M5s, post boomerang su Gelarda| "Solo propaganda, sapevate chi era" - Live Sicilia

M5s, post boomerang su Gelarda| “Solo propaganda, sapevate chi era”

Un 'meme' contro l'ex grillino passato alla Lega riapre vecchie ferite nel movimento in città

Palermo
di
24 Commenti Condividi

PALERMO – Una foto con il leader della Lega, Matteo Salvini, fa scattare la rappresaglia social del Movimento cinque stelle di Palermo nei confronti di Igor Gelarda, ex grillino passato sulle sponde del Carroccio dopo l’elezione al consiglio comunale. Il post della pagina ufficiale dei grillini palermitani, quanto meno tardivo se si considera che il passaggio di Gelarda alla Lega risale a un anno fa, si rivela però un boomerang e finisce per far tornare alla ribalta vecchi rancori e divisioni tra i pentastellati del capoluogo.

“L’amore per le poltrone, altro che patrioti”, scrive il movimento sopra a un collage di foto che ritraggono Salvini e Gelarda. A seguire il ritornello basato sul “tradimento” che dai vertici nazionali a cascata in questi giorni di crisi del governo gialloverde si ripete anche nelle pagine dei pentastellati siciliani. L’accusa è quella di avere “usato” il Movimento cinque stelle “per venire eletto”, ma “dopo il salto della quaglia non si è dimesso – scrivono i grillini palermitani sulla pagina gestita dai tre consiglieri ancora rimasti sotto le insegne M5s -. Sta ancora lì a occupare la sua poltrona da consigliere comunale e non la molla!”. Nel post si chiede quindi a Gelarda, passato alla Lega in piena era ‘contratto governo gialloverde’, di dimettersi da consigliere comunale “come da contratto sottoscritto con il M5s”.

Il post provoca la reazione della base grillina contro Gelarda, anche con qualche insulto di troppo, ma finisce anche per riaprire le vecchie ferite del movimento nel capoluogo siciliano, che affondano le radici nel caso firme false e nella campagna elettorale per le Comunali del 2017, quando Gelarda scese in campo come possibile candidato sindaco dei pentastellati. “Tutti i vertici 5 stelle hanno ricevuto segnalazioni su segnalazioni sulla sua candidatura ben prima delle elezioni – scrive in risposta al post Francesco Lupo, attivista della prima ora e fratello dell’ex deputato M5s alla Camera Loradana -, lo avete lasciato al suo posto perché serviva al giochetto delle fazioni, e mo gli fate pure la ramanzina?”. Lupo, che bolla come “propaganda” il post, invita gli attuali rappresentanti del movimento a “chiedere scusa” agli elettori. Critiche arrivano anche da altri nomi storici del movimento a Palermo, come Loredana Ceruso, mentre Tiziana Di Pasquale, che nel gennaio 2017 abbandonò le Comunarie denunciando la “deriva partitica” dei grillini, rincara la dose sulla vicenda Gelarda: “I probiviri hanno ricevuto un dossier di segnalazioni pari a una enciclopedia, ma sapete qual è la cosa più strana? Ad essere stati eliminati sono quelli che hanno segnalato”. E in una risposta successiva Di Pasquale aggiunge: “O sono stata profetica oppure avevo ben chiara la situazione e i vertici ci hanno volutamente ignorato”, è il suo pensiero in cui chiama in causa con un tag i deputati regionali Giancarlo Cancelleri e Giampiero Trizzino, oltre che il vicecapogruppo grillino alla Camera Adriano Varrica, palermitano come Trizzino. “E lo stesso dicasi per il passo successivo di Ugo Forello &co”, conclude in riferimento al co-fondatore di Addiopizzo, oggi espulso dal movimento per le sue posizioni contrarie all’accordo di governo con la Lega, che vinse le comunarie e portò il vessillo grillino alle Comunali vinte da Leoluca Orlando.

Nella polemica spunta anche un commento di Samantha Busalacchi, ex collaboratrice del Movimento cinque stelle all’Ars, coinvolta nel caso firme false. “Solo una mente contorta o stupida può fare adesso il ‘j’accuse’ del cambio di casacca di Gelarda – scrive -. Furono mandate chat e documenti vari, a Cancelleri, a Di Maio, ai probiviri, per dimostrare che non avesse nulla di un 5stelle, eppure lo ritrovammo inspiegabilmente tra i candidati a sindaco con buona pace invece di alcuni attivisti che furono segati senza alcuna spiegazione solo perché non piacevano a Cancelleri e ai suoi ‘uomini’ di fiducia”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

24 Commenti Condividi

Commenti

    su live sicilia per anni ho scritto: che c’azzecca Gelarda con i cinquestelle? il partito naturale di gelarda è la lega. Fui criticato da alcuni grillini per avere scritto che era un grave errore candidare gelarda, leader di un sindacato di centrodestra della polizia, ma avevo ragione, la storia mi ha dato ragione

    Cari grillini rassegnatevi, la stragrande maggioranza dei siciliani alle prossime politiche voterà per la Lega di Matteo Salvini. Fatevene una ragione, la politica non è fatta per voi e poi qui in Sicilia così come in Lombardia o Veneto ormai siamo tutti quanti leghisti.

    Personale politico di basso livello, inconsistente.

    GELARDA NON PUO NON ESSERE DA MENO DEL SUO CAPO SALVINI. VERGOGNA !!!! UN POLITICO ININFLUENTE DI CUI NESSUNO TANTO MENO I PALERMITANI TERRANNO CONTO

    Gelarda? Un ex MSI poi M5S, poi Noi con Salvini e domani chissà. Un arrampicatore camaleontico.Alle scorse europee era sicuro di farcela ed invece.

    Solo io trovo assolutamente avvilente e desolante uno che scrive “qui in Sicilia così come in Lombardia o Veneto ormai siamo tutti quanti leghisti”?

    I cinquestelle hanno preso tutti i vizi dei partiti politici, compreso quello di favorire gli amici e i parenti, Cancelleri e sorella deputata sono il manifesto di un malcostume diffusissimo nei M5S, vergognoso che puntino il dito contro

    Caro sig. @ SCAPPARE VIA ( ma perchè non lo hai ancora fatto, chissà…), intanto chi te lo ha detto, l’uccellino, che in Sicilia siamo tutti leghisti? E poi, se non lo sai, ti ricordo sommessamente che il partito che ami così visceralmente non è lo stesso che votano I Lombardi e I Veneti, vale a dire la Lega Nord. Il furbo ministro della Propaganda ne ha fondato un altro nuovo nuovo l’anno scorso che si chiama Lega Salvini Premier, allo scopi di pigliare per il culo tutti I boccaloni come te del Sud Italia, che si fanno ubriacare dalle sue esternazioni false e studiate al tavolino dal suo staff.

    gli omini sono tutti leghisti… vedi gelarda…

    già , al nord non ci sogniamo di votare per salvini, devono restituire( Mai) i 49milioni di euro, vi ricordate il polentone di bossi è il figlio Asino?

    mi sorge un dubbio: quand’é che sono diventato leghista? ho chiesto in giro, nessuno sa darmi risposta, puoi dirmelo tu?

    Se uno è eletto con un partito, per tutto il mandato deve rimanere in quel partito, nel rispetto degli elettori che lo hanno votato; un altro partito significa altre idee e quindi non rappresentato l’elettore che lo ha scelto. La legge elettorale deve vietare questo voltafaccia, prevedendo le dimissioni obbligatorio in caso di cambio di “maglia”.

    Legista ci sarà Lei e chi non glielo dice pure

    L’euforia gioca brutti scherzi e Salvini si è fatto giocare; si è giocato anche i voti dei siciliani che avevano creduto in lui; adesso è solo uno che salta da una parte all’altra perché ha capito di avere scambiato la popolarità e la voglia della gente di farsi i selfie con lui con l’assenso al suo modo di agire; o lui o un partecipante al grande fratello, per la gente non fa differenza: l’importante è farsi i selfie. Beato lei che è certo che la Lega in Sicilia e nel sud prenderà voti a tignitè; io sono convinto che si estinguerà nel sud….

    Caro scappare via ( da te ) , credo che nella tua condivisibile opinione vi sia un errore di battitura. Probabilmente tu volevi scrivere : ” rassegnatevi, la stragrande maggioranza degli ASCARI alle prossime politiche voterà per la Lega di Matteo Salvini. ”
    E’ così vero ?

    Non c’è peggior meridionale di quello che vota Lega. Che tristezza! Come si fa a non capire che il progetto della autonomie delle regioni del NORD , darà il colpo finale alla nostra già martoriata terra. Sveglia popolo siciliano!

    Nicolò, per l’analisi che lei ha fatto devo riconoscere dei meriti che sicuramente lei ha.
    Lei sarà un politologo di lunga esperienza e maturo negli anni, sicuramente sarà un persona colta riconosciuta con titoli accademici, avrà avuto, nella sua vita contatti con gente di varia provenienza che sicuramente l’avranno portata alla sua grande cultura, dovrà avere esperienza di militanza in qualche partito, chiunque esso sia o nel sindacato, anche qui, chiunque esso sia.
    Nel caso in cui lei scrive con la stesse esperienza(?) che hanno i 5 stalle, purtroppo con dispiacere devo rivedere la mia stima nei suoi confronti e in quello che scrive.

    Gelarda è imbarazzante, perfetto esempio per la rubrica che fu della giallappa’s band; un uomo un perchè. Ridicolo al limite del grottesco, un vero e proprio insulto alla democrazia!

    Ma gelarda è d’accordo con l’idea di Salvini di pagare di meno gli insegnanti del Sud?

    Ricotta.Io ho un figlio che insegna a Bassano del Grappa i primi due anni da precario è stato assegnato in due scuole diverse, una per ogni anno.
    I Presidi di tutte e due le scuole al primo impatto si sono mostrati diffidenti e dispiaciuti in quanto mio figlio è palermitano. La motivazione era che gli insegnanti provenienti dal sud e che venivano assegnati nelle scuole, dopo un breve periodo dimostravano una patologia, scendevano nel paese di provenienza e non risalivano più ricevendo sempre lo stipendio.
    Negli anni mio figlio ha dimostrato ai vari Presidi di turno che sarà vero la nomina sui meridionali a che fra loro c’è qualcuno e forse anche di più che con piena dignità fanno il proprio dovere

    in realtà per un motivo o per un altro, vi siete autodistrutti; l’unico che vedo correre avanti e lavorare senza sosta è Giampiero Trizzino, poi Adriano Varrica e Cancelleri

    Ma no, dai… Non sarei così severo… E’ un personaggetto in cerca d’autore come migliaia di altri come lui. Un eroe minore di questi tempi orribili…

    Cosa c’entrano i comunisti con il democristiano Orlando, eppure sono alleati.

    Nel mov 5 stelle …chi sbagli va fuori …..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.