Lutto nel mondo della Polizia: si è spento Davide Villa - Live Sicilia

Lutto nel mondo della Polizia: si è spento Davide Villa

Numerosi i messaggi di cordoglio, da parte dei colleghi, ma anche da parte di centinaia e centinaia di catanesi.
2 Commenti Condividi

CATANIA – Lutto nel mondo della Polizia, si è spento, improvvisamente, Davide Villa, Sovrintendente di polizia, tra i più apprezzati investigatori della Mobile. Numerosi i messaggi di cordoglio, da parte dei colleghi, ma anche da parte di centinaia e centinaia di catanesi.

Un grande investigatore

Davide Villa ha lavorato, a lungo, nella Mobile di Catania, fino ad arrivare nel reparto d’eccellenza, la prima sezione, Sco, criminalità organizzata. Da tutti apprezzato, per le capacità, la solarità e le doti di investigatore, “sempre preciso, sempre puntuale, instancabile”. Un vero uomo di Stato.

Il cordoglio

“Non ho più lacrime – scrive il fotografo Fabrizio Villa – e il cuore spezzato. Ho perso la parte più bella di me. Sempre e per sempre. Dalla stessa parte mi troverai. Ti porterò sempre nel mio cuore fratellino mio. Ciao Davide”.

Davide era appassionato di motociclismo, non si contano i messaggi da parte degli amici, dei conoscenti, di coloro che condividevano, con lui, la passione delle due ruote.

Nel mondo della Polizia, è una perdita che lascia un vuoto incolmabile. “Tutta la Segreteria Provinciale S.I.A.P. si stringe al dolore della famiglia per la perdita del collega Davide Villa. Riposa in pace fratello”.

La redazione catanese di LiveSicilia si stringe al dolore della famiglia.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI
2 Commenti Condividi

Commenti

    Ho avuto il piacere di conoscerlo.Gran brava persona.Sempre cordiale e sorridente.Sentite condoglianze alla famiglia,alla moglie ed al piccolo Luca.

    Governatore, se su centomila decessi avvenuti finora in Italia, solo mille sono avvenuti nelle fasce sotto i 50 anni è chiaro che se vuoi veramente uscire dall’inferno occorre dare la priorità immediata alle categorie già deboli e agli anziani. Se invece vuoi fare politica continua a distribuire vaccini a destra e a sinistra. Farai strada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *