"No a nuovi ausiliari del traffico | Apcoa ci deve 1,5 milioni" - Live Sicilia

“No a nuovi ausiliari del traffico | Apcoa ci deve 1,5 milioni”

I consiglieri comunali di Idv Occhipinti e Caracausi

I consiglieri Occhipinti e Caracausi: “Il consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno che chiede al sindaco Orlando di sospendere qualunque processo relativo alla trasformazione dei dipendenti Apcoa in ausiliari del traffico".

La nota di Italia dei Valori
di
4 Commenti Condividi

PALERMO – “Il consiglio comunale ha approvato un ordine del giorno che chiede al sindaco Leoluca Orlando di sospendere qualunque processo relativo alla trasformazione dei dipendenti Apcoa in ausiliari del traffico. Il primo cittadino venga in Aula a discutere con noi questa materia, ma sappia sin da subito che prima di far partire qualunque corso, a spese dei palermitani che subiranno la doppia multa, va applicata per intero la convenzione chiedendo all’Apcoa 1,5 milioni di extraprofitto generati in questi anni. Aspettiamo ancora risposte da questa amministrazione ai nostri rilievi, sollevati lo scorso febbraio: Orlando sappia che manterremo alta l’attenzione su questo tema”. Questo quanto dichiarano Filippo Occhipinti e Paolo Caracausi, consiglieri comunali di Idv.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

4 Commenti Condividi

Commenti

    “IDV”… esiste ancora??? Dopo l’ultimo risultato elettorale una persona normale uscirebbe da casa solo travestito da barbone.

    Cio’ che decide “lui” e’ sentenza, come lo era per i Faraoni ai tempi della quarta dinastia!
    I consiglieri sono solo figuranti!

    la prossima volta copritevi il viso con la bandiera per essere credibili!

    Buffoni che non siete altro, palermo è in totale stato di abbandono e ci si preoccupa di questi argomenti.
    Brutti demagoghi..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *