"Musumeci chiarisca con Micciché | No agli inciuci, Orlando? A Tripoli" - Live Sicilia

“Musumeci chiarisca con Micciché | No agli inciuci, Orlando? A Tripoli”

La leader di Fratelli d'Italia: "Qui presenti deputati di Forza Italia. Presto qualche sorpresa...". Stancanelli: "Noi siamo coerenti".

MELONI A PALERMO
di
20 Commenti Condividi

PALERMO – “Musumeci faccia chiarezza con Miccichè perché noi di Fratelli d’Italia siamo contrari agli inciuci e di patti del Nazareno in salsa siciliana non ne vogliamo sentire parlare”. Giorgia Meloni dal palco del Politeama a Palermo lancia un messaggio chiaro al presidente della Regione, dopo il disimpegno di Diventerà Bellissima per le prossime elezioni del 26 maggio. Un messaggio che ha un peso pari ai tre deputati dell’Ars Gaetano Galvagno, Antonio Catalfamo ed Elvira Amata (con lei sul palco), e a quello di un assessore regionale, Sandro Pappalardo. Numeri importanti per un governatore dalla maggioranza risicata.

E non è escluso che presto il gruppo di Fdi possa “pescare” anche tra gli ex “ribelli” di Forza Italia: “C’è qui, tra la folla, anche Rossana Cannata, deputata regionale (di Forza Italia, n.d.r.) e sorella di un nostro candidato alle Europee, Luca Cannata, sindaco di Avola. Presto andrò a trovarla e potrebbero esserci delle sorprese”, ha annunciato la leader del partito di destra.

> CHI C’ERA: GUARDA LA FOTOGALLERY

“Noi facciamo del nostro meglio per dare una mano al presidente Musumeci – ha proseguito Giorgia Meloni – nel governo di una Sicilia che certamente non è facile da organizzare. Alcune delle proposte migliori fatte da questa amministrazione sono di Fratelli d’Italia, come quella per esempio di incentivare e sostenere con una decontribuzione chi deve partire dalla Sicilia, gli studenti fuori sede per esempio ma anche chi deve andarsi a curare fuori”.

A tenere il palco al Politeama, sotto una pioggerellina che non ha scoraggiato più di un centinaio di sostenitori, è Carolina Varchi, deputato nazionale e candidata alle Europee nella circoscrizione Isole. “La presenza massiccia – dice Carolina Varchi – è il sintomo della necessità di dare una alternativa di governo sia a Palermo che a livello nazionale. Fratelli d’Italia è il perno della coalizione di centrodestra, senza di noi non si vince, la coerenza paga gli inciuci no. Adesso il 26 maggio è necessario un voto di libertà per far crescere l’unico partito autenticamente sovranista”.

L’ovazione più rumorosa è arrivata per Francesco Scarpinato, consigliere comunale a Palermo. “Un ritrovato”, lo etichetta Meloni, visto che Scarpinato dopo i primi passi con Alleanza nazionale è stato eletto a Sala delle lapidi con la lista “ibrida” fatta da alfaniani e Pd, e solo di recente ha scelto di rientrare tra le fila di Fdi. “La destra c’è e vuole vincere – ha detto dal palco – e il nostro motto non è cambiato: è sempre Dio, Patria e famiglia”. Dopo di lui un “veterano delle campagne elettorali della destra in Sicilia”, Raffaele Stancanelli. “Fratelli d’Italia è la casa di tutti coloro i quali non non si sentono rappresentati nel centrodestra di oggi. Votare le nostre liste alle Europee – ha detto il candidato – è un primo passo verso la caduta di questo governo gialloverde e la creazione di un’alternativa in cui Giorgia Meloni sia il leader. A noi non interessano i galleggiamenti, a noi piace la coerenza”.

I temi del comizio sono i cavalli di battaglia i Fratelli d’Italia: infrastrutture, politiche comunitarie, riorganizzazione dell’Unione europea, difesa dei confini. Su quest’ultimo tema Giorgia Meloni non ha risparmiato una battuta al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, paladino dei diritti dei migranti, impegnato in una continua battaglia con il ministro dell’Interno Matteo Salvini sull’applicazione del “decreto sicurezza” e la questione “porti aperti”: “Gli consiglio di candidarsi la prossima volta a sindaco di Tripoli perché avrà così la possibilità di conquistare più voti di quanti ne conquisterebbe ricandidandosi a Palermo”.


20 Commenti Condividi

Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *