Orlando giura e si dimette - Live Sicilia

Orlando giura e si dimette

Dopo la lunga polemica che l'ha visto contrapposto a Giuseppe Vatinno, Orlando, come annunciato, ha presentato le sue dimissioni dalla Camera con una lettera indirizzata al presidente di Montecitorio, Gianfranco Fini.

Palermo
di
17 Commenti Condividi

“In data odierna ho prestato giuramento durante la prima seduta del consiglio comunale della mia città, dunque confermo le dimissioni da deputato della Camera e da presidente della Commissione di inchiesta per errori sanitari”. Lo ha detto il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, che ha prestato giuramento a Sala delle Lapidi, durante la prima seduta del consiglio comunale, formalizzando le dimissioni, come annunciato nei giorni scorsi, da parlamentare nazionale. Orlando ha letto in aula il contenuto di una missiva indirizzata al Presidente della Camera Gianfranco Fini, nella quale comunica formalmente di rimettere l’incarico di deputato nazionale in ottemperanza al dispositivo della Consulta sull’ incompatibilità della carica di parlamentare e amministratore di un ente locale


Le nostre top news in tempo reale su Telegram: mafia, politica, inchieste giudiziarie e rivelazioni esclusive. Segui il nostro canale
UNISCITI


Ricevi le nostre ultime notizie da Google News: clicca su SEGUICI, poi nella nuova schermata clicca sul pulsante con la stella!
SEGUICI

17 Commenti Condividi

Commenti

    Adesso gradiremmo un articolo del corriere della sera (sempre latitante tranne quando c’è da mettere in cattiva luce palermo e la sicilia) e del suo critico Grasso che tutto il mondo ci invidia che tra tante nefandezze che ci sono in lombardia (penati,fornigoni eccetera) perde il suo tempo a parlare di aria fritta in sicilia.Gradiremmo un articolo serio su Palermo e gli obiettivi della giunta palermitana.Poi vorrei vedere Il sig.Vatinno ora che si è preso il suo bravo stipendio di 13.000 euro al mese (l’unica cosa che gli interessava) quanto produrrà e si interesserà a Palermo e ai suoi problemi visto che prende il posto di uno de pochi che fa qualche cosa per la nostra città e non chiacchere.Sono sicuro che il sig.vattino non lo vedremo piu ne in questo sito ne nella nostra città mi smentisca con i fatti se ne è capace egregio neo onorevole.

    Ha mantenuto la parola, bene. In un altro articolo avevo scritto che la miglior cosa, invece di discutere su “dimissioni si, dimissioni no”, era quella di aspettare il 9 luglio per vedere come andava a finire.
    Ed è andata come promesso da Orlando.
    Lo si potrà criticare, si potrà essere d’accordo o meno con le sue idee, comunque una sua coerenza gli si deve riconoscere.

    Aldo Grasso che dice?

    Il giornalista Vattino dove era quanto il “fantasma” di Palermo portava alla bancarotta il Comune di questa città, si parla di 700 mil.?
    E che il Presidente del Senato aveva prontamente assunto come consulente !!!!
    Qui la gente comune si suicida per cartelle esattoriali da € 10.000 …..
    Perchè non scrive su tutti i parenti e amici di politici assunti – la lista è molto lunga – ( ad es. il figlio del ex primo cittadino, meglio conosciuto come ” il fantasma”, il fratello dell’ ex governatore: poverino, sarebbe rimasto disoccupato, le aziende di famiglia sono poco redditizie….) assunti con stipendi d’oro da mamma Regione.
    Tutto ciò è lecito ed eticamente corretto.
    Tutte queste persone occupano questi posti – con stipendi d’oro- e persone con titoli e sicuramente più valide vivono con 1.000 al mese?
    Capisco che se i giornalisti sono assunti dalla Regione …… nessuno sputa nel piatto da cui mangia…..

    Ma cosa c’entano Vatinno, il Corriere della sera o Aldo Grasso??? Non capisco perchè prendersela con loro quando era stato proprio il nostro amato Orlando il 25 aprile, durante uno dei suoi comizi, a dire che nel giro di 2 settimane si sarebbe dimesso…

    Praticamente, quei 13.000 euro che ora andranno a quell’altro furbone, fino ad ora li ha presi il nostro Leoluca Comunale: 13.000 + gettoni (presidente di commissione) + bonus + benefit, per un totale (approssimato per difetto) di circa 50.000 “€uri”, intascati da chi si definisce “politico dell’anticasta” per fare una sola seduta a Montecitorio…

    Questo è colpa di Vatinno??? Del Corriere della Sera? Di Aldo Grasso???

    Fino ad oggi, non è forse stato sindaco??? Se lo è stato, doveva dimettersi prima, con o senza i Vatinno, i Corriere della Sera, gli Aldi Grasso di turno); se non lo era, con che diritto ha azzerato i CDA di municipalizzate e controllate? Come ha fatto a ridurre i dirigenti comunali (salvo poi nominare vari capi-area da affiancare agli assessori e un casino di dirigenti tecnici ed amministrativi)? Come ha fatto a rimuovere i dissuasori da Via Libertà, operazione che ci sta costando un occhio, la cui spesa non è messa a bilancio (il bilancio deve ancora essere approvato, credo), spesa che per altro non comprende la messa in opera dei semafori? Se non è sindaco, come ha fatto a rimuovere il comandante della Polizia Municipale???

    Se ha fatto queste cose allora Orlando è Sindaco, con o senza insediamento del Consiglio Comunale, e pertanto, per correttezza e coerenza, doveva dimettersi!!!

    Andiamo!!! Un pò di onestà e di coerenza!!! Stiamo parlando di due mesi di stipendio da parlamentare!!! Non dovremmo neanche meravigliarci: lo fanno in tanti; l’unica differenza con Orlando è che almeno gli altri politici hanno il buongusto di non definirsi uomini dell’anticasta…

    Saper perdere è difficile, ma saper vincere è difficilissimo…

    se vatinno prende 13.000 euro al mese, cosa dobbiamo dire di orlando che ne prende più di 40.000? tutti guadagnati? per fare cosa? il portavoce di di pietro?

    Scusate ma la task force che era a Roma per la Gesip che fine ha fatto?? ….si è persa per strada? ma prima del festino si risolverà il problema della Gesip? come si fà a tenere 1800 famiglie in questo stato senza dare delle certezze sul loro futuro!!!

    e tutto tacque…

    I soliti due commentatori plagiati dall’ignoranza. Criticate orlando per motivi pazzeschi ma siete accecati proprio che il vostro pdl è passato dal 34 all’8 percento. FANTASMI

    DO RAGIONE A MICHELE ORLANDO SENZA DI PIETRO NON VALE UNA LIRA. A LUI INTERESSA SOLO GESIP CHE GRAZIE A LORO E’ DIVENTATO SINDACO. PALERMO E’ SPORCA E I TOPI ENTRANO PERFINO NELLE CASE, CHE FAI SINDACO DORMI O FAI FINTA DI NON VEDERE. A PROPOSITO TI VOLEVO DIRE CARO ORLANTO CHE CAMMARATA HA LASCIATO I CONTI TUTTI A POSTO, INFATTI SI SONO TROVATI 400 MILIONI DI EURO. CHE FAI ORA PAGHI LA GESIP?

    Ora speriamo che si lavori solo per il bene di Palermo e la si finisca di continuare polemiche inutili…………..

    @Coriolano: 2 mesi dall’elezione? fai bene i conti. Il giuramento è stato oggi, non è certo colpa di Orlando se l’ufficio elettorale del comune si è rivelato insufficiente ritardando lo spoglio.

    @ Fabrizio:
    Mi stai dicendo che non si è dimesso perchè lo spoglio è finito solo oggi? Quindi fino ad oggi non era Sindaco??? E chi ha fatto tutte quelle operazioni che ho scritto nel post precedente?

    Andiamo, Fabrizio: è pretestuoso! Ripeto che non mi meraviglio affatto: a chi non farebbero comodo 2 stipendi da parlamentare in più??? E se vuoi te lo dico in aramaico… ;)))

    Comunque, a questo punto auguro al Sig. Sindaco di fare un buon lavoro per la città e per i cittadini, perchè ne abbiamo veramente bisogno; il problema Gesip sta offuscando tutti gli altri problemi: sarà che forse ci si aspettava un Orlando-tornado, ma in 2 mesi l’unica cosa che abbiamo visto sono gli uscieri in giacca e cravatta (poveracci, con questo caldo), qualche pianta per adornare piazza Pretoria e la via Liberta devastata da lavori discutibilmente (in)utili…

    Si rimpiangete l’ ex sindaco “fantasma”, portatelo in processione per Santa Rosalia:
    1. I famosi dissuasori di via Libertà sono costati una bella cifra sia per realizzarli (credo 300.000), ma anche perchè hanno danneggiato notevolmente i mezzi dell’Amat;
    2. parliamo dei famosi cassonetti a scomparsa, utilissimi, economicissimi (se non ricordo male il costo di 1 si aggirava su € 60.000;
    3. regalati ben 3.000 posti zone blu e quindi km di strade cittadine (concessione per i prossimi 60 anni) ad una ditta che paga 4 euro l’anno per questo affare redditizio;
    4. incapacità assoluta di attingere ai fondi comunitari, nel 2011 si sono attinti meno di 10 milioni quando era possibile attivarne 200;
    5. parliamo di consulenti
    stendiamo un velo pietoso su personaggi che hanno fatto tutt’altro che governare questa città

    eleggendo il sindaco orlando abbiamo ,per un attimo pensato di cambiare.
    ma io oggi sono rimasto veramente deluso nel rivedere nel consiglio personaggi quali i
    signori Tantillo ,Bruscia ,Milazzo che pensavamo ,per un attimo ,di avere mandato a casa
    in quanto fautori del disastro cittadino insieme al sig. cammarata.
    Mi auguro per lei , sig. sindaco, che tanti come questi signori non ostacolino il cammino per la rinascita della nostra citta.

    a tutti questi signori che si lamentano della elezione del sindaco orlando vorrei dire:
    il sig. cammarata ha fatto un danno irreparabile non solo nei confronti della citta ma
    anche del partito che ha rappresentato, e lelettorato palermitano se ne e reso conto
    punendo chi non meritava.Inoltre la destra non ha presentato una candidatura valida. Purtroppo il pdl non ha ancora capito che chi non giova al bene comune e da abbandonare.purtroppo la destra ,almeno quella che e rimasta, continua a perseverare nell’errore non avendo un serio candidato per le regionali,e non avra il consenso che ebbe nel passatonelle elezioni politiche per avere appoggiato questo governo monti, ignorando il malessere del proprio elettorato.

    @ francesco:

    “a tutti questi signori che si lamentano della elezione del sindaco orlando” non devi dire nulla… ma perchè voi filo-orlandiani vi sentite sempre in diritto di “impartire lezioni” a chi non la pensa come voi? La vostra acrimonia, nei confronti di chi non la pensa come voi è proprio il motivo di queste sterilissime polimiche: la disfatta della destra è sotto gli occhi di tutti!!! E visti i nomi presentati, secondo me è anche un bene!!! E non hai bisogno di citare Cammarata: dopo di lui, anche Al Capone sarebbe stato eletto sindaco… Sui soliti Tantillo, Bruscia, Milazzo ti posso anche dare ragione, ma non è una grande meraviglia: a Palermo abbiamo rifiutato il nuovo che avanza a favore del vecchio, pertanto se abbiamo scelto lo stesso sindaco di 25 anni fa, non lamentiamoci dei consiglieri comunali di 5 anni fa… MASSIMO RISPETTO PER LE IDEE ALTRUI!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.