Il 41 bis piega il boss | C'è un nuovo pentito a Palermo - Live Sicilia

Il 41 bis piega il boss | C’è un nuovo pentito a Palermo

Il neo pentito Silvio Guerrera

Il regime del carcere duro si conferma, ancora una volta, l'unica cosa che fa davvero paura ai mafiosi. Un nuovo squarcio si apre sulla mafia di San Lorenzo.

BLITZ APOCALISSE
di
9 Commenti Condividi

PALERMO – Dopo un anno trascorso al carcere duro ha deciso di saltare il fosso. C’è un nuovo pentito a Palermo. Si tratta di Silvio Guerrera, reggente della famiglia di Tommaso Natale, arrestato nel giugno dell’anno scorso nel blitz Apocalisse.

Due mesi dopo, a settembre, assieme ad altri dieci capimafia finì al 41 bis che si conferma, ancora una volta, l’unica cosa che fa davvero paura ai mafiosi. La collaborazione di Guerrera è alle battute iniziali. Ha, infatti, reso due interrogatori ai pubblici ministeri Francesco Del Bene, Amelia Luise, Anna Maria Picozzi e Roberto Tartaglia.

Sono gli stessi pm che hanno reso noto il suo pentimento nel giorno in cui hanno avanzato le richieste di pena per oltre sessanta imputati. Un segno che i verbali di Guererra confermano quanto la Procura ritiene di avere già ricostruito. Sono i fatti che dovrà ancora ricostruire che, però, aprono interessanti prospettive investigative. Guerrera, secondo l’accusa, era stato scelto da Francesco Caporrimo, padre di Giulio, considerato il capo del mandamento di San Lorenzo, per coprire un vuoto di potere.

Le richieste di pena sono pesantissime. Ecco quelle per i principali imputati: Tommaso Contino (20 anni), Sandro Diele (20 anni), Giuseppe Fricano (20 anni), Vito Galatolo, Filippo Matassa (16 anni), Domenico e Gregorio Palazzotto (20 anni ciascuno), Onofrio Terracchio (16 anni), Nicolò Di Maio (16 anni), Girolamo Biondino (14 anni), Vincenzo Graziano (16 anni), Roberto Sardisco (12 anni).

 

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

9 Commenti Condividi

Commenti

    Olèèèè, finalmente, speriamo che ne susseguano tanti altri

    E QUESTO E’ IL PRIMO, VEDIAMO CHI SARANNO GLI ALTRI. COME SI PUO’ CONSTATARE QUANDO IL CARCERE E’ TALE FINISCONO DI ANNACARSI. AH AH AH. AUGURI A QUESTI GRANDI UOMINI CHE HANNO IMPOVERITO LA NOSTRA TERRA.

    Con il passare del tempo, penso che un pò di carcere “duro”…… a qualche corrotto! Politici e via dicendo forse potrebbero redimersi….. ma ora che ci penso….. il carcere duro lo deve dare la legge …. ossia la politica…. la deve applicare il magistrato…. e sappiamo che ci sono stinchi di santo anche lì! In pratica il “cattivo” è solo il mafioso…… ma ormai non ci crede più nessuno!!

    Sia maledetta la mafia e tutti i mafiosi.

    Applicate il 41bis a tutti quelli che vengono condannati in via definitiva per associazione mafiosa, anche il pesce più piccolo, ed il problema mafia sarà estinto in 5 anni.

    Speriamo sia l’inizio di una deriva, davvero il 41 bis spinga e dire tutto quello che sanno, affinché si arrivi ai concorrenti ,oggi in politica e nei gangli istituzionali, nelle stragi del 1993

    BO CHI CAPISCE E BRAVO

    Troppo comodo fare i sanuisuga indegni della società e poi pentirsi. Spero che lo spremino e poi lo incarcerino di nuovo al 41 bis in una località segreta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.