Nuoto, Giaconia ci prova| 150 km nel fiume Ebro - Live Sicilia

Nuoto, Giaconia ci prova| 150 km nel fiume Ebro

Mauro Giaconia

Mauro Giaconia ha scelto la Catalogna e in particolare il fiume Ebro, per la sua prossima impresa sportiva. L'atleta tenterà di superare se stesso e i 101 km già effettuati in Cile nel 2009, per realizzare una 150 km di nuoto in solitaria.

il recordman palermitano
di
0 Commenti Condividi

PALERMO – Mauro Giaconia non smette di stupire. Il record-man del nuoto estremo italiano ha infatti scelto la Catalogna e in particolare il fiume Ebro, per la sua prossima impresa sportiva. L’atleta tenterà di superare se stesso e i 101 km già effettuati in Cile nel 2009, per realizzare una 150 km di nuoto in solitaria.

“Avevo il desiderio di spingermi ancora oltre” – ha commentato l’atleta 42enne – e quando lo scorso anno ho visto questo fiume, il più grande di Spagna per lunghezza e portata, ho capito che sarebbe stato il posto giusto dove tentare una nuova vera impresa. Ringrazio tutte le istituzioni catalane, che stanno fornendo il massimo appoggio alla realizzazione di questo evento, con disponibilità e competenza”.

L’Ultra Ebro River – 150 Marathon swim si terrà il prossimo 10-11 Agosto, con la preziosa collaborazione della Secreteria General de l’Esport de Catalunya, il Comune di Tortosa, l’Ente Turismo Terres de l’Ebre, l’ IDECE, l’Ente Autonomo di Catalogna, che si occupa dello sviluppo delle terre dell’Ebro ed ha fornito insieme al CHEbro, i permessi burocratici necessari e l’indispensabile supporto logistico, di imbarcazioni e piroghe.

La partenza dell’incredibile prova dell’atleta palermitano, è prevista all’alba di sabato 10 Agosto, dalla rampa sotto il castello di Maquinienza, per proseguire e attraversare i ben 18 paesi che si affacciano sul fiume, fino a giungere al molo turistico di Port de DeltaEbre, dove si concluderà la 150 chilometri, in un tempo stimato tra le 30 e le 36 ore e durante le quali sarà seguito da un’equipe medico-sportiva fornita dalla Clinica Terres de l’Ebre. Due albe e un tramonto di pura avventura per Giaconia che in questo lungo e affascinante percorso si troverà ad attraversare ben tre dighe, la prima a RivaRoja, a 25 km dalla partenza, la seconda a Flix e l’ultima a Xerta. La prova si concluderà sul delta del fiume, a poco meno di 3 km dal mare aperto, che comunque, negli ultimi 20 km della sua impresa entrerà con grande forza di vento e corrente.

“Mi ha entusiasmato molto questa terra splendida e generosa e il calore della gente, chi vive il fiume mi ha molto aiutato e fornito informazioni preziose per potere realizzare questa impresa. Sarà anche la prima volta che mi ritrovo a nuotare di notte su un fiume, una vera emozione, tra paesaggi incantevoli e passaggi avventurosi”.

Giaconia sorprende anche quando con semplicità snocciola numeri fuori dal normale: “Stimo un dispendio totale di circa 28.000 kCal – conclude l’atleta – e spero di potere completare la prova in circa 56.000 bracciate”.


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

0 Commenti Condividi

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *