Il Messina ferma il Lecce | Tavares risponde a Lepore - Live Sicilia

Il Messina ferma il Lecce | Tavares risponde a Lepore

Buona prova dei peloritani, bucati su rigore ad inizio ripresa ma capaci di reagire subito.

calcio - lega pro
di
0 Commenti Condividi

MESSINA – Un Messina incerottato riesce comunque a fermare il Lecce, che al “Franco Scoglio” perde altri punti nella lotta verso il primo posto. Un primo tempo con ritmi blandi mentre nella ripresa le due squadre hanno fatto girare il pallone con più incisività. Ospiti avanti al 62′ con un penalty messo a segno da Lepore, mentre al 72′ arriva l’ottavo centro stagionale di Diogo Tavares. Nonostante le numerose defezioni, Di Napoli riersce a confermare il 4-3-3 d’ordinanza con Addario tra i pali, con Burzigotti e Martinelli centrali e Mileto e De Vito terzini. A centrocampo insieme a Fornito, chance per Zanini e Giuseppe Russo. In attacco si rivede Salvemini che vince il ballottaggio con Cocuzza, che completa il reparto insieme a Gustavo e Tavares.

Dopo un inizio sonnolento, al 15′ Gustavo con un tiro a giro dal vertice destro costringe Bleve a deviare in corner. Sugli sviluppi Fornito trova Tavares in area, ma il suo colpo di testa si spegne alto. Al 19′ chance per gli ospiti, con il lancio di 40 metri effettuato da Cosenza, Addario non esce così Moscardelli può bruciare Burzigotti ma tira addosso all’estremo peloritano. Il match però offre più sbadigli che altro, il Lecce ci prova ma Moscardelli è mal supportato da Sowe e Doumbia. Il Messina regge, anche se soffre un pò sugli esterni. Al 28′ Salvemini va ad un passo dal vantaggio, pressando Cosenza che temporeggia su una palla a campanile e riuscendo a concludere dal dischetto mandando clamorosamente a lato. Al 38′ ancora Lecce pericoloso, Saw riesce a sfondare dalla sinistra trovando Alcibiade all’interno dell’area ma il suo tentativo viene murato, nella rinbattuta Papini ci prova dal limite mandando alto. Un minuto dopo Martinelli spiana la strada a Saw, Addario ancora una volta resta colpevolmente tra i pali ma Mileto interviene evitando il peggio. Ultimo brivido di un primo tempo noioso, con il Lecce un po’ più intraprendente ma con il Messina che nonostante le numerose assenze ed una classifica tranquilla sta giocando una partita aggressiva.

La ripresa inizia con il Lecce più aggressivo e con il baricentro più alto, ma Addario non viene mai impegnato mentre il Messina prova a farsi vedere in contropiede. Al 62′ l’episodio che cambia il match, con De Vito che in area arpiona un pallone in area anticipando Caturano, nello slancio il terzino siciliano frana addosso all’ex attaccante del Melfi, con il direttore di gara che assegna un penalty abbastanza generoso. Dal dischetto si presenta Lepore che calcia alla destra di Addario spiazzandolo. Di Napoli non ci sta, toglie Russo inserendo Cocuzza per un Messina a trazione anteriore. Al 72′ arriva il pareggio del Messina, con Mileto che scodella in mezzo con la difesa del Lecce che si muove per mettere in fuorigioco tutti ma non Tavares che supera Bleve in uscita con un pallonetto ristabilendo il risultato in parità. All’88’ Lecce ad un passo dal vantaggio, con Lepore che dalla destra mette in mezzo ma Caturano in tuffo di testa manca l’impatto decisivo. L’ultima palla gol è però del Messina, con Tavares che innesca Cocuzza dentro l’area defilato sulla destra, ma il diagonale dell’attaccante palermitano termina sul fondo.

Pareggio giusto, tra due squadre che si sono equivalse anche se c’è stata una certa superiorità territoriale di un Lecce abulico negli ultimi 16 metri. Dal canto suo il Messina si è dimostrato più forte della tante assenze, contro un avversario che in Sicilia si giocava forse una delle ultime chance di primato. Se si doveva onorare l’impegno, Di Napoli può essere può sorridere ancora una volta.

Messina-Lecce 1-1 (62′ Lepore rig, 72′ Tavares)

Messina: Addario, Mileto, De Vito, Russo (66′ Cocuzza), Burzigotti, Martinelli, Fornito, Zanini, Tavares, Gustavo, Salvemini (81′ Padulano). A disposizione: Di Stasio, Aleo, Biondo, Masocco, Bossa, Lia, Longo. All. R. Di Napoli

Lecce: Bleve, Alcibiade, Legittimo, Papini, Cosenza, Abbruzzese, Lepore, Salvi (79′ Lo Sicco), Moscardelli, Sowe (60′ Caturano), Doumbia (75′ Carrozza). A disposizione: Perucchini, Liviero, Camisa, De Feudis, Vecsei, Beduschi. All. P. Braglia

Arbitro: Sig. Giosuè Mario D’Apice della sez. di Arezzo
Guardalinee: Mauro Galetto di Rovigo e Salvatore Affatato di Vico

Ammonizioni: Fornito, Cosenza, Caturano, Papini


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *