È morto Bartolo Pellegrino | Esponente del socialismo siciliano - Live Sicilia

È morto Bartolo Pellegrino | Esponente del socialismo siciliano

Fondò il movimento autonomista "Nuova Sicilia"

LUTTO
di
9 Commenti Condividi

È morto oggi a Trapani l’esponente del socialismo siciliano Bartolo Pellegrino, ex assessore ed ex parlamentare regionale. Aveva 84 anni.

“Il presidente Gianfranco Miccichè e il Consiglio di presidenza dell’Ars sono vicini ai familiari per la scomparsa di Bartolo Pellegrino”, è scritto in una nota della Presidenza dell’Ars.

Politico di lungo corso, fu deputato dell’Assemblea regionale siciliana nella VII, XI e XII legislatura. Dopo avere militato nelle file del Psi, fondò il movimento autonomista “Nuova Sicilia”. Bartolo Pellegrino fu assessore regionale al Territorio e Ambiente e vice presidente della Regione.

“Nella sua lunga, e anche travagliata, esperienza di deputato regionale e di governo, Pellegrino è stato uno dei personaggi di spicco della storia politica dell’Isola. All’inizio degli anni Duemila, proprio in coincidenza con l’avvio dell’elezione diretta del presidente della Regione, ebbe il merito di rilanciare quello spirito autonomistico che sembrava essersi smarrito nel corso dei decenni precedenti. Alla famiglia va il più profondo cordoglio mio personale e del governo”, ha detto in una nota il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci.

“Bartolo Pellegrino ha rappresentato la migliore politica sicilianista negli ultimi ultimi trent’anni. Un uomo illuminato che, nonostante raccogliesse consenso attorno ad una piccola formazione politica, ha saputo trovare alleanze e piattaforme per chiedere la piena applicazione delle prerogative statutarie della nostra Regione autonoma”, lo afferma Eleonora Lo Curto, capogruppo dell’Udc all’Assemblea regionale siciliana.

 


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

9 Commenti Condividi

Commenti

    Altri tempi. Altri uomini. In confronto ai politici di oggi, è un gigante. Rip.

    ho avuto il privilegio di conoscerlo e di apprezzare le sue dote umane.
    se facciamo un paragone con i politici di oggi, Lui è stato un grande e questi che siedono ai posti di comando oggi, non sono e non saranno mai nessuno.
    Bartolo Rip

    Grande dispiacere, grande uomo, grande politico

    Tra il 1997 e il 2002 condivisi il suo percorso politico standogli a fianco. Con lui vigeva una sola regola: non avere regole. Di grande intuito politico era allo stesso tempo capace, nel caso non condividesse, di abbandonare tutto e ricominciare. Ricordo il capolavoro del contro ribaltone: con un gruppo di 3 deputati all’Ars, portò due deputati a fare gli assessori (Rotella e Bartolo Speranza) nell’ultimo governo presieduto d Vincenzo Leanza, prima delll’introduzione dell’elezione diretta del Presidente della Regione.
    Generoso ed allo stesso tempo uomo libero, è stato uno degli ultimi rappresentanti di una politica che aveva un qualche ideale e che, oltre a prendere, dava anche ai cittadini.
    Insomma “merce” ormai che la politica dei social di oggi, sconosce.

    Una perdita assolutamente incolmabile alla luce del desolante quadro politico attuale. Purtroppo di uomini della grandezza di Bartolo Pellegrino ormai non ne vediamo più e se l’Italia è già politicamente in malora uno dei motivi è proprio questo.

    un grande uomo con antichi valori, ho condiviso cn lui il percorso che ha portato alla fondazione di sicilia futura.

    Esponente del Sicilianismo sarebbe stato titolo più appropriato. La sua lontana militanza socialista non ha segnato la storia siciliana come invece la sua più significativa militanza sicilianista purtroppo riassorbita nel 2007 dall’MPA, molto peggiore.
    Non mi è piaciuto mai molto ma onore al merito e pace all’anima sua.

    Eravamo compagni di partito e di lotte elettorali quando eravamo entrambi ventenni, Lui di Paceco ed io di Salemi. Ne apprendo la scomparsa come per miracolo avendo io lasciato la Sicilia oltre cinquant’anni fa per non più ritornarvi e solo raramente leggendo giornali siciliani. Lo ricordo con tanta simpatia e certamente includerò la Sua Anima in questa mia quotidiana preghiera: “L’eterno riposo dona Lui, o Signore. Slenda sia a Lui la luce perpetua. Riposi in pace, Amen”.

    Al cognato Ignazio Spanò e Familiari – nel caso in cui dovessero leggermi – giungano le mie più sentite condoglianze.

    assessore al territorio e ambiente DETERMINATO dopo estenuante concertazione con coraggio riperimetrò Oasi del simeto in gurs 59 del 17-12-1999. Poi legambiente fece ricorso e…. tutti di nuovo dentro un mare d’immondizia e degrado…. Da allora tutto tace….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *