Mafia, estorsione, tentato omicidio | Ora pure il furto d'acqua - Live Sicilia

Mafia, estorsione, tentato omicidio | Ora pure il furto d’acqua

Un pregiudicato per reati di mafia è stato arrestato per furto d'acqua dalla polizia: aveva realizzato allacci abusivi per rifornire la sua abitazione.

Partinico
di
0 Commenti Condividi

PARTINICO (PALERMO)- Un settantottenne di Partinico (Palermo) Antonino Nania, pregiudicato per reati di mafia, è stato arrestato per furto d’acqua dalla polizia: aveva realizzato allacci abusivi per rifornire la sua abitazione. Le indagini sono partite dalle denunce di alcuni utenti che avevano ricevuto bollette salate. Nania ha ammesso il furto. Il boss nel 2000 è stato condannato per mafia e per estorsione aggravata; a suo carico risultano, inoltre, condanne per tentato omicidio ed estorsione; nel 2007 era stato arrestato per tentato omicidio e porto in luogo pubblico d’arma da fuoco, per avere esploso un colpo di pistola contro una persona per un contenzioso legato al diritto di passaggio su una strada interpoderale. Per tre volte era già stato sottoposto alla misura della Sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. (ANSA).


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *