x farsi pubblicità,(tenta di uscire dal guscio del politico locale) Cammarata invece era un fantasma.

    Già perse nel 2001 con Cuffaro

    Quando è arrivato per la prima volta le casse del comune erano in attivo. Poi ha portato i dipendenti del comune da 4.700 a più di 13.000. Precari ed LSU raccomandati a non finire per clientelismo. Oggi i palermitani pagano le tasse più alte e le spese per investimenti sono a zero. Il tram è fatto con i fondi comunitari, e speriamo che i lavori si completino. La scelta del tram prima della metropolitana è del suo cerchio magico, per scoraggiare in modo ideologico il traffico delle auto, senza però dare una alternativa valida: vedremo i risultati e l’impatto che avrà sulla città !! Ricordo che Palermo aveva il tram che poi è stato abolito, perché ritenuto invasivo per la viabilità esistente a Palermo. Le piste ciclabili così come sono state realizzate sono state un vero sperpero di denaro perché non possono funzionare sui marciapiedi.
    Vedremo se non sarà necessario aumentare ancora le varie tari tasi imu ed irpef.

    CREDO CHE LE PAROLE NON DICANO DELLE ASPIRAZIONI DELLA CITTA’ DI PALERMO,
    CREDO CHE LA TEORIA DELLA POLITICA NON BASTA,NEANCHE FOSSE DI GRANDE
    ACCOGLIMENTO PUBBLICO,
    CREDO CHE LE SOCIETA’ ATTUALI,E MI VIENE DI PENSARE ALL’ITALIA,SIANO RIDOTTE ALL’ESERCIZIO FRAMMENTATO DELLA MACCHINA GESTIONALE STATALE,
    CREDO CHE INCONTESTABILI SIANO I CICLI STORICO-SOCIALI,
    CREDO AD NUOVO PRINCIPIO DELLE NUOVE PARTICELLE ORGNICO-AMMINISTRATIVE,
    DIVERSAMENTE FUNZIONALI DAL CONTESTO NAZIONALE,MALGRADO I MALUMORI
    DELLE AGGREGAZIONI POLITICHE ODIERNE,IN STATO DI GRAZIA,E SENZA CONSENSO
    DEGLI ITALIANI.
    CREDO CHE QUI IN PALERMO E’ NATA UNA CULTURA VERA ED AUTENTICA,CHE DA SOLA,
    NON E’ CERTO SBOCCIATA,MA ALFINE TRA RIPICCHE E PERSONAGGI RICICLATI
    POLITICAMENTE,E POLITICAMENTE INUTILI,NEL PROGREDIRE DEL LAVORO SOCIALE
    PER LA PALERMO NOVA,SENZA STROMBAZZAMENTI,E CON IL PESO DELLE IDEE
    LIBERE NON DI SOMIGLIANZA ALCUNA ALLA POLITOLOGIA DEL BELPAESE,INTRISE
    DI ONESTA’,DI COSCENZA CIVILE,SPINTE DAL VALORE OLTRE QUALSIASI POLITICO
    RIFUGIO.
    PALERMO NON E’ PIU’ PALERMO,E QUELLA CITTA’ CHE IMMAGINAVO NELLA STORIA
    DEL 21 SECOLO,E LA CITTA’ DEL PRIMO CITTADINO,STRAORDINARIO PROFESSORE,
    BUON ANNO LEOLUCA ORLANDO

    Alberto Sordi, già il suo Orlando nel 2001 fu rifiutato dai siciliani come presidente della regione.

    @ fabio – purtroppo per te e per tutti quelli del centro-destra Leoluca Orlando rimarrà a furor di popolo Sindaco di questa città fino alla fine dei suoi giorni. Rassegnatevi!

    Notalgico dei belli tempi…

    Si fabio, ma contro chi perse?

    @ pier camillo sei sicuro? nel 2007 perse,si vede che i palermitani non lo amano.

    Max,con Cuffaro perse,quindi?

    Scusate, ma se tutto va bene perchè il mio quartiere è un mondezzaio?perchè le villette sono un cacatoio per cani? Perchè gli extracomunitari dormono in piazzetta Sciascia sui cartoni?

    rispondo a “verità sempre.
    Perchè non comparate Palermo con le altre città siciliane? Tutti i sindaci sono stati costretti ad aumentare le tasse. Orlando è stato presente , ha cercato salvare un comune collassato e fantasma ai cittadini. I vigili a Palermo ci sono e la spazzatura mi permetto di specificare che è un problema che attanaglia tutta la sicilia. I negozi stanno chiudendo perchè n c’è stata una forte riduzione dei “consumi” e la politica del sindaco non ha colpe. Ha ragione sul problema ambiente. Occorre una maggiore attenzione al problema smog. Le faccio però presente che ha diminuito gli abbonamenti Amat, aumento i controlli sui mezzi per evitare “i portoghesi” , incentivando i cittadini ad utilizzare i bus e non le proprie auto. E’ sicuramente un sindaco attivo.

    La verita’ e’ che non vi e’ più una informazione pluralista, indipendente e imparziale. Voi giornalisti non fate altro che acclamare personaggi politici che vivono sulle spalle dei contribuenti e fate finta di non vedere la realtà. Siete alla merce’ del potente di turno, mentre la citta’ e l’intero paese sprofondano… Scrivete e dite cio’ che fa più comodo. Questa e’ una dittatura mascherata da democrazia. Voi giornalisti dovreste fare un profondo esame di coscienza e dovreste essere i primi al fianco dei cittadini a lottare contro questo status quo.

    Chiedi quanto ci ha rimesso! poteva fare il ministro nel governo Prodi,e non lo ha fatto per coerenza politica,una cosa sconosciuta a gran oarte dei politici nostrani,chiedi quanto ha speso patrimonio di famiglia,una cosa è certa,non ha mai messo in tasca un centesimo di denaro pubblico!

    La mafia e i mafiosi gli e lo impediranno

    Memoria corta..anzi cortissima,battè Miccichè,fa pure rima,in pieno Berlusconismo,solo gli smemorati non lo ricordano,e siccome è un argomento che tiri sempre fuori,ti ricordo che il vasa-vasa,era appoggiato da un certo Guttadauro& company di brancaccio!

    Si proprio a furor di popolo,di fatti basto che Berlusconi venisse UNA volta a Palermo nel 2007 x sostenere Cammarata x battere il tuo Orlando.

    Max,perse contro Cuffaro,i siciliani nel 2001 rifiutarono Orlando presidente di regione.

    Se orlando dovesse disgraziatamente divenire presidente della regione questa volta non resto. Mi trasferisco a ravenna ridente cittadina emiliana.

    Ci sarà un motivo? Le poltrone

    Sinnacu sì u megghiu!

    Premesso che io l’ho votato (alternative ridicole), che e’ una personale moralmente ineccepibile mi piacerebbe che il suo cerchio magico includesse anche qualche giovane.La citta’ esprime tanti talenti xche non utilizzarli nella sfida di ammodernamento della macchina comunale? Al comune ci sono parecchi giovani che se liberati dal giogo dei piu maturi potrebbero fare molto.
    Vedo prinipalmente “dinosauri” con piu o meno capacita’ . E’ chiaro cmq che senza capacita economica la citta non puo rinascere……

    ed ha perso nella precedente tornata amministrativa con Cammarata

    ti suggerisco di querelare giuseppe per diffamazione, è una cosa grave quella che ha scritto nella replica

    i fedelissimi di orlando che vengono qui su livesicilia a difenderlo fino ad attaccare o anche insultare non fanno piu effetto ormai, siete alla fine

    caro Siciliano ci mancava il Saibo Scibetta

    di uno come giuseppe che da del berlusconiano a chi critica o non vuole Orlando Cascio ex dc…io sono di vera sinistra non come certi “fedelissimi” che vagano per le bacheche facebook facendosi le leccate a vicenda e parlando di andare su un blog ad attaccare chi critica orlando….la sinistra vera non è Orlando Cascio ! MAI !

    della frase quasi a livelli diffamatori di Saibo: cioè se Orlando non sale è perchè glie lo impediscono i “mafiosi”, quindi se io o centinaia di migliaia di persone che non vogliamo Orlando e siamo pure a sinistra non lo votiamo siamo tali ? da denunciare veramente

    Metto d’accordo tutti ricordando che siamo in democrazia, dove chi governa lo fa con il voto della maggioranza degli elettori, e siccome ad avere paura di eventuali elezioni comunali è guarda caso proprio il centro-destra (Forza Italia in testa), il ragionamento è presto fatto. Inviterei pertanto i signori berlusconiani ad accettare una buona volta che Leoluca Orlando è Sindaco di tutti i palermitani, che non ha mai rubato o utilizzato neanche un centesimo di soldi pubblici, e che rimandendo Primo Cittadino costituisce una assoluta garanzia per tutti noi, dico tutti nessuno escluso (berlusconiani compresi), che la Legalità e null’altro sia alla base della linea di condotta di qualsiasi provvedimento deciso a Palazzo delle Aquile. Sono sicurissimo che vi accorgerete della grandezza di questo Sindaco il giorno, speriamo lontanissimo, nel quale non dovesse più ricoprire tale incarico.

    L’ho sempre votato:un bravo sindaco, una brava persona.
    Peccato che a volte prende c. x mazzi, propenso a valorizzare nullità,
    soggetti invasati ed effimeri, che gli creano grattacapi.
    Probabile una sua candidatura a presidente della Regione:potrebbe farcela
    questa volta.
    Stiamo a vedere

    Forse i giovani non appartengono al regno dei fratelli Giambrone……

    Gentile Redazione Live Sicilia in data 03.01. ho scritto un commento su questo articolo come mai non l’avete pubblicato forse perchè ho scritto delle verità sul sinnacu Leoluca Orlando Cascio? e x non dispiacerVi u sinnacu l’avete bannato? spero di are 1 risposta grazie

    E men male che orlando c’è! !
    Dopo i disastri precedenti meno male che Palermo sia in buone mani.
    il migliore sindaco di Palermo di tutti i tempi.
    il giudizio politico sul politico è più complesso e meno positivo.
    troppi silenzi su questa classe dirigente del pd.
    dove è finito l’orlando furioso di tanti anni fa’?
    Sarà l’età che avanza il senso dell’opportunità oppure il disagio di chi in fondo questo sistema della nuova repubblica e dei professionisti dell’antimafia l’ha creato ?

    Ovviamente se si candidasse a presidente della regione lo voterei senza esitazione: meglio lui che i cretini ed i corrotti di qualunque partito e di qualunque fascia generazionale.

    Orlando non aspetta altro, vuole essere sempre presente nel teatrino della politica, ha adottato, da sempre, il motto di di O.Wilde : “Parlatene bene,parlatene male,purchè se ne parli.

    Ribadisco il mio concetto: è competente e autorevole e , sicuramente, farebbe meglio di Crocetta. Il prossimo Presidente della regione uno tra Orlando e Bianco. Oppure , a destra, Musumeci.

    SPIEGATE A FABIO IL PERCHE’ ORLANDO HA PERSO NEL 2007.
    INFORMATELO SU COSA E’ STATO ACCERTATO DALLA MAGISTRATURA E DAL TAR.
    SCOPRIRA’ CHI E’ IL VERO VINCITORE DI QUELLE ELEZIONI.
    ORLANDO HA AVUTO, HA E AVRA’ SEMPRE IL CONSENSO TRAVERSALE DEI PALERMITANI.
    PERSINO LA GENTE DI DESTRA HA PREFERITO VOTARE LUI PIUTTOSTO CHE I LORO CANDIDATI.
    LA DICE LUNGA SULLA POPOLARITA’ DI ORLANDO

    I soliti vassalli radical chic da due lire!

    Saibo
    Non sai nemmeno quello che scrivi! Ma rleggi le tue minchiate prima di pigiare il tuo ditino su invia?

    @ Skrillex
    Non so a chi ti riferisci parlando di berlusconiani; se il riferimento è a me sei completamente fuori strada, Berlusconi lo trovo inaccettabile quanto l’attuale sindaco.
    Non è un problema di schieramenti, il problema è come si manifesta l’azione politica, in entrambi i casi ripugnante.

    Ti segnalo una (altra) imprecisione: l’attuale sindaco ha avuto la maggioranza dai votanti; la maggioranza degli elettori non l’ha votato, controllati pure i dati sul sito della Prefettura.

    pensate se ci fosse ancora CAMMARATA o un suo delfino……dove sarebbe oggi la citta’….
    questo sindaco non ha eguali e non ci sono attualmente alternative valide…meno male che si e’ ricandidato, e spero non lo faccia alla regione, ente irrecuperabile e da sciogliere, meglio continui al comune….

    Perse il tuo Orlando nel 2007,il tuo Orlando è stato rifiutato nel 2007 dai palermitani.

    Saibo nel 1997 Berlusconi non fece campagna elettorale x Miccichè,nel 2007 invece si x Cammarata,il tuo Orlando nel 2007 fu battuto da Cammarata x merito di Berlusconi.

    Già perse nel 2001

    Sotto il nome “Fabio”si cela Diego Cammarata!

    Direi a quel Fabio alias Cammarata,di leggere le recenti notizie sulla vittoria del Cammarata bis,roba da 416 bis,solo un tar colluso,ha privato i palermitani dalla loro volontà! la DEMOCRAZIA SOSPESA.E’ potuto accadere solo a Palermo

    Perse il tuo Orlando nel 2007,nel 2012 vinse x mancanza di veri antagonisti.

    Se Berlusconi fa di nuovo campagna elettorale a Palermo,Orlando perde di nuovo ahhahah

    @Skrillex il tuo Orlando perde con Berlusconi in campo.

    Perchè oltre il comune di Palermo puo’ amministrare altre istituzioni? la gente non lo voterebbe MAI fuori da Palermo.

    Orlandiani se Berlusconi fa campagna elettorale il vostro Orlando riperde,come già è avvenuto nel 2001,2007,alle ultime elezioni comunali vinse perchè Berlusconi non ha fatto campagna elettorale,idem x Crocetta.

    di qualcun’altro si celano i soliti due amichetti di facebook che si scrivono sulle bacheche “hai visto cosa scrivno su livesicilia di luca !?!? andiamo !!”
    POVERACCI FEDELI DI ORLANDO CASCIO

    prima fagli scontare la pena,poi fallo riabilitare tu il tuo berluskazz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *