Maran recrimina: | "Strameritavamo di vincere" - Live Sicilia

Maran recrimina: | “Strameritavamo di vincere”

Il tecnico rossoazzurro in salastampa: "Sono inca..ato nero. Continueremo a dare tutto ciò che abbiamo".

Il dopopartita
di
10 Commenti Condividi

CATANIA. A fine match mister Maran prova a guardare avanti a fronte di un risultato che non soddisfa appieno: “La squadra ha cercato di vincere in tutti i modi. Ha preso gol al primo e forse unico tiro in porta: abbiamo avuto sette, otto occasioni che non sono andate a buon fine. Volevamo questa vittoria che non è arrivata ma dobbiamo continuare a dare tutto quello che abbiamo: oggi ci abbiamo provato ancora ma non ci siamo riusciti. Strameritavamo di vincere ma non capita tutti i giorni di vedere tiri che colpiscono i pali o finiscono fuori di un nulla. L’appuntamento è il 18 maggio: in quella data dovremo salvarci. Questa sera sono inca…to nero. Barrientos? Questa situazione non aiuta nessuno a stare tranquilli. Non so che percentuali abbiamo di salvarci ma so che passa tutto da un paio di partite nelle quali il risultato passa per forza da noi. I tifosi? Penso si siamo arrabbiati per il risultato e non per la prestazione”.

Sul fronte opposto, pragmatico Lopez: “Abbiamo sempre cercato la vittoria questa sera e penso che se fossimo restati in undici forse l’avremmo anche centrata. Il primo cartellino giallo è stato un’ingenuità: suol secondo, il fallo non c’era. Era una partita complicata e difficile: sapevamo che era uno scontro salvezza e l’abbiamo giocata al meglio”.

Articoli Correlati


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

10 Commenti Condividi

Commenti

    State tutti vecino vecino….

    AHHH AHHH AHHH…………ora ridiamo noi AHHH AHHH…………BBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBBB 20 mila B tutte per voi!!!
    Che ninuzzu fallito wind jet non ride più?

    Maran non ha dichiarato, volutamente, che la sua squadra scarsa non è riuscita a vincere in 11 contro 10 e con l’aiutino arbitrale vedi espulsione e punizione, inesistente era al contrario, a limite dell’aria

    X tutti i sigg.ri palermitani – I conti li faremo alla fine dei nostri rispettivi campionati, per adesso (ve lo dico in palermitano così lo capite meglio): “ZITTITIVI”.

    Ok, il Catania meritava di vincere, se non altro per i due legni colpiti.
    Ma vogliamo riflettere sul fatto che, uscito Barrientos non ancora in forma, è entrato Fedato, mentre il Cagliari con Nenè in campo aveva in panchina Ibarbo, Pinilla e Cossu?
    E poi, chissà perchè Lodi non coglie mai la porta tirando con la palla in movimento?
    E il portiere . . . ?
    Nel Catania di quest’anno si salvano solo (nell’ordine) Peruzzi, Barrientos, Rinaudo, Bergessio, Izco e Spolli.
    Stop!

    chianca, mettìci puippiatti n’mucca cà ci fai chiù fiura.

    Spolli? E’ l’ombra del difensore dell’anno scorso. Begghessio? (si pronuncia così) Solo 4 ggol e l’infortunio con la rube lo ha tolto di mezzo per un bel pò. C’è poco da salvare

    Caro Monte Pellegrino,
    ho detto che Bergessio si salva, non che è un goleador. Si salva per l’impegno che mette e anche per quello che dà alla squadra; penso che il suo potenziale realizzativo sia al massimo di 10 gol. Per quanto riguarda Spolli, lo reputo comunque tra i migliori del Catania. La pietra di paragone non può essere (per nessuno) l’eccezionale campionato scorso.

    accumincia a cuntari ca a fiesta sta finiennu.
    BBBBBBBBBBBBbbbbbbBBBBBBBBBBBBbbbbbbbbbbbbbBBBBBBBBBBbbbbbbbbbbb.
    Chi di male ferisce di male perisce ricordalo ai tuoi compaesani!

    Dai che vi salvate……ah ahahahahahahahahahahahihihihihohohohohuhuhuhuhuh mi viene troppo da ridere magari mi e’ venuta voglia di 4 polpette, ciao catania buon ritorno in b accusi vi livati u vizio ri babbiari con le disgrazie altrui.Onore a chi non ha gioito sulle nostre disgrazie sportive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *